Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Un corso sul pentolame non può mancare

scritto da fradefra

Alcune casseruole in rame, stagnato e con interno in acciaio, tra gli strumenti migliori per cucinare.Come già vi ho detto nell'articolo sull'importanza di un corso sui coltelli, molti pensano che lo strumento di cottura incida solo marginalmente sul piatto finale, invece non è così.

Se decidete di seguire un percorso migliorativo del vostro modo di cucinare, un corso sulle pentole deve rientrare tra quelli che seguirete.

...e prima ancora di iniziare coi motivi seri, vorrei dirvi che già il termine pentole è sbagliato nella maggioranza dei casi. Ad esempio, nella foto che vedete non c'è una sola pentola...

Bando agli scherzi (ma in realtà non lo è) e passiamo alle cose più importanti.

Quale materiale cucina meglio? Il 99% dei processi di cucina si basa sull'impiego della temperatura agli effetti della cottura. Visto che ogni metallo ha una sua conducibilità termica, come possiamo pensare che uno valga l'altro? E non crediate che si tratti solo di risparmio energetico, c'è ben altro.

Anche la forma ha la sua importanza ed una casseruola svasata non è sempre sostituibile con quella dritta. Altrimenti che le farebbero a fare? Scontata la differenza tra una pesciera ed una tortiera, scommetto che molti non sanno  che la padella non serve per friggere, salvo rari casi.  

La dimensione è importante ai fini della riuscita e l'errore di uno strumento troppo grande è spesso irreversibile. Molti pensano che sia sufficiente comprare tutto un po' più grande per evitare troppi acquisti e poi al limite usarli anche per porzioni ridotti, invece forse sarebbe quasi meglio fare l'inverso. Se cucinate troppa materia prima per la dimensione del recipiente, al limite dovete stare più attenti a non farlo fuoriuscire. Lasciando semivuota la casseruola, rischiate di rovinarla e la pietanza può risultare più amara e dannosa per la salute. 

Molti non sanno, poi, che la maggior parte dei materiali prima dell'uso d'essere deve essere pre-condizionata in qualche modo, salvo l'acciaio. Non basta una energica lavata. Alluminio, antiaderente (per chi lo usa), ferro o ghisa, ollare, coccio, sono tutti da trattare, prima dell'uso.

Il rame non deve essere strofinato per tornare lucente. Le nonne coi loro insegnamenti hanno quasi sempre ragione, ma su questo punto. Non c'era proprio bisogno di strofinare per un'ora, sarebbe bastato aceto e sale e pochi secondi di spugnetta, per rimuovere la patina scura di ossido. E se lo si sa usare bene, anche all'interno non serve un'azione energica perché tanto non si attacca nulla.

Salvo quelle in acciaio, quasi tutti i materiali temono la lavastoviglie. Ce le mettiamo per comodità, ma sarebbe meglio evitare. Imparare qual è il modo migliore per lavare ogni strumento consente di ridurre l'uso dei detergenti, a tutto vantaggio della nostra salute e dell'inquinamento. I detergenti si usano troppo spesso più per una sorta di tranquillità psicologica che non per un reale bisogno e risultano frequentemente più dannosi dello sporco stesso. Con ciò non voglio dire di lasciar sporche le pentole, dico solo di imparare a lavarle o farle lavare nel modo corretto.

E come nell'articolo precedente, ecco qualche domanda a caso:

  • cos'è la teglia? No, non è quella in cui si cucina l'arrosto nel forno, come pensano molti...
  • quali sono le caratteristiche di una buona padella a saltare? Le padelle mica sono tutte uguali...
  • qual è il movimento giusto per far saltare il cibo?
  • meglio il rame stagnato o quello con l'acciaio all'interno?
  • in quale caso posso usare una pentola d'acciaio?
  • perché il detergente danneggia l'antiaderente?
  • perché la lionese di ferro non si lava mai?
  • a proposito, quando si usa la padella di ferro?
  • le crêpe in quale strumento si fanno?

Ovviamente si può cucinar bene senza conoscere tutto ciò, ma sicuramente si sarebbe ancora più bravi sapendo rispondere a quasi tutto quello che ho scritto.

In cucina ogni cosa ha una motivazione e oltre che un'arte, cucinare è anche una scienza.

Tag: | |

Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter