Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Parliamo di funghi commestibili

scritto da MarcoTuscany

Come mio primo intervento ho pensato di parlare un po' di funghi freschi, visto che a questo punto se avessimo la complicità di un bel temporale estivo, si scatenerebbe quella reazione necessaria alla creazione degli stessi. Chi ha la fortuna come me, di abitare tra i boschi, attende questo evento, spesso memore dei fantastici ritrovamenti dello scorso anno, quando si verificò una forte grandinata alla fine di Agosto, che dopo una decina di giorni dette origine ad una eccezionale nascita di funghi di ogni specie.

I porcini ( perlopiù Boletus aereus ) si trovarono in grande quantità e i più fortunati, o conoscitori della zona come me e mio babbo, ne trovarono a centinaia anche tutti insieme. Ma anche altre buone specie commestibili in quel periodo riempirono le tavole: Cantharellus cibarius, volgarmente chiamato galletto o giallino, fantastico nei misti insieme al porcino e anche qualche Ovolo ( Amanita caesarea ) purtroppo negli ultimi tempi ridottisi a pochi esemplari in questa zona.

Nel prossimo intervento vi fornirò volentieri qualche interessante modo di usare i funghi per realizzare piatti semplici ma davvero gustosi.

Commenti

Wow! Mi piacciono i funghi. Un amico mi proponeva spesso di andare, a settemebre, a raccoglierli. Lui era attrezzatissimo e la cosa mi solleticava. Presto o tardi accetterò l'invito. Cestino di vimini, coltellino apposito e spazzolino per la pulizia. Mi manca solo la conoscenza del metodo, quindi spero che tu presto ci possa dare qualche indicazione.
Benvenuto, marcotuscany :-)

Scritto da:  fradefra   | 26.06.06 09:39
---------------------------------------

Anche io adoro i funghi, ma non sono bravissima a cucinarli. Aspetto la prima ricetta, sperando che non sia troppo difficile da fare.

Scritto da:  Rossana   | 27.06.06 07:42
---------------------------------------

Mi associo. I funghi mi piacciono molto e inoltre sono legati ad un ricordo d'infanzia.

Quando ero bambina i miei genitori mettevano la roulotte per la stagione autunno-inverno in un campeggio in montagna e nei fine settimana autunnali spesso io e la mamma andavamo a funghi insieme. Per me era un modo per stare sola un pò con lei, inoltre mi divertiva molto trovare inaspettatamente dei bei funghi che avrebbero rempito i nostri cestini.
Ricordo che quando riuscivamo a trovarne molti tornavo da mio padre orgogliosa della raccolta.

Fortunatamente nel campeggio vi erano alcune persone esperte di funghi che ci indicavano quali potevamo mangiare e quali no. E così ci si ritrovava davanti all'enorme camino al centro del piccolo campeggio assieme ad altri a cucinare funghi e quant'altro di buono la montagna sa offrire!

Scritto da:  copertina75   | 27.06.06 12:13
---------------------------------------

Caro Marco,
adoro i funghi in una maniera strabiliante, mi piace mangiarli grigliati al forno (naturalmente parlo dei funghi cardoncelli, quelli che mi piacciono di più), con l'aggiunta di un po' di olio, aglio, prezzemolo e pan grattato.

Oppure fatti cuocere con un po' di burro (attentato e addio alla dieta :-)), sale e prezzemolo.

A cottura ultimata con l'aggiunta di fettuccine, a chi piace (a me tantissimo!!!!!) una passata sul fuoco con l'aggiunta di un cucchiaio di panna.
Uaoooooo.

Scritto da:  Antonella   | 29.06.06 19:56
---------------------------------------

Si Antonella, i funghi se raccolti con sufficiente perizia sono un vero dono della natura, saporiti e poi presenti in quasi ogni periodo dell'anno, solo speriamo che piova per averne di freschi presto.
Oggi passiamo ad una ricettina semplice per iniziare.

ciaooo.

Scritto da:  MarcoTuscany   | 30.06.06 08:46
---------------------------------------

Sono uno sviscerato cercatore di funghi, e vorrei proporvi una ricetta che secondo me e valida: si prende due porcini di media grandezza due ovuli e qualche galletto uno spicchio d'aglio e um po' di prezzemolo si mette in una padella il tutto tagliato a fettine sottili,olio quanto basta e qualche pomodorino a ciliegia,tutto a crudo. Si mette a cuocere la pasta quando e' quasi cotta si toglie e si butta nella padella e si fa saltare per tre quattro minuti. Provare per credere. Elio .

Scritto da:  Elio   | 05.09.06 14:30
---------------------------------------

Bene, grazie Elio. Proveremo alla prima occasione :-)

Scritto da:  fradefra   | 05.09.06 14:38
---------------------------------------

Elio, sai che mia mamma li fa anche cosi nello stesso modo? Confermo la ricetta semplice ma gustosissima, peccato che da noi di funghi per ora nemmeno l'ombra :-(

Scritto da:  MarcoTuscany   | 05.09.06 15:40
---------------------------------------

adoro i funghi buon inizio di settimana

Scritto da:  caravaggio   | 03.03.08 20:07
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter