Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Articoli della categoria Marketing

Vi informiamo che dovendo formare una nostra collaboratrice in stage, abbiamo organizzato per il giorno 22 febbraio 2013 un Corso di Comunicazione Online interno.

Ovviamente si tratta principalmente di comunicazione nel settore enogastronomico e della cucina, ma i temi sono utili a chiunque debba occuparsi di Marketing e Comunicazione Online di questo ed altri settori.

Si tratta di un corso interno, quindi informale, ma nonostante ciò completo e del tutto uguale a quello che normalmente YoYo - Formazione rotolante ha nel suo calendario come corso standard.

Ci è parso simpatico, quindi, l'aprirlo ad eventuali interessati esterni, al prezzo simbolico di 50 euro più IVA. Vi ricordo che siamo a Lonigo, in provincia di Vicenza.

Se siete interessati, scriveteci a fradefra@maisazi.it, vi daremo le indicazioni su come prenotarvi. Il 22 è vicino, fate in fretta.

 

Se per quest'anno avete una piccola cifra a budget per la visibilità online e non avete ancora deciso come impiegarla, ecco, allora leggete attentamente questo post.

Per il nostro Corso per Executive Chef stiamo cercando due sponsor che vogliano collaborare in cambio della visibilità che in molte forme ne deriva. La sponsorizzazione sarebbe usata per ridurre il costo del corso per gli allievi (tutte le altre spese sono già coperte economicamente). I nuovi sponsor si aggiungerebbero a Mercato del Gusto, venditore di spezie, sali ed aromi, e Officina Coltelli, che ci fornisce da anni i coltelli da cucina professionali che usiamo durante i corsi di cucina

(...)

 

Se la risposta alla domanda nel titolo è sì, allora forse questo post può interessarvi.

YoYo - Formazione rotolante ha messo a programma per il 30 marzo 2012 a Verona un corso sul Web Marketing e sulla Web Analytics dei siti di commercio elettronico. Il programma è al link che vi ho indicato, invece se volete registrarvi potete andare sulla pagina dei Servizi di Marketing enogastronomico e ristorativo di YoYo.

In pratica, una giornata di lavoro tutta dedicata al web marketing degli ecommerce, cosa importante perché chi si occupa dei siti che vendono online sanno quanto diverso sia questo tema rispetto a quelli apparentemente uguali per i siti vetrina ed i portali.

(...)

 

Se producete o vendete o lavorate nel campo dell'enogastronomia, della cucina, del food ed avete intenzione di aprire un sito di commercio elettronico, o semplicemente volete valutare se vi conviene o no, questo post potrebbe interessarvi.

YoYo - Formazione rotolante, la seconda scuola che fa capo alla proprietaria della Scuola di cucina maisazi ha organizzato il Corso sull'avviamento di un ecommerce enogastronomico, che si svolgerà il 12 aprile 2012 a Verona.

(...)

 

Oggi scrivo per dare un consiglio relativo al Web Marketing Enogastronomico, in particolare a chi di voi vuol avviare un nuovo progetto: fatevi un giro sul sito dell'azienda di Web Marketing Moca Interactive S.r.L. di Treviso.

Sapete che la Proprietà della Scuola di cucina maisazi gestisce anche YoYo - Formazione rotolante, che si occupa di Comunicazione e Marketing On Line. Con questa seconda attività ci occupiamo di formazione e consulenza nel campo del commercio elettronico enogastronomico e non solo, di pianificazione strategica nel campo dei progetti web.

(...)

 

Si aggiunge un nuovo sponsor all'evento Maisazi Five che, come ormai saprete, si svolgerà il 1° ottobre 2011 ed è organizzato dalla nostra scuola di cucina in collaborazione con Tradeplus Srl: DallaNatura, azienda che vende online prodotti cosmetici naturali.

Durante la festa, che si terrà presso l'Hotel Castelli di Montecchio Maggiore (VI), intratterremo i nostri ospiti con alcuni momenti formativi, parleremo di coltelli, pentolame, vari prodotti enogastronomici e anche di cosmesi naturale. E già, perchè i cuochi devono detergere spesso le loro mani e non solo, le dovono anche curare. E cosa c'è di meglio di prodotti cosmetici naturali che non contaminano chimicamente gli alimenti?

I prodotti che verranno mostrati durante l'evento saranno dati in premio ad alcuni fortunati partecipanti ed inoltre a tutti gli intervenuti, il gentile sponsor, regalerà un piccolo kit di benvenuto per provare i prodotti e uno sconto per il primo acquisto sul sito.

A breve altri sponsor si aggiungeranno. Stay tuned

 

Leggevo qualche giorno fa nella newsletter che mi arriva ogni giorno da Enotime di come è andato il fatturato del 2009 per il settore alimentare sul canale di vendita on-line prendendo spunto dalla ricerca della Cia-Confederazione italiana agricoltori.

Purtroppo il settore fa fatica a decollare e, nonostante si sia registrato un incremento del 15% rispetto al 2008, il nostro Paese insieme alla Spagna, rimane all'ultimo posto in Europa nella classifica per quanto concerne gli acquisti on-line.

Le motivazioni sono varie: mancanza di infrastrutture adeguate come la banda larga, paura di truffe, la preferenza del "toccare con mano" acquistando direttamente nei negozi e supermercati, i costi delle spedizioni troppo elevati e una sfiducia generica nel commercio elettronico. In Italia, infatti, siamo sempre stati restii agli acquisti per corrispondenza, che invece in Gran Bretagna (senza parlare degli USA e dell'Australia) hanno sempre riscosso un buon successo.

(...)

 

Sto organizzando un test di usabilità per un sito di commercio elettronico che vende pentolame ed accessori. Il campione sarà composto da 10 persone che potranno venire a effettuare il test a Milano o a Lonigo (VI).

Lo scopo del test è quello di capire se il sito è facile da utilizzare oppure se gli utenti hanno problemi in qualche fase del processo di acquisto. Ogni test durerà circa mezz'ora e ad ogni partecipante verrà regalata una pentola per ringraziarlo di essersi reso disponibile.

Le persone interessate a partecipare dovranno chiamarmi al 340.7159429. Durante la telefonata avrò bisogno di fare alcune domande per capire se la persona ha le caratteristiche necessarie per rientrare nel campione.

 

La copertina di casaviva di Gennaio 2010.Questo mese siamo su Casaviva, una delle riviste di arredamento a tiratura nazionale più lette.

All'interno del servizio Fantasia al potere, in cui si parla di creatività e curiosità come strumenti importanti per vivere meglio, in armonia con il mondo, viene riportato il nostro corso Fare il pane con fantasia.

La citazione al corso sul pane su Casaviva di gennaio 2010.

 

La redazione di Casaviva ci aveva contattato a dicembre dello scorso anno dicendoci che aveva trovato il nostro corso interessante e che voleva inserirlo nel prossimo numero della rivista. Abbiamo ovviamente accettato e aspettato di vedere la nostra scuola di cucina citata in una rivista conosciuta

Oltre alla soddisfazione personale della cosa in sé, una persona ci ha già contattato dopo aver letto l'articolo per chiedere informazioni sul corso.

 

Ok, finito il Maisazi night, stiamo già pensando al prossimo evento. Ormai ci conoscete, almeno una volta all'anno abbiamo voglia di incontrarvi. Dal 2006, anno della nostra nascita, si sono susseguiti il Maisazi Party (con al suo interno il Candle Trophy), il Maisazi Food Event, il Maisazi Day, il Maisazi Night, quindi anche l'anno prossimo abbiamo in programma un evento enogastronomico.

A dirla tutta, sarà una giornata tutta centrata sulla cucina, si svolgerà nella primavera 2010, vedrà coinvolti sette o otto cuochi, ovviamente il tutto gratuitamente per il pubblico che potrà degustare ciò che sarà preparato.

(...)

 

L'ufficio dove teniamo il corso sui comunicati stampa.In un momento di crisi come quello attuale, la visibilità dell'azienda diventa ancora più importante e se siamo operatori dell'enogastronomia, se abbiamo un ristorante, un wine bar o un altro locale di tendenza, dobbiamo far di tutto per essere al centro dell'attenzione, possibilmente senza spendere milioni di euro

Durante il corso sui comunicati stampa che teniamo nella nostra sede di Lonigo (uno è il 3 febbraio 2009), insegniamo proprio questo: quali sono i vantaggi di una buona comunicazione stampa, come si scrive un comunicato e come si diffonde.

(...)

 

Beh, se vi state chiedendo cosa c'entrino i corsi PPC con l'enogastronomia, allora seguitemi un attimo, perché in realtà AdWords ed in generale le forme di Pay per Click sui motori di ricerca dà importanti contributi a tutti gli operatori del settore enogastronomico italiano. Questo che sia gestori di un sito di commercio elettronico di prodotti tipici regionali, che si produca e venda vino, che si abbia negozi o enoteche o che si produca e commercializzi strumenti ed apparecchiature.

Senza metterli in ordine di importanza, vediamo quali possono essere i vantaggi di questo modo d'essere visibili sui motori di ricerca, che non si contrappone al posizionamento del sito, ma che è complementare e che se ben sfruttato migliora anche il posizionamento stesso.

(...)

 

Il 16 ottobre 2008 c'è stata la presentazione dei risultati della ricerca Maisazi Compra, sulle difficoltà nelle fasi di acquisto on-line da parte di utenti alla prima esperienza.

Dato che diversi di voi non sono riusciti a venire e ci avevate chiesto d'avere la documentazione, eccovi la possibilità di scaricare il materiale.

Con un click sul link Risultati Maisazi Compra, potete effettuare il download di un file compresso con ZIP che contiene la presentazione in formato Powerpoint ed un PDF con tutti i fenomeni riscontrati.

Il 27 ottobre 2008, invece, tireremo le somme delle visite ricevute, per l'assegnazione del regalo di cui parlavamo nel post con l'annuncio ufficiale dell'evento.

Buona lettura.

 

Il sito di Comunicati Stampa Strillovolante.Strillovolante, il sito di Comunicati Stampa recentemente nato, ha organizzato un corso di scrittura di Comunicati Stampa al quale è possibile partecipare gratuitamente, se si sono scritti ed inseriti almeno due Comunicati, anche se non approvati.

Nell'Enogastronomia è importante una buona Comunicazione e la diffusione di Comunicati Stampa è uno dei modi per diffondere le notizie sugli eventi che si organizzano, sui nuovi prodotti messi in vendita, sull'andamento della vendemmia.

(...)

 

Se volete che i vostri Comunicati Stampa siano pubblicati su maisazi.com, mandateceli brevi.

Quando ci inviate una email con un allegato di un MB, una foto ed un invito, forse pensate di farci una cortesia, di darci le informazioni che ci servono, di facilitarci il lavoro, in realtà ci state procurando un danno.

Un allegato di un MB implica una trasmissione di due MB. Per scaricarlo impieghiamo 10 minuti, durante il quale ogni attività di comunicazione con la rete è intasata. Inoltre, rischiate di saturare la disponibilità delle nostre mailbox.

(...)

 

Il logo del sito di comunicati stampa Strillovolante.Da qualche giorno è nato Strillovolante, il nuovo sito di Comunicati Stampa che abbiamo creato per voi operatori del settore enogastronomico.

Strillovolante ha l'obiettivo di fornire a giornalisti, blogger ed autori di contenuti, spunti quotidiani attorno ai quali scrivere i propri articoli.

Chi di voi si occupa di Marketing, Pubbliche Relazioni, Comunicazione e Relazioni Stampa, nel settore enogastronomico e non solo, può inserire i propri Comunicati Stampa in modo gratuito.

(...)

 

L'avevo notato in una delle mie "scorribande" alla ricerca di prodotti da acquistare on-line e continuavo a dire che lo volevo. Oggi mi sono decisa a comprare on-line il sale blue di Persia e mi sono detta: "Perchè non farlo in diretta, coinvolgendo i nostri visitatori durante l'acquisto?" Scrivo l'articolo proprio mentre faccio l'acquisto e non dopo averlo fatto, magari un video sarebbe stato più carino, sorry, il tempo è tiranno

Faccio una ricerca in Google con al chiave "sale blu di persia" perchè non mi ero messa tra i preferiti il sito dove l'avevo visto e dalla SERP (la pagina coi risultati di un motore di ricerca) scelgo due siti che ho già navigato. Uno lo vende all'interno di un macinasale e costa 9,5 eu per 40 gr, l'altro invece in un barattolo di vetro e costa 18,30 eu per 200 gr. Scelgo ovviamente il secondo, il macinasale non mi interessa e quindi mi conviene di più la confezione da 200 gr.

Il sito, Rifugio del gusto, non mi dispiace e ad un primo impatto la sensazione è positiva. Leggo che chi gestisce il sito ha un negozio fisico, una enoteca-enogastronomia. Da un certo punto di vista questo è positivo, esiste qualcosa di fisico e non si tratta, probabilmente, di qualcuno che dall'oggi al domani ha iniziato a vendere prodotti enogastronomici.

(...)

 

Come sapete, ci occupiamo di ricerca nel campo della vendita on-line del settore enogastronomico (e non solo). Beh, girando in lungo e in largo per siti di commercio elettronico, la tentazione di acquistare prodotti tipici alimentari è fortissima, dato che continuamente si trovano cose intriganti, come il Nocillo o dell'Estratto di fichi (che abbiamo sempre in cucina) o i Cesti Natalizi per il 2008 o uno dei tanti vini delle enoteche online.

(...)

 

Il nostro centro di formazione, YoYo - formazione rotolante, ha appena pubblicato il calendario dei corsi web marketing, per l'anno accademico 2008/2009 e vorrei parlarvene un po'.

Su questo blog, maisazi.com, trattiamo di enogastronomia, cucina, ristorazione, alimentazione. Tutto ciò potrebbe sembrare poco attinente al calendario suddetto, invece non è così.

Tra voi lettori, molti sono operatori del settore enogastronomico, produttori di vino, cuochi, proprietari di ristoranti, fornitori di strumenti per la ristorazione, ecc.

(...)

 

Continuiamo con gli acquisti previsti dal progetto Maisazi Compra è ormai arrivato al termine. In attesa della presentazione pubblica dei risultati, vi forniamo le indicazioni ricavate dall'ultima prova di acquisto fatta, stavolta su Granshop.

Come alcuni di voi sanno, sono Responsabile Web Marketing del sito esaminato. Abbiamo voluto, in sostanza, avere la visione contemporanea di un capo e l'altro del processo di vendita. Da una parte abbiamo osservato il soggetto che volontariamente ha effettuato l'acquisto, dall'altra abbiamo verificato cosa avveniva in termini di acquisizione dell'ordine e successiva evasione.

(...)

 

La Federdistribuzione è l’organismo di coordinamento della distribuzione moderna che di recente ha commissionato un’indagine a Cermes-Università Bocconi per rilevare l’opinione degli italiani per l’estensione delle aperture alla domenica di iper; super e suprette.

I risultati sono stati davvero sorprendenti, infatti ben 8 italiani su 10 ne sono favorevoli, c’è da sottolineare che l’iniziativa garantirebbe con l’apertura domenicale per solo la metà delle domeniche, 9mila posti di lavoro in più solo nella grande distribuzione organizzata e ben 15mila in più nel resto del settore del commercio.

(...)

 

Continuiamo con gli acquisti previsti dal progetto Maisazi Compra e stavolta tocca ad Olio Carli, sito di commercio elettronico dell'omonima e famosa azienda olearia.

Alla decisione di questa prova ci siamo arrivati perché ad un convegno organizzato da IPSOA sulla multicanalità, era presente uno dei Direttori di Olio Carli, che aveva presentato la struttura con la quale affrontavano l'evasione off-line ed on-line degli ordini, ovviamente relativi all'olio extravergine di oliva. Non ricordo, onestamente, il nome della persona, ma ci aveva incuriosito il fatto che avesse detto che si sentivano un po' indietro rispetto al panorama on-line.

(...)

 

In occasione del recente Vinitaly 2008 Iri ha stilato una classifica con i vini DOC, DOCG e IGT più venduti nella GDO nel corso del 2007.

Chianti, Montepulciano e Nero d'Avola si sono aggiudicati le prime tre posizioni, in verità non è una novità in quanto questi tre vini ormai da tempo sono tra i più venduti e seppur il chianti da tempo ha dato segni di stanchezza, attualmente non si intravedono altri vini in grado di detronizzarlo.

Ovviamente ci sono dei vini emergenti, alcuni con tassi di crescita sensibilmente significati, come per esempio il Negroamaro del Salento, il Morellino di Scansano e la Falanghina del Sannio.

(...)

 

Chi di voi ci legge mediante i Feedreader, avrà notato uno strano raddoppio di tutti i nostri post.
Cos'è successo?

Semplice. Abbiamo apportato delle modifiche per avere indicazione dai nostri sistemi di Web Analytics sul numero di visite che riceviamo dai Feed RSS.

Per risolvere il problema e tornare alla solita visualizzazione, basta che cancelliate il Feed e lo ricarichiate.

(...)

 

Il 16 ottobre 2008 a Milano

si svolgerà la

Presentazione dei risultati della Ricerca Maisazi Compra

cui tutti siete invitati a partecipare gratuitamente

 

Giunta ormai alla fine, la ricerca Maisazi Compra sta studiando dal 2007 le difficoltà che i navigatori senza esperienze di acquisto on-line hanno al loro primo tentativo su un sito di commercio elettronico.

La ricerca s'è posta l'obiettivo di rilevare fenomeni legati allo stress ed al carico cognitivo, per dare indicazioni ai gestori di e-commerce su come facilitare al massimo il processo di scelta, messa nel carrello e conferma dell'ordine, per il segmento dei navigatori alla prima esperienza di acquisto on-line.

Dato che solo il 5% degli italiani effettua shopping on-line, si sta tentando di capire come rendere quest'ultimo più semplice, gradevole ed emotivamente ricco, in modo da invogliare il restante 95%, o quanto meno renderglielo possibile senza troppe conoscenze tecniche.

La ricerca è basata sull'osservazione diretta di soggetti che si sono volontariamente prestati, senza precedenti esperienze di acquisto. Forniti di una carta di credito prepagata, sono stati invitati ad un acquisto reale su vari e-commerce del settore enogastronomico italiano, con lo scopo di evidenziare eventuali momenti di stress e le relative motivazioni.

(...)

 

La ricerca Maisazi Compra è ormai prossima alla conclusione e stiamo iniziando ad organizzare l'evento che presenterà alla comunità i risultati. Chi ci segue sa già di cosa si tratta, è uno studio delle difficoltà che incontrano nelle fasi di acquisto on-line i navigatori alle prime esperienze.

Non sto a farvi perder tempo e vengo al sodo. Cerchiamo un'azienda interessata a sponsorizzare l'evento in cambio dei sei mesi minimi di visibilità che ne deriveranno. Visibilità di ottimo livello ed immagine. Si parla di una ricerca importante, unica in Italia, resa possibile solo grazie al sostegno di Clicca e Gusta, Compagnia delle Puglie ed Everywine.biz, che ci hanno creduto e che ringraziamo.

(...)

 

Eccoci giunti alla conclusone del progetto Incontriamo le aziende vinicole partito lo scorso anno. Avevo già parlato di quanto il progetto mi fosse piaciuto, di come l'esperienza sia stata molto affascinante e del fatto che abbia potuto crescere sul piano conoscitivo e umano nel precedente post Incontriamo le aziende vinicole: una bella esperienza.

Il quadro che se ne ricava è sostanzialmente una poca propensione verso la pubblicità in generale, sia di tipo tradizionale, sia on-line. Le motivazioni sono tutte raccolte nel documento finale e si possono riassumere con alcune parole chiave:

  • tradizione
  • lavoro in cantina
  • qualità del prodotto
  • poca informazione
(...)

 

Se volete imparare a scrivere Comunicati Stampa ottimizzati per i motori di ricerca, venite al corso sulla scrittura dei comunicati stampa che il giorno 1 aprile 2008 terrò a Milano.

Scrivere un Comunicato Stampa al mese e diramarlo tramite i molti circuiti gratuiti esistenti sul Web, vi consente di dare visibilità al vostro marchio, di avere un leggero aumento di visitatori e di migliorare il posizionamento del vostro sito, se lo avete.

(...)

 

Le interviste con le aziende vinicole sono ormai giunte al termine e in questi giorni mi accingo a scrivere la relazione finale in cui metterò in luce i fenomeni maggiormente interessanti che ne sono emersi. Ovviamente alcuni di essi rispecchiano la maggior parte delle aziende vinicole medio piccole, altri sono più vicini ad alcune di esse e magari meno ad altre.

Al di là di ciò che ne ricaverò a livello di informazioni, è stata davvero una bella esperienza. Ho potuto confrontarmi con varie figure del mondo vinicolo, dall'enologo all'agronomo, dall'addetto marketing (che difficilmente però faceva solo quello ) al proprietario, che spesso rimane più in cantina che in ufficio a "dirigere" l'azienda e altro ancora.

Ogn'uno di essi mi ha dato qualcosa, sono cresciuta, e non solo perchè ho appreso informazioni sul vino che prima non conoscevo e potuto visitare ben 10 diverse cantine, ma perchè spesso c'era uno scambio di idee e di vedute sul mondo del vino e non solo, che ha reso il tutto umanamente molto bello.

(...)

 

Se mi chiedessero cosa è più trendy nel food in questo momento, non esiterei a rispondere dicendo la leggerezza!

Una risposta dovuta non esclusivamente a quanto si potrebbe supporre maggiormente, ovvero per l'apporto calorico; rispondendo leggerezza mi riferisco anche alla praticità nella preparazione.

I piatti con queste caratteristiche sono destinati a diventare delle star del food business; grazie alla loro versatilità infatti, secondo i risultati di uno studio effettuato da ACNielsen bel il 87% dei consumatori intervistati ha dichiarato di far ricorso ai ready meal.

(...)

 

Visto che già nel titolo c'è la parola "fast" che come sapete significa veloce, eccomi qui oggi con un articolo che della velocità farà il suo fulcro dominante.

La velocità degli italiani nel fare la prima colazione, la velocità con cui leggerete il post che sarà molto breve.

Secondo una recente ricerca fatta da GfK Eurisko-Kellog's quasi la metà degli italiani dedica meno di dieci minuti alla prima colazione.

(...)

 

Il negozio che vende on-line strumenti ed attrezzature per cuochi, ristoratori ed appassionati di cucina.Se vi piace scrivere di enogastronomia o di cucina, se volete pubblicare una vostra ricetta o dare un consiglio sulla cucina, da oggi potete farlo su Toomaki, il negozio on-line di strumenti per i cuochi, la ristorazione e gli appassionati dei fornelli.

In cambio avrete la possibilità di firmare i contenuti e mettere tre link (senza no-follow, per i soliti patiti del Web Marketing ) di cui uno al vostro sito.

(...)

 

Il progetto Maisazi Compra prosegue lo studio delle difficoltà che i potenziali clienti senza esperienza hanno nelle fasi di acquisto on-line. Stavolta abbiamo effettuato due cicli d'acquisto sul sito La Putia, che vende prodotti enogastronomici tipici della Sicilia.

Allo staff de La Putia, chiariamo da qui che le considerazioni esposte in questo articolo non sono relative ai prodotti acquistati, ne che vogliamo fare critiche al sito o al servizio. Ci limitiamo a riportare quanto il soggetto volontario ci ha indicato e ciò che noi abbiamo osservato intanto che acquistava. Il punto non è stabilire se il cliente ha torto o ragione, ma capire quale sia la sua percezione del processo d'acquisto e quale lo stress accumulato e perché.

Sono passati tre mesi o più dall'ultimo report e c'è un motivo. In realtà un ciclo s'è saltato a causa di problemi gravi incontrati con un precedente acquisto di cui non abbiamo pubblicato nulla, su un altro sito. Ne parleremo in modo anonimo in un altro post (non vogliamo creare grane a nessuno).

Abbiamo dovuto rifare il test cambiando sito, quindi, e stavolta la scelta è andata su La Putia, che abbiamo trovato mediante una ricerca sui Motori. Il soggetto volontario stavolta si chiama Elisa, lavora in un'agenzia di viaggi, molto pratica di Internet, ovviamente, invece non compra on-line nulla che non sia attinente a viaggi e prenotazioni turistiche. L'esatto esempio di una persona che oggi non è cliente enogastronomico, ma che potrebbe diventarlo in qualunque momento, se qualcosa la stimolasse in modo opportuno.

Ecco il resoconto di ciò che è successo

(...)

 

Prosegue la ricerca Maisazi Compra di cui a breve pubblicheremo i risultati dell'ultimo test di acquisto. Nel frattempo volevamo informarvi del fatto che dopo essere stato oggetto di una precedente serie di test, ne avevamo parlato in Acquisto on-line Cliccaegusta.com, il sito di commercio elettronico di prodotti enogastronomici Clicca e Gusta ha deciso di aiutarci a portar avanti il nostro progetto.

Clicca e Gusta, che vende sul proprio sito prodotti enogastronomici, si unisce così a Everywine.biz, vini italiani e stranieri, e Compagnia delle Puglie, prodotti tipici pugliesi, nel sostenere le attività di Maisazi Compra, che come potete immaginare hanno un discreto costo.

(...)

 

Vorrei sottoporvi un piccolo sondaggio.

Quando andate a comprare una bottiglia di vino, avete già idea del tipo o della marca da acquistare oppure fate la scelta direttamente in enoteca o al supermercato?

Un grazie in anticipo a chi vorrà rispondere :-)

 

Continua il progetto Maisazi Compra, nel mese di ottobre abbiamo comprato un coltello spelucchino Global ed un asciuga decanter sul sito Collini1955.com, un e-commerce enogastronomico classico.

Per evitare fraintesi, facciamo una premessa. Il resoconto non vuol dare indicazioni sulla qualità dei prodotti ne tanto meno indicazione di cosa acquistare o no. Si tratta, invece, del racconto delle due prove di acquisto e vogliamo concentrarci sulle difficoltà che il volontario ha avuto, indipendentemente dal fatto che avesse torto o ragione a far una certa cosa.

Questo mese, oltre all'acquisto fatto da me, abbiamo chiesto ad un conoscente proprietario di un vicino negozio di telecomunicazioni. Abbiamo scelto lui perché è decisamente contrario all'acquisto on-line a causa di brutte esperienze di cui ha saputo indirettamente. Volevamo, quindi, sperimentare se un sito di commercio elettronico sia in grado di vendere anche a soggetti di questo tipo ed in che situazioni.

Notate che Diego, questo il nome del soggetto, era fermamente convinto di non riuscire a completare l'operazione senza l'aiuto di qualcuno.

Vediamo il resoconto, quindi

(...)

 

Nell'ambito delle nostre attività di marketing enogastronomico, abbiamo avviato un nuovo progetto. Nei prossimi mesi Mariangela Balsamo (la leggete su questo blog con la firma di copertina75) intervisterà le aziende vinicole del Veneto e non solo.

Scopo delle interviste è comprendere il livello di interesse che i viticoltori, gli enologi e gli operatori di questo settore hanno per Internet ed il Web Marketing. Troppo spesso, infatti, vediamo siti approssimativi, con informazioni per lo più incomplete, quando addirittura non al di sotto dell'immagine dell'azienda. Ci chiediamo, quindi, se ciò derivi dal fatto che non vi sia interesse per l'on-line o se è dato da problemi di diversa natura (budget, risorse umane, ecc. ecc.)

(...)

 

Un corso interessante (scusate, sono di parte ), quello AIB - Assaggiatori Italiani Balsamico ha organizzato il 7 ed 8 novembre a Modena. Comunicare con successo il Food & Beverage è il titolo, i relatori saranno Simonetta Norscia che per conto di AIB coordina la realizzazione di eventi sensoriali legati all'Aceto Balsamico di Modena e Francesco de Francesco, che poi sarei io (ed ecco il motivo per cui sono di parte).

Di che si parlerà?

Beh, ovvio no? Comunicazione stampa legata all'enogastronomia, l'importanza dei sensi, i rapporti emotivi, progettazione strategia dell'esperienza sensoriale, ecc.

A chi è indirizzato il corso? Direttori e responsabili marketing del settore enogastronomico, product manager, brand manager e imprenditori.

Per avre maggiori informazioni e i prezzi scrivete a info@norscia.com.

 

Nell'ambito del progetto Maisazi Compra stavolta abbiamo fatto due acquisti sul sito Cliccaegusta, un e-commerce enogastronomico classico.

Prima di iniziare, facciamo una premessa per evitare i fraintendimenti verificatisi con l'acquisto su Italian Wine Shop. Questo resoconto non vuol dare indicazioni sulla qualità del sito o dei prodotti. Si tratta, invece, di una registrazione di ciò che è avvenuto nelle due prove di acquisto. In sostanza, vogliamo concentrarci sulle difficoltà che il soggetto che volontariamente s'è prestato alla prova ha avuto, indipendentemente dal fatto che avesse torto o ragione a far una certa cosa.

Non ci poniamo l'obiettivo di stabilire se il sito debba essere modificato o se il soggetto debba modificare il suo modo di operare. Ci limitiamo a dire quanto è avvenuto. I proprietari del sito Cliccaegusta o di altri siti di commercio elettronico leggendo potranno stabilire se quanto riportato è di loro interesse e possa servirgli a qualcosa o no.

Il fatto che non vi siano considerazioni sugli aspetti positivi del sito non deve far pensare che non vi siano motivi apprezzabili per visitarlo ed acquistare qualcosa, ma è motivato dal fatto che questo report ha l'obiettivo di evidenziare i fenomeni negativi accorsi per consentire alla comunità enogastronomica (e non solo) di migliorare i propri e-commerce.

Iniziamo

(...)

 

Dopo un anno di studio e preparativi, Mariangela Balsamo e Francesco de Francesco (che poi sarei io, fradefra ) concretizzano il progetto Toomaki.

Toomaki è un negozio on-line specializzato nella vendita di strumenti per i cuochi e gli appassionati della cucina classica e creativa. Accanto ai coltelli ed alle pentole professionali, troverete piastre ad induzione, accessori di ogni genere, macina pepe e sale, bilance da cucina, contaminuti e molto altro ancora. Tra i prodotti vi saranno molte varietà di sale, oli da usare in cottura, spezie ed aromi.

Sul sito, un e-commerce dell'ultima generazione, saranno posti in vendita solo prodotti e strumenti selezionati e spesso testati dal laboratorio di maisazi.com. Vi sarà sempre attenzione alla qualità, alla funzionalità, alla sicurezza ed all'ergonomia.

(...)

 

Vi ho già scritto in Vinix, viva il Social Networking enogastronomico della mia iscrizione al circuito.

Come vi dicevo, l'ho fatto anche per valutare le potenzialità di questo network enogastronomico, perché, diciamocela tutta, in questo settore le possibilità on-line di fare comunità non è che siano tantissime.

Bene, mi fa piacere dirvi che per esperienza diretta posso sostenere che ho avuto due riscontri positivi, di uno proprio oggi.

Una persona della comunità ha notato la mia iscrizione, s'è interessata a maisazi.com, ha letto la comunicazione del corso sui comunicati stampa, s'è iscritta. Mi pare una cosa che sicuramente va detta, non tanto per l'aspetto economico, quanto per la dimostrazione di quanto contino le relazioni on-line.

(...)

 

In Granshop, il sito che vende on-line elettrodomestici, prodotti e robot per la casa e strumenti di cottura e taglio per la cucina, sia domestica sia professionale, è stata inserita una sezione riservata ai corsi.

Attualmente sono presenti i corsi di cucina operativa e quelli di degustazione del vino. Nel prossimo futuro ne inseriremo ancora. Anzi, a questo proposito, se vi occupate di formazione su temi in qualche modo collegabili alla casa o alla cucina (ad esempio, il corso di ceramica o gli stessi corsi di cucina o altro ancora), contattatemi scrivendomi a fradefra@maisazi.com. Prenderemo volentieri in considerazione l'estensione del catalogo.

(...)

 

Dunque, visto che l'anno scorso abbiamo proposto alcuni cesti natalizi, Per Natale una cassetta di vino e sottoli, I cesti natalizi di Everywine, erano alcuni, anche quest'anno vorremmo proporvi qualcosa.

Se state preparando un vostro cesto natalizio, scriveteci qualcosa. Se lo troveremo interessante, pubblicheremo la foto che ci inviate e qualche informazione.

Naturalmente, se volete una recensione più completa, mandatecelo che ne assaggiamo i prodotti

(...)

 

Recentemente mi sono iscritto a Vinix, il circuito di Social Networking enogastronomico che Filippo Ronco di L'anno scorso Filippo me ne aveva parlato ed io gli avevo dato un'occhiata ripromettendomi di soffermarmi con più attenzione più avanti. Se non ricordo male, avevo anche dato qualche indicazione con alcuni commenti sul suo blog. Poi, con le tante cose da fare, come al solito, mi era sfuggito di mente.

Come vi dicevo, qualche giorno fa ci sono tornato e, devo dire, con sorpresa vi ho ritrovato molti dei nomi conosciuti della blogosfera vinicola e non solo. Inoltre, gli sviluppatori hanno creato una piattaforma veramente completa, con funzioni ben congegniate per l'interattività di gruppo.

(...)

 

Piccolo problema, sul post Acquisto on-line su Italian Wine Shop, un rappresentante dell'azienda ha posto un commento, che per la lunghezza, il numero dei link o non so altro cosa, è stato bloccato dall'antispam. Vista la lunghezza, lo inserisco io manualmente, dato che ci teniamo alla traparenza, scusandomi sin d'ora con Italian Wine Shop per qualche mio maldestro errore, visto che ho dovuto riportare uno ad uno tutti gli effetti (non sono riuscito con i sottolineati) ed i link.

Prima di riportarlo, vorrei dare una prima sommaria risposta, credo e spero chiarificatrice.

Noi abbiamo stima del sito e dell'azienda Italian Wine Shop che seguivamo anche prima. di questo acquisto. Nella mia cucina c'è un blocco note che ci è arrivato assieme a vostro vino inviatoci da un vostro partner nel mese di settembre 2006. La stessa Angela, ad alcune nostre domande poste a fine sessione ha risposto in modo molto positivo. Le risposte sono raggiungibili a questo link su YoYo - Formazione rotolante.

(...)

 

Dopo il test di cui vi avevamo esposto i risultati nel post Acquisto on line su D-mail.it, abbiamo proseguito con il primo acquisto del progetto Maisazi Compra. Questa volta si è deciso per una bottiglia di vino da acquistare on line sul sito Italian Wine Shop che fradefra conosceva già per aver ricevuto in passato dei regali. Per noi avevamo deciso per un Sauternes di buon livello, mentre alla persona volontaria abbiamo dato modo di scegliere ciò che preferisse, senza superare il budget di 50 euro comprese le spese di spedizione.

L'acquisto è stato fatto prima da fradefra e successivamente da una persona volontaria, Angela, mentre, in entrambi i casi, io registravo caratteristiche e fenomeni. Per l'attività è stato usato un notebook con Windows XP Home Edition, 1280x800 pixel sul display.

Caratteristiche del sito

La home è densa di informazioni, componenti attivi e promozioni e risulta abbastanza confusa.

Il sito consente di effettuare una ricerca testuale mediante digitazione di una stringa di caratteri, inoltre sopra il box di ricerca vi sono alcune tendine di selezione: produttore, denominazione, nome denominazione e regioni. Queste ultime non sono molto user-friendly e presentano alcuni problemi. E' possibile effettuare la ricerca anche tramite categorie, ma la visualizzazione dell'elenco dei vini di una categoria è piuttosto confuso, inoltre l'abbinamento vino/categoria è univoco.

(...)

 

Post riservato a chi si occupa di web marketing enogastronomico, parliamo di landing page.

Come vi avevo annunciato nell'articolo Parte il progetto delle landing enogastronomiche, ho avviato uno studio su alcune caratteristiche che le landing page dovrebbero avere per il settore enogastronomico.

In particolare, gli aspetti che mi interessa approfondire è l'incidenza sulle conversione della lunghezza della pagina e della presenza dei link al resto del sito.

(...)

 

Del progetto Maisazi Compra ormai vi abbiamo detto tutto, siamo partiti con il primo acquisto on-line, preparatorio al vero e proprio benchmarking che seguirà nei prossimi mesi.

Per mettere assieme le prime impressioni e preparare un modulo che poi ci guiderà nei successivi test, abbiamo acquistato un porta calici da sottomensola ed una bilancia di precisione per la cucina sul sito di commercio elettronico D-Mail.

L'acquisto è stato fatto da copertina75 da un Internet Point di Milano, intanto che io registravo caratteristiche e fenomeni. Per l'attività è stato usato un notebook con Windows XP Home, browser Firefox e 1024x768 pixel sul display.

(...)

 

Il progetto Maisazi Compra, di cui vi abbiamo dato anticipazioni in Maisazi Compra: acquisti enogastronomici on-line, parte oggi, 11 luglio 2007, dopo aver espletato i necessari preparativi iniziali.

Su questo post, quindi, indichiamo le specifiche dello studio, che si inserisce nel quadro di attività di marketing enogastronomico che maisazi.com sta conducendo e che proseguiranno nel 2008.

(...)

 

Beh, che dire? Ne siamo felici

L'enoteca on-line Everywine.biz, e-commerce di vini italiani e stranieri, è il primo sponsor del progetto Maisazi Compra col quale abbiamo concluso la trattativa.

Ne siamo contenti perché si consolida una partnership che dura ormai da quasi un anno, dato che Angelo è stato uno dei promotori della precedente ricerca ed averlo con noi anche in questa nuova avventura ci pare essere il naturale proseguimento del percorso che stiamo facendo nel Web Marketing Enogastronomico e nell'e-commerce del settore.

(...)

 

Parte oggi un nuovo progetto di maisazi.com legato allo studio delle difficoltà di acquisto on-line nel settore enogastronomico.
Abbiamo stanziato un piccolo budget che ci consentirà uno o due acquisti mensili, fatti su e-commerce sempre diversi, col fine di verificare qual è lo stato attuale degli e-shop legati al mondo dell'enogastronomia.

Compreremo di tutto, dall'olio extravergine di oliva al vino, dalle pentole ai coltelli, dal piccolo spremiagrumi al robot da cucina, dalla confettura di fichi ai sottaceti.
Faremo sempre due acquisti separati: uno da parte nostra, per farci un'idea basata sulla nostra esperienza; il secondo acquisto lo faremo fare a persone che non hanno esperienza di acquisti on-line o che ne abbiano in misura minima.

(...)

 

Dopo un mese di lavoro, sono finalmente riuscito ad inserire sul blog il pacchetto di analisi delle visite Google Analytics, togliendo il precedente TraceWatch.

Il nuovo strumento, anche se ha qualche limite rispetto a ciò che vorrei fare, mi consentirà comunque di studiare i dati relativi alle conversioni ed ai link seguiti qui sul blog.

Nell'ambito del web marketing enogastronomico, infatti, parecchie cose sono ancora da assodare, quindi questa sostituzione si imponeva.

(...)

 

Ciao a tutti.

Con questo post vogliamo annunciarvi che abbiamo creato una nuova categoria dedicata al Marketing Enogastronomico in cui inseriremo i sempre più numerosi post legati a questo importante aspetto del nostro settore.

Si parlerà di visibilità sui motori di ricerca, di posizionamento dei siti, di ricerche nel campo degli acquisti on-line, di pubblicità del settore enogastronomico ed in generale di tutto ciò che rientra nel marketing, ovviamente per i nostri argomenti.

(...)

 

Ok, chi di voi si occupa di web marketing enogastronomico lo sa, gli altri probabilmente si staranno chiedendo cosa sia una landing.

Una landing è una pagina di accoglienza di un visitatore proveniente da un motore di ricerca, scritta in modo da presentargli un prodotto o un servizio di modo che lui possa in qualche modo manifestare il suo interesse, di solito per mezzo di un pulsante che consente di acquistare o prenotare o mediante l'invio di una email di richiesta informazioni.

(...)

 

Il 12 giugno scorso c'è stata la presentazione dei risultati della ricerca sulle difficoltà degli utenti quando acquistano on-line nel settore enogastronomico che maisazi ha commissionato e che io ho condotto.

Non sto qui a riassumervi quali sono i principali risultati, potete trovare delle utili indicazioni nel post di B2Commerce. Ringrazio Roberto Fumarola per i suoi precisi e veloci commenti.
(...)

 

Una domanda semplicissima, potete rispondere nello spazio commenti in basso.


Perché l’olio extravergine di oliva non lo comprate da un negozio on-line?


[Aggiunto il 6 novembre 2008]
Si pregano i produttori e venditori di olio a non rispondere con la semplice promozione del proprio prodotto. Questo articolo non è stato fatto per fare pubblicità, ma per rilevare le motivazioni che impediscono l'acquisto on-line dell'olio.
Ogni commento puramente promozionale sarà cancellato, così come sono stati cancellati i precedenti dello stesso tipo.

Chi ha interesse a promuovere il proprio prodotto, cosa non di per sé negativa, anzi, ci scriva all'indirizzo fradefra@maisazi.com.

 

Siamo giunti alla fine delle sessioni di navigazione con i partecipanti della ricerca, che maisazi.com ha commissionato e che io ho condotto. Inizialmente il nostro traguardo era arrivare ad avere 100 partecipanti. Siamo arrivati a 47, riscontrando nelle ultime sessioni una linearità dell'incisione dei fenomeni. In altre parole, quando non si riscontra nessun nuovo fenomeno importante ai fini degli obiettivi della ricerca, è inutile e dispendioso, in termini di tempo e denaro, proseguire.

Come scriveva fradefra nel post 12/6/2007: i risultati della ricerca sulle difficoltà negli acquisti on-line, il 12 giugno prossimo vi sarà un evento in cui saranno esposti i risultati del lavoro svolto. In questo momento ho iniziato l'analisi dei dati e contemporaneamente predisposto una mappa mentale del documento finale che verrà consegnato ai partecipanti all'evento. Successivamente , come dicevamo inizialmente nel post Interazione tra i navigatori e i siti enogastronomici di commercio elettronico, sarà scaricabile gratuitamente dal sito.

(...)

 

La ricerca prosegue e mi trovo ogni giorno a confrontarmi con persone che potrebbero essere dei potenziali partecipanti alle sessioni di navigazione. Nel post - Le motivazioni del - “Non acquisto on-line.” - sul blog Marketing Routes ho riassunto i principali motivi per cui spesso le persone mi rispondono che non comprano on-line.

Da sottolineare è il fatto che, oltre a non comprare on-line del tutto, molti non comprano on-line prodotti enogastronomici, non pensando di farlo neanche in futuro. Vuoi perché preferiscono toccare con mano, vuoi perché non si fidano del trasporto o perché vorrebbero consumare subito il prodotto, senza dover aspettare giorni. Di fatto preferiscono rivolgersi ai negozi tradizionali.

(...)

 

In questi giorni partirà la seconda fase della ricerca sull’interazione tra i navigatori con i siti e-commerce di prodotti enogastronomici . Le sessioni di prova sono terminate e hanno dato modo di apportare delle migliorie alla griglia di osservazione inizialmente stilata.

È nata una collaborazione con l’internet point All Web Business Center & Arts e colgo l’occasione per ringraziare il proprietario Riccardo e la sua socia per la loro disponibilità. Rinnovo l’invito a chiunque volesse partecipare alla sessione di navigazione, ora potrà venire in via Valpetrosa 5 a Milano (una laterale di via Torino).

(...)

 

Sono partite le prime sessioni di navigazione della ricerca sull'interazione dei navigatori con i siti di e-commerce che formeranno quelle di prova, dovendo, in questo momento, testare la griglia di osservazione di riferimento.
Già dalle primissime sessioni, oltre all'aver fatto i controlli sul metodo che si è adottato nella ricerca, sono emersi fenomeni interessanti.

Ho deciso di non anticipare nulla sui risultati, seppur iniziali, in quanto dovranno essere successivamente confermati. Vorrei, però, proporre alcuni spunti di riflessione.

(...)

 

Il logo del Convegno GT 2006.Per la nostra partecipazione al Convegno GT del 9 e 10 dicembre a Firenze, tutto è pronto. Copertina75 ha finito la sua presentazione sull'interazione tra i navigatori ed i motori di ricerca, io quelle sulla pianificazione, avvio e promozione di un blog aziendale.
Il Convegno del Forum GT, organizzato dall'omonima comunità, sarà un importante momento di confronto da persone che da anni lavorano o studiano nel settore.

(...)

 

Grazie ad un accordo con il Consorzio Infomercati, vi presentiamo quasi quotidianamente un piccolo estratto dei prezzi che in alcuni mercati italiani hanno uno o due prodotti. Tenderemo, quando possibile, a scegliere prodotti presenti in tutti i mercati citati, per consentirvi un confronto tra le diverse regioni.
Scopo di questa rubrica è darvi l'andamento dei prezzi all'ingrosso, perché possiate fare le vostre considerazioni in merito all'acquisto di quanto vi è necessario nelle cucine.

Nel caso desideriate maggiori informazioni o accedere ai listini completi, potete navigare il sito www.infomercati.com e registrarvi gratuitamente.

(...)

 

Se vi state chiedendo a che punto è la ricerca, vi comunico che la prossima settimana cominceranno i primi test.
Ringrazio le persone che si sono proposte volontariamente, sperando che ve ne siano molte altre, e tutti coloro che hanno dato la loro disponibilità.

Ogni test durerà circa mezz’ora, anche se per il momento non si ha ancora la certezza della durata. Saranno, infatti, le prime prove a dare delle indicazioni più precise, in quanto, con questo tipo di metodo, è l’osservazione dei navigatori che, un po’ alla volta, fa emergere aspetti che “a freddo” è difficile prevedere.

(...)

 

Grazie ad un accordo con il Consorzio Infomercati, vi presentiamo quasi quotidianamente un piccolo estratto dei prezzi che in alcuni mercati italiani hanno uno o due prodotti. Tenderemo, quando possibile, a scegliere prodotti presenti in tutti i mercati citati, per consentirvi un confronto tra le diverse regioni.
Scopo di questa rubrica è darvi l'andamento dei prezzi all'ingrosso, perché possiate fare le vostre considerazioni in merito all'acquisto di quanto vi è necessario nelle cucine.

Nel caso desideriate maggiori informazioni o accedere ai listini completi, potete navigare il sito www.infomercati.com e registrarvi gratuitamente.

(...)

 

Se frequentate Milano e dintorni e avete almeno acquistato una volta on-line potreste avere le caratteristiche giuste per partecipare come “soggetti da osservare” per la ricerca sull’interazione tra i navigatori e i siti enogastronomici di e-commerce.

A conclusione del test ad ogni partecipante verranno regalati alcuni prodotti enogastronomici. Inoltre chi riuscirà ad organizzare un gruppetto di persone che abbiano voglia di partecipare, riceverà un ulteriore regalo a tema.

I test si svolgeranno nella sede di Popularity S.r.l. Gli altri sponsor del progetto sono: La Compagnia del Cavatappi, Compagnia delle Puglie, Everywine, Gianluigi Orsini vini, Inari, Sudelizie.

Vi aspetto numerosi!

 

Al progetto sull’e-commerce commissionato da maisazi.com hanno aderito altri due sponsor: Sudshop s.a.s. di Martucci Mario & C. e SCAI s.a.s. di Francesco D'Imperio & C.

Siamo ormai giunti a sette e vi anticipo che probabilmente se ne sta aggiungendo un ottavo. Sono molto contenta perché siamo riusciti ad andare oltre le mie aspettative, sintomo che il progetto interessa a molti.

Ringrazio per la disponibilità il sig. Giuseppe Spina della Sudshop s.a.s e il sig. Giovanni Putignano della SCAI s.a.s.

 

Alle festività natalizie sono tradizionalmente legati i vini dolci italiani.

L’Asti Spumante è tra i più conosciuti dei vini dolci italiani ; prodotto con uve moscato bianco, ha un colore dorato chiaro, profumo e sapore intenso di moscato, dolce e delicato. Il contenuto alcolico va dai 7 ai 9,6°. È al meglio giovane, nel primo anno; si serve sui 12°.

Il Brachetto di Acqui spumante, è un vino dolce italiano dalla spuma vivace. Si ottiene dalle omonime uve e offre un piacevole profumo venato di muschio. Il sapore del Brachetto è delicatamente dolce e morbido. Il contenuto alcolico è sempre tra 7 e 9,5°, perciò anch’esso, come l’asti spumante, leggero. Si apprezza pienamente nel suo primo anno di vita e si serve sui 12°.

(...)

 

Grazie ad un accordo con il Consorzio Infomercati, vi presentiamo quasi quotidianamente un piccolo estratto dei prezzi che in alcuni mercati italiani hanno uno o due prodotti. Tenderemo, quando possibile, a scegliere prodotti presenti in tutti i mercati citati, per consentirvi un confronto tra le diverse regioni.
Scopo di questa rubrica è darvi l'andamento dei prezzi all'ingrosso, perché possiate fare le vostre considerazioni in merito all'acquisto di quanto vi è necessario nelle cucine.

Nel caso desideriate maggiori informazioni o accedere ai listini completi, potete navigare il sito www.infomercati.com e registrarvi gratuitamente.

(...)

 

Ebbene sì, le cose forse si muovono e dare una notizia positiva è sembra interessante.

Nelle due settimane appena trascorse, a fronte di varie recensioni che ho fatto, ho scritto alle relative aziende.
Incredibile, hanno risposto. Non se la prendano, queste aziende, per il mio stupore. Come ho avuto modo di dirvi a più riprese, sono molte le email che inviamo e che restano senza risposte.

Piano piano, però, pare che anche nel mondo enogastronomico si cominci a recepire l'importanza di Internet, almeno a livello di email. Il che, credetemi, non è poco.

Speriamo, a questo punto, che non si tratti di un fatto momentaneo e che il trend non si inverta.

(...)

 

Grazie ad un accordo con il Consorzio Infomercati, vi presentiamo quasi quotidianamente un piccolo estratto dei prezzi che in alcuni mercati italiani hanno uno o due prodotti. Tenderemo, quando possibile, a scegliere prodotti presenti in tutti i mercati citati, per consentirvi un confronto tra le diverse regioni.
Scopo di questa rubrica è darvi l'andamento dei prezzi all'ingrosso, perché possiate fare le vostre considerazioni in merito all'acquisto di quanto vi è necessario nelle cucine.

Nel caso desideriate maggiori informazioni o accedere ai listini completi, potete navigare il sito www.infomercati.com e registrarvi gratuitamente.

(...)

 

Noi pugliesi lo sapevamo... gli addetti ai lavori lo aspettavano: anche per quest'anno l'olio pugliese si attesta ai livelli qualitativi più alti rispetto alla media italiana.

Dunque, qualità superiore alla media anche se con una quantità in leggera flessione rispetto all'anno scorso. È il risultato della campagna olearia 2006-2007 secondo i dati della CIA (Confederazione Italiana Agricoltori). Quasi 6 mila frantoi, tra aziendali, cooperativi e industriali che proprio in questi giorni stanno accendendo i "motori" degli impianti.

(...)

 

Grazie ad un accordo con il Consorzio Infomercati, vi presentiamo quasi quotidianamente un piccolo estratto dei prezzi che in alcuni mercati italiani hanno uno o due prodotti. Tenderemo, quando possibile, a scegliere prodotti presenti in tutti i mercati citati, per consentirvi un confronto tra le diverse regioni.
Scopo di questa rubrica è darvi l'andamento dei prezzi all'ingrosso, perché possiate fare le vostre considerazioni in merito all'acquisto di quanto vi è necessario nelle cucine.

Nel caso desideriate maggiori informazioni o accedere ai listini completi, potete navigare il sito www.infomercati.com e registrarvi gratuitamente.

(...)

 

Questo post è riservato ai visitatori di maisazi che usano il feedreader Fwicki. Vedo nelle mie statistiche che ogni tanto arriva un accesso dall'aggregatore Tutto il vino in 1 feed.
Se ti stai riconoscendo, hai voglia di mettere un commento su questo post? Vorrei farti qualche domanda.
Spero tu abbia voglia di dedicarci 5 minuti.
Ciaoooo

 

Siamo arrivati a cinque! Si aggiungono altri due sponsor alla ricerca sull’interazione tra i navigatori e i siti di commerci elettronico che maisazi.com ha commissionato: Gianluigi Orsini vini e l’azienda Popularity S.r.l.

Ringrazio quindi Gianluigi Orsini e Cesarino Morellato di Popularity per aver aderito al progetto.

 

Grazie ad un accordo con il Consorzio Infomercati, vi presentiamo quasi quotidianamente un piccolo estratto dei prezzi che in alcuni mercati italiani hanno uno o due prodotti. Tenderemo, quando possibile, a scegliere prodotti presenti in tutti i mercati citati, per consentirvi un confronto tra le diverse regioni.
Scopo di questa rubrica è darvi l'andamento dei prezzi all'ingrosso, perché possiate fare le vostre considerazioni in merito all'acquisto di quanto vi è necessario nelle cucine.

Nel caso desideriate maggiori informazioni o accedere ai listini completi, potete navigare il sito www.infomercati.com e registrarvi gratuitamente.

(...)

 

Durante l'estate gli italiani che hanno mangiato fuori casa, ancora una volta hanno preferito la carne al pesce.
La notizia è della Coldiretti. I menu scelti nelle località turistiche, anche se tipicamente marittime o dei laghi, pur privileggiando il pesce, hanno visto la carne prevalere sul pesce.

(...)

 

"Uffa, perché noi non ne abbiamo?" - ci dicevamo, discutendo del fatto che vari blogger ci raccontavano di tonnellate di spam, che noi invece non avevamo.
"Vuoi vedere che col fatto che non siamo importanti, lo spam non ci fila?" - aggiungevo

Insomma, tutti hanno spammatori che li visitano e gli inviano commenti, trackback ed invece noi nulla. Puliti puliti.

Stamattina mi alzo e...

(...)

 

Grazie ad un accordo con il Consorzio Infomercati, vi presentiamo quasi quotidianamente un piccolo estratto dei prezzi che in alcuni mercati italiani hanno uno o due prodotti. Tenderemo, quando possibile, a scegliere prodotti presenti in tutti i mercati citati, per consentirvi un confronto tra le diverse regioni.
Scopo di questa rubrica è darvi l'andamento dei prezzi all'ingrosso, perché possiate fare le vostre considerazioni in merito all'acquisto di quanto vi è necessario nelle cucine.

Nel caso desideriate maggiori informazioni o accedere ai listini completi, potete navigare il sito www.infomercati.com e registrarvi gratuitamente.

(...)

 

Nel post Interazione tra i navigatori e i siti enogastronomici di commercio elettronico vi dicevo che ero alla ricerca di sponsor che mettessero a disposizione dei prodotti enogastronomici per i partecipanti ai test della ricerca.

Ad oggi gli sponsor che hanno aderito al progetto sono:
- Compagnia delle Puglie
- Inari
- Everywine.biz

(...)

 

Grazie ad un accordo con il Consorzio Infomercati, vi presentiamo quasi quotidianamente un piccolo estratto dei prezzi che in alcuni mercati italiani hanno uno o due prodotti. Tenderemo, quando possibile, a scegliere prodotti presenti in tutti i mercati citati, per consentirvi un confronto tra le diverse regioni.
Scopo di questa rubrica è darvi l'andamento dei prezzi all'ingrosso, perché possiate fare le vostre considerazioni in merito all'acquisto di quanto vi è necessario nelle cucine.

Nel caso desideriate maggiori informazioni o accedere ai listini completi, potete navigare il sito www.infomercati.com e registrarvi gratuitamente.

(...)

 

Grazie ad un accordo con il Consorzio Infomercati, da oggi vi presenteremo quasi quotidianamente un piccolo estratto dei prezzi che in alcuni mercati italiani hanno uno o due prodotti. Tenderemo, quando possibile, a scegliere prodotti presenti in tutti i mercati citati, per consentirvi un confronto tra le diverse regioni.
Scopo di questa rubrica è darvi l'andamento dei prezzi all'ingrosso, perché possiate fare le vostre considerazioni in merito all'acquisto di quanto vi è necessario nelle cucine.

Nel caso desideriate maggiori informazioni o accedere ai listini completi, potete navigare il sito www.infomercati.com e registrarvi gratuitamente.

Ringraziamo il Dott. Eugenio Casucci, Direttore Generale del consorzio, per averci concesso questa possibilità.

(...)

 

Foto di gruppo di alcuni dei SEO pi` riuniti in occasione di un evento enogastronomico, il maisazi party.Lo ritengo quasi un successo personale, quello che vedete rappresentato nella foto. Nel mondo del web marketing enogastronomico, difficilmente è capitato di vedere assieme alcuni dei responsabili tecnici dei laboratori SEO (Search Engine Optimizer) più importanti in Italia. Persone che stanno facendo la storia della terza era del Search Engine Marketing italiano, in aziende che vantano numerosi clienti nel mondo enogastronomico, alimentare e della ristorazione.

Per chi di voi avesse poca dimestichezza col web marketing, questi signori sono quelli che fan sì che quando ricerchiate un vino o un produttore o un olio extravergine di oliva su un motore di ricerca, alcuni siti siano presentati nelle prime posizione dei risultati forniti.

Non credevate fosse un caso, no? Così come, spero, non penserete che stiano lì perché pagano il motore, vero?

Ve li presento, finalmente.

(...)

 

Per rispondere alla domanda rivolta dal nostro visitatore, direi che nell'ambito enogastronomico, su Internet non manca nulla o quasi.
Tutti i principali prodotti sono disponibili, dall'olio extravergine al vino, dalle paste alle confetture, dai dolci secchi ai liquori.

Ciò che non si trova, naturalmente, sono i prodotti facilmente deperibili o quelli troppo comuni perché abbia senso comprarli su Internet. Spesso, comunque, vi sono ugualmente per completezza di un catalogo.

(...)

 

Parlando con molti proprietari di siti che commercializzano prodotti enogastronomici, ci siamo resi conto che non vi è alcuna conoscenza su come agevolare il percorso che i navigatori intraprendono quando decidono di acquistare on-line, non da un punto di vista prettamente tecnico, di usabilità se ne straparla, ma da quello psicologico. Cosa pensano mentre procedono nella scelta? Che strade percorrono? Trovano i prodotti a loro graditi? Abbandonano l’acquisto e se è così, per quale motivo lo fanno?

Per rispondere a queste domande, maisazi.com ha commissionato una ricerca con l’obiettivo di avere informazioni su come interagiscono i navigatori con i siti enogastronomici che vendono on-line.

(...)

 

Beh, dato che abbiamo recentemente fatto realizzare i nostri biglietti da visita, forse possiamo dare qualche indicazione al visitatore che ci ha chiesto come farli.

Vediamo, quindi, le principali fasi dell'operazione, tenuto conto del fatto che volevamo un'impronta diversa da quella classica, che si rifacesse al nostro blog ed al settore enogastronomico.

(...)

 

Qualche giorno fa parlavo con un Sommelier dei commenti sui post dei blog enogastronomici. Mi raccontava, in particolare, della fatica che fa per andare a rintracciare i commenti che ha messo, è un “webbarolo” accanito, per verificare se qualcuno ha aggiunto risposte.

In effetti, una cosa che spesso noto anche io è che a fronte di un commento che pone una domanda su vino, olio o sottaceto che sia, non c’è risposta. Non perché la risposta non esista, ma semplicemente perché chi ha aperto quella fase di discussione, non la segue più.

(...)

 

maisazi.com ha i suoi biglietti da visita o, meglio, li hanno i suoi blogger, personalizzati con i propri dati. Li consegneremo durante la festa.

Ci stavamo pensando da un po' e la goccia finale è stata la richiesta di Fabio Dell'Orto, perfettamente allineata con quanto copertina75 ed io discutevamo. Andiamo spesso per ristoranti e locali, chiacchieriamo con produttori di vino ed altri prodotti, seguiamo manifestazioni ed eventi del mondo enogastronomico. Sarebbe bello poterci presentare ufficialmente a nome del blog.

(...)

 

Finalmente anche i codici a barre smettono di essere così seri!
Sul post "Un calice di... codici a barre", di Alice e il vino, leggo questa interessante notizia. Si tratta di un nuovo layout grafico per i codici a barre, che così diventano esteticamente più piacevoli. Sono proposti su Bar Code Revolution, su cui potete vederne tantissimi, in ogni forma e disegno.

(...)

 

L’altra sera ho fatto una cosa che non pensavo mi fosse possibile. Da Blockbuster ho comprato una bottiglia di vino. Per l’esattezza, uno Shiraz australiano, di cui in un altro post vi dirò.

Si tratta di un esempio perfetto di quello che normalmente definiamo un acquisto d’impulso. Certo non ero entrato per comprare del vino! Eppure vedendolo lì, affianco alla cassa, il pensiero m’è andato ad un Syrah (è il nome dello stesso vitigno, nella versione italiana ed occidentale) che avevo bevuto poco tempo fa e di cui avevo dato qualche indicazione nel post Vino Sire Nero Syrah di Rapitalà.

(...)

 

Come alcuni di voi sanno, da ormai qualche anno mi occupo di marketing per il settore agroalimentare, con una particolare specializzazione per i mercati internazionali e in principal modo mi sono occupato di strategie per produttori di olio extravergine e vino qui in Puglia.

Leggo proprio oggi con grande piacere sul blog marketingdelvino.it questo interessante articolo sull'efficacia delle strategie delle aziende italiane del settore "vino" in Inghilterra. L'articolo si intitola Analisi del mercato britannico: risultati interessanti per il vino italiano.

Facciamo alcune valutazioni insieme.

(...)

 

Un elegante corridoio di Villa Torretta.Mentre entravo nell'Hotel Villa Torretta, ieri, riflettevo sul fatto che non vi abbia ancora scritto dell'ADICO, l'Associazione Italiana per il Marketing, le Vendite e la Comunicazione di cui sono socio.
L'ADICO raccoglie un buon numero di direttori e responsabili commerciali e marketing dell'economia italiana, coprendo i principali settori.
Senza fini di lucro, scopo dell'associazione è promuovere le relazioni tra i soci, offrire servizi e diffondere cultura su temi emergenti.

Per quanto mi riguarda, sono socio per vari motivi: possibilità di seguire interessanti seminari, organizzare eventi per la mia azienda. L'essere a contatto con persone che fanno il mio stesso lavoro, sono Direttore Clienti di un'azienda che si occupa di web marketing, mi apre spesso nuove opportunità commerciali, di partnership e, varie volte è successo, di buona conoscenza.

(...)

 

Ho appena finito di leggere il post Indisciplinare di Luca Risso sul fatto che la disciplinare di molti vini è effettivamente standardizzata al punto che tutti i vini potrebbero sembrare uguali, leggendola.
Vorrei continuare il discorso, su come l'appiattimento, purtroppo, vada anche sul gusto. Troppo spesso mi capita di sentire commenti negativi su vini (e non solo vini) perché hanno qualcosa di non riconosciuto. Peggio ancora "Ottimo quell'arrosto di agnello. Il sapore di agnello, per fortuna, si sentiva pochissimo" - beh, giudicate voi.

(...)

 

Ricollegandomi al post "Vino Doc Spagna" in cui Slawka G. Scarso ci informa di alcune variazioni di etichetta per l'Australia e la Spagna e pur riconoscendo al vino la sua caratteristica di prodotto di tradizione e cultura, credo che troppo spesso con questa scusa le aziende produttrici sottovalutino l'importanza dell'etichetta apposta sulla bottiglia.

Vini di rara eleganza sono in bottiglie presentate come fossero l'ultima bevanda del mondo. Vini che posti su uno scaffale diventano anonimi.

Le aziende credono che basti il nome della casa e quella del vino per avere successo o per vendere, ma in realtà non sempre è così.
Sullo scaffale del supermercato, ma anche dell'enoteca di buon livello, troviamo decine di bottiglie interessanti, di qualità, di produttori noti e seri. Quale scegliamo, allora? Spesso sono le ultime piccole cose a fare la differenza.

(...)

 

Ci sono prodotti con caratteristiche che li connotano come non adatti alla vendita su Internet. In generale, tutto ciò che abbiamo bisogno di toccare, di annusare, di valutare, tendiamo ad acquistarlo in negozio. Salvo situazioni particolari, un paio di scarpe o una cintura difficilmente li acquisterò su un e-shop.

Altri prodotti, soprattutto di marchi noti, li compro al supermercato senza alcuna valutazione. Spesso si tratta di confezioni chiuse che pur volendo non potrei certo provare. Le descrizioni spesso non dicono molto o tutti i prodotti riportano la stessa. Pensate ad una bottiglia di olio extravergine di olive. Se non conosceste la marca, potrebbero sembrarvi tutte uguale. Ecco, l'olio è un buon candidato ad essere acquistato su Internet. Una volta che sapete quale olio volete, perché andare ogni volta in negozio? Infatti, l'olio su Internet si vende bene, soprattutto sui mercati internazionali.

E il vino?

(...)

 

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter