Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Risotto alle fragole e gamberetti

scritto da copertina75

Il risotto con le fragole e i gamberetti, con guarnizione di mirtilli.Partendo dalla ricetta base del risotto alle fragole, fradefra ha pensato di aggiungere i gamberetti per dare maggior complessità al piatto.

Nella foto vedete la creazione di una delle nostre allieve del Corso per aspiranti cuochi professionisti che si è tenuto lo scorso agosto.

Era, se non sbaglio, il quarto giorno di corso e Francesco ha voluto metterla alla prova facendole fare il risotto da sola. Il risultato è stato eccellente e ha sorpreso tutti molto positivamente.

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di riso Carnaroli;
  • 150 g di fragole;
  • 150 g di gamberetti freschi senza guscio;
  • due cucchiai di panna fresca;
  • una noce di burro;
  • un quarto di scalogno
  • 1 l di brodo vegetale;
  • 4 cucchiaini da caffè di sale
  • 4 foglioline di maggiorana.

Pestate in un mortaio metà delle fragole, passatele e tenetele pronte. Fate appassire lo scalogno nella noce di burro, stando attenti a non bruciare ne il primo ne il secondo. Aggiungete il riso e rosolatelo sino a farlo diventare bollente.

Unite brodo bollente sino quasi a coprire il riso, le fragole passate ed il sale. Portate velocemente a bollore girando quanto serve per essere sicuri che non si attacchi (ma in una casseruola in rame non dovrebbe essere necessario girare troppo). Dal bollore, fate sobbollire per il tempo indicato sulla confezione, meno un minuto (per un normale Carnaroli dovrebbero bastare 17 minuti).

Durante la prima dozzina di minuti fate sì che il brodo copra sempre quasi tutto il riso. Girate ogni tanto. Nelle ultime fasi, il brodo dovrà ridursi, servirà quindi girate qualche volta di più, per garantire una cottura omogenea di tutti i chicchi. Quando il riso è al dente (considerate un minuto in meno) e l'anima interna è appena sparita (quindi sorvegliate gli ultimi minuti di cottura), togliete dal fuoco, aggiungete le fragole restanti, tagliate a pezzetti e i gamberetti privati dell'intestino, girate, mettete un coperchio e lasciate riposare per 7 minuti.

Mantecate il risotto con la panna, lasciatelo riposare ancora per un minuto e poi impiattate, decorate con una foglia di maggiorana e servite subito.

Qualche consiglio del cuoco

Le fragole possono essere unite anche negli ultimi minuti di cottura. In questo caso risulteranno più cotte, ma tenderanno a disfarsi ed unirsi al riso. Provate entrambe le versioni.

Se non la trovate, sostituite la maggiorana con un'altra erba a foglie, che non sia prezzemolo o basilico. Serve qualcosa dal profumo delicato e non invadente.

Commenti

Un consiglio all'ultimo minuto. Se il risotto vi piace molto legato, girate molto. Più girate, più sarà legato dall'amido che fuoriesce dal chicco a causa delle micro-lesioni che si hanno girando. Inoltre, girando di più, il riso tende ad acquisire un po' di più al suo interno il gusto della fragola.

Questione di gusti, non che girando sia giusto e non girando no. Dipende da ciò che si vuol ottenere.

Complimenti a Lorenza, l'allieva di cui si parla, per il risultato. Per inciso, Lorenza sarà tra i cuochi che cucineranno al Maisazi Night, quindi veniteci (l'evento è gratuito) se volete provare la sua cucina.

Scritto da:  fradefra   | 15.09.09 15:11
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter