Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Corso per cuochi: il nuovo termometro

scritto da fradefra

Eccomi mentre misuro la temperatura con un termometro laser durante uno dei precedenti corsi per cuochi.L'ho appena acquistato e già è diventato uno dei miei strumenti preferiti. Proprio per questo ne illustrerò l'uso ed i vantaggi durante il corso intensivo per cuochi di due giorni che inizierà il 22 settembre 2010 (e naturalmente anche nei successivi): parlo del termometro laser, che nella foto mi vedete impiegare per rilevare la temperatura di un ragù al sugo.

Però anche a voi lettori vorrei raccontare in anteprima almeno i vantaggi e le caratteristiche principali. Se invece preferite seguire il corso per vederlo all'opera ed usarlo, tanto meglio, le iscrizioni sono ancora aperte

Il termometro laser, o meglio, termometro ad infrarossi con puntatore laser.Facciamo una premessa, tutti lo chiamano termometro laser, in realtà è solo il puntatore ad esserlo. Il sistema di rilevazione della temperatura, infatti, è basato sugli infrarossi.

In sostanza, voi puntate l'oggetto di cui vi interessa misurare la temperatura, fino a 550 °C, schiacciate il pulsante di questa specie di pistola, un puntatore laser vi dice cosa state puntando ed un secondo dopo avete la temperatura sul display. Facile, no?

C'è anche una seconda possibilità. Potete collegare un filo con termocoppia (scusate il tecnicismo) che posizionate nel contesto che vi piace, in modo da avere la temperatura senza usare gli infrarossi. Utilissimo, ad esempio, per la rilevazione della temperatura in un forno, senza aprirlo. Ma che domanda è? Certo che me lo sono comprato  Ormai è attaccato fisso!

Vantaggi? Eccoli.

Pulizia semplificata. Anzi, diciamo nulla! Tanto non toccate mai ciò che volete rilevare, quindi non avete nulla da lavare. A volte mi capita di non usare un termometro solo perché non ho voglia di lavarlo. Così ho risolto il problema.

Velocità dell'operazione. Dovete solo puntare e schiacciare, dopo un secondo avete la temperatura precisa al decimo di grado Celsius. Che volete di più?  

Rileva di tutto. Si presta perfettamente anche con liquidi, quindi vai con le fritture e lo zucchero per il caramello. Così come potete rilevare la temperatura di piastre, casseruole, pareti di attrezzature e molto altro ancora.

Sicurezza. Non scordiamolo mai, la sicurezza è la cosa più importante in cucina e qui la sicurezza è massima (però non puntatelo negli occhi). Niente fili, niente sonde in liquidi bollenti, niente contatto con superfici roventi.

Unici svantaggi: il corso (circa 250 euro), il fatto di non poter avere la temperatura in continuo, la mancanza di alert sonori. Fa niente, credetemi, è insostituibile lo stesso. Nessun cuoco può rinunciarci, soprattutto se si ama la sperimentazione.

Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter