Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Articoli della categoria ♋ Latticini e dolci

L'avevo assaggiato al Terroir Vino e mi aveva notevolmente impressionato. A Giuseppe Trisciuzzi avevo chiesto se ce ne inviata un po' da provare nelle nostre ricette e lui ha mantenuto la promessa, portandocela un paio di settimane fa.

Sto parlando di Choco & Wine, la crema di cioccolato e vino che vedete in foto

(...)

 

Abbiamo deciso di creare delle nuove ricette in cui cioccolato e cacao siano usati in modo inusuale. Non c'è siamo fatti scappare l'occasione, quindi, di fare due chiacchiere con Paolo Devoti di Passion Cocoa, che sta selezionando pregiate materie prime anche pensando ai cuochi che le impiegheranno in cucina.

Paolo lo abbiamo conosciuto al VinNatur 2008, dove, come annunciato in 6 e 7 aprile 2008: VinNatur siamo stati qualche settimana fa. Tra un vino e l'altro, ci siamo fermati al suo stand a parlare di cioccolato da fondere in piatti esotici, masse pure ricavate da bacche tostate in modo corretto per evitare l'eccessivo amaro ed altro ancora.

(...)

 

La celiachia è l'intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica presente nel frumento, nel farro, nell'avena ed in molte altre materie prime dell'industria alimentare (Selena mi ha spiegato che non è corretto parlare di allergia). Risultato? I celiaci devono prestare moltissima attenzione a ciò che mangiano e sono purtroppo così numerosi, che ormai è sempre più importante individuare i prodotti specifici, fatti senza glutine.

Ci ha quindi fatto molto piacere sapere che la pasticceria La Diplomatica di Lonigo (VI) realizza per tutto il Veneto dolci senza glutine. Abbiamo chiesto alla sua titolare, Selena Folco, di raccontarci la sua esperienza e di consentirci di fare qualche foto dei suoi prodotti. Detto, fatto, qualche giorno dopo ci siamo ritrovati nel suo laboratorio, armati di macchina fotografica e treppiede (la luce è un po' scarsa).

Subito per iniziare, nella foto vedete un uovo di Pasqua, una colomba pasquale, due statuette in cioccolato e dei confetti, tutti rigorosamente senza glutine e marchiati col logo che distingue questi prodotti, una spiga barrata.

(...)

 

Quante volte ti è capitato di andare in pizzeria con gli amici e di ordinare una bufalina ? Sei sicuro che quella pizza “contiene” una Mozzarella per cui possa fregiarsi di questo nome ?

Nel luglio scorso nello Spizzico di via del Corso a Roma si sono presentati gli ispettori del reparto Annona del Comune di Roma insieme con gli agenti vigilatori del Consorzio tutela Mozzarella di bufala Campana Dop per procedere a sequestro, denuncia e multa, il motivo era proprio la pizza bufalina commercializzata nei ristoranti del gruppo Autogrill, farcita con una Mozzarella che risulta essere un filone di formaggio fresco a pasta filata di bufala.

(...)

 

Nel post precedente ho presentato uno dei formaggi italiani più magri tra tutti quelli che si trovano in commercio, oggi voglio presentarvi il Fodom uno dei formaggi più "giovani", ovviamente tralasciando quelli di produzione industriale.

Nato negli anni Ottanta, questo formaggio prende il nome dalla località in cui viene prodotto.

(...)

 

Trovare un formaggio magro è difficile, la maggior parte di essi hanno una percentuale di grassi che non piacerebbe ne alla vostra bilancia ne al vostro medico; non so il vostro, il mio non perde occasione per ricordarmi di farne un uso moderato.

In commercio si trovano sempre di più formaggi magri "industriali", ma ci sono formaggi tipici magri ? Io ne conosco veramente pochi però uno mi piace particolarmente si tratta del Magro di piatta uno dei formaggi più magri d'Italia.

(...)

 

Stavo pensando al fatto che nei bar spesso troviamo solo la classica brioche (qualcuno lo chiama cornetto, altri croissant). Non che questo prodotto mi spiaccia, m'è capitato di mangiarne tre , ma a volte qualche novità non guasterebbe. La Compagnia del Cavatappi tempo fa ci ha inviato alcuni prodotti che stiamo via via assaggiando. A dire il vero, i Bucconotti alla ciliegia di Dolci Remi sono tra le cose che avevamo fatto fuori prima, ma con le tante cose che abbiamo ogni giorno da scrivere, solo oggi sono arrivato al loro foglio degli appunti che avevo preso.

Per tornare all'introduzione, mangiandoli pensavo che questo è proprio il tipo di prodotto che mi piacerebbe trovare in un bar, come alternativa. Facili da avere, dato che sono venduti anche on-line, il costo mi pare compatibile con la rivendita al banco, si presentano bene, la confezione consente di conservarli facilmente.

(...)

 

Eccomi con il secondo articolo dedicato alle prelibatezze cremonesi dell’azienda Fieschi. Dopo la mostarda, oggi vi scriverò qualche “dolce curiosità” riguardante il torrone.
La nascita ufficiale del torrone cremonese risale al 25 ottobre 1441, quando venne presentato in occasione delle nozze tra Bianca Maria Visconti ( figlia del Duca di Milano Filippo Maria ) ed il condottiero Francesco Sforza. Il torrone cremonese venne servito nella forma della alta torre della città lombarda, allora chimata Torrione (poi Torrazzo) da cui derivò il nome Torrone.

(...)

 

prodotti natale 2006: i fichi al cioccolatoProseguiamo la selezione di prodotti per il Natale con una "gustosa" idea regalo: i fichi al cioccolato.

Morbidi fichi nazionali interi farciti con buccia di limone fresco e mandorle, cotti a vapore e ricoperti di cioccolato al 56% di cacao. Questo cioccolato contiene una percentuale di Grand Caraque dal retrogusto amaro ideale per contrastare la dolcezza del fico e regalare al prodotto un ottimo equilibrio di sapori.

(...)

 

Sarà il protagonista sulle tavole degli italiani nelle prossime feste di Natale, è il panettone. Nei supermercati più riforniti, pur mancando due mesi all’inizio delle festività natalizie ha già fatto la sua “comparsa”; per ora soprattutto nella sua forma più tradizionale. Fatto di pasta lievitata arrichita di frutta candita , uvetta, burra e uova, il panettone deve al particolare tipo di lievitazione “naturale” le sue doti di fragranza e di freschezza. Dolce di chiusura del pranzo natalizio, il panettone viene servito a fette, costituisce anche un’alternativa alla solita merenda oppure può fare da base per la preparazione di raffinati e squisiti dessert di cui vi voglio consigliare le mie due preferite.

Panettone farcito.
In tre ciottole diverse lavorate tre diverse qualità di gelato, finchè diventeranno morbide e cremose. Tagliate alla base un panettone e scavatelo privandolo quasi completamente della mollica. Farcitelo con i gelati preparati, a strati, quindi riconponetelo e passatelo nel freezer per circa tre ore. Servitelo a fette, appoggiate su un velo di salsa al cioccolato calda, profumata alla vaniglia, completando con qualche ciuffetto di panna montata e lamponi freschi.

(...)

 

Sono molto legato al Natale e a tutte le festività Natalizie in genere. Due sono le ragioni, la prima e probabilmente la più importante, perchè evocano in me antiche emozioni legate a quando ero bambino, la seconda perchè la lunga “vigilia commerciale” dovuta al mio lavoro mi obbliga a vivere fattivamente il Natale con almeno quattro mesi di anticipo.
I lettori abituali di Maisazi sanno che la mia attività principale è di edp manager presso uno dei più importanti grossisti di alimentari, vini, prodotti tipici.... In Italia.

(...)

 

Stiamo vivendo un’estate molto calda e il gelato come sempre in questa stagione la fa da padrone !

Artigianale o industriale, il gelato fa gola agli italiani, grandi e piccini. L’Italia è la patria del gelato, nelle nostre città sono ormai diventate tantissime le gelaterie artigianali, e fanno a gara per proporre alla clientela prodotti con grande appeal. È un alimento sano ! In particolare ne hanno sottolineato le pregievoli caratteristiche nutrizionali dei dietologi e questa posizione ha aiutato ad incrementarne sensibilmente i consumi.

(...)

 

caciocavallo-podolico.jpgLegandomi al post di copertina75 "La serata del formaggio", vi presento un formaggio tipico della Puglia, ormai da diversi anni annoverato tra i Presìdi Slow Food, il caciocavallo podolico del Gargano.

Il caciocavallo podolico prende il nome dalla varietà di vacche dal cui latte è prodotto, le vacche podoliche. Ho avuto il grande privilegio di ammirare una mandria di vacche podoliche al pascolo sul Gargano: uno spettacolo che credo non dimenticherò facilmente. A guardarle, le vacche si presentano con il loro profilo rettilineo, gli occhi vispi come quelli dei bambini e il grigio mantello che fa da contraltare alla fitta macchia mediterranea pugliese. Dalle larghe corna, ispirano un senso di tranquilla maestosità.

(...)

 

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter