Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Corso cuochi professionisti

scritto da fradefra

Allievi e cuoco della scuola di cucina, alla fine di un precedente corso per diventare cuochi.maisazi.com organizza il

Corso per Diventare cuoco professionista

Un corso di un mese in cui ogni giorno dal lunedì al giovedì, dopo un breve momento teorico, si fanno  numerosi esercizi di cucina, per fornire agli allievi tutta la conoscenza e la pratica per iniziare un lavoro come cuoco.

Per favorire la veloce entrata nel mondo del lavoro, si è scelto una struttura molto operativa delle lezioni, con continue prove di taglio, cottura ed impiattamento. A conclusione, una verifica finale stabilirà l'avvenuta acquisizione delle conoscenze necessarie per affrontare il mestiere.

Per favorire il pieno conseguimento dei risultati, al corso saranno ammessi gruppi ristretti di allievi.

 

Iscriviti subito al corso!Le lezioni saranno sui seguenti argomenti, con teoria ed esercizi.

  • Norme di igiene, problemi di batteri e contaminazione crociata, organizzazione nella cucina di un ristorante e razionalizzazione di tempi e metodi, mise en place e gestione del posto lavoro.
  • Coltelli: informazioni sulla qualità, materiali, forme e criteri di scelta, con esercizi sui principali modi per usarli (trinciare, sminuzzare, affettare) e sull'affilatura.
  • Strumenti di cottura: teoria sui materiali, sulla conducibilità termica, sulle forme, sulla manutenzione ed impiego di casseruole, padelle ed altro pentolame professionale.
  • Presentazione dei piatti: introduzione teorica sui fenomeni psicologici relativi all'aspetto del cibo ed alla progettazione del risultato finale, con esercizi di impiattamento durante tutta la durata del corso.
  • Vini e liquori in cucina, predisposizione di un pranzo d'etichetta e galateo della tavola.
  • Cucina al salto: le padelle giuste, il movimento corretto, quantità di liquidi e tempi, con esercitazioni pratiche.
  • La preparazione artigianale del pane: impasto, lievitazione, cottura, con varie prove per la realizzazione di bocconcini e baguette insaporiti con spezie ed altro.
  • Brodi, fondi e salse: il brodo di carne, il fumetto, il fondo bruno, la maionese, l'olandese e altre salse base e derivate, la deglassatura. Ogni base sarà preparata durante il corso, senza acquisto di prodotti pronti.
  • Frittura: grassi e temperature di fumo, con prove di fritti, soffritti, pastelle, tempure e tostature.
  • Finger-food, aperitivi ed antipasti: pasta Choux per bignè salati, crostini, Maki, hummus, farciture ed esempi di riutilizzo di materie prime.
  • Pasta fatta a mano: le farine, come impastare, le tecniche di cottura, la conservazione ed i condimenti.
  • Risotti: caratteristiche dei chicchi, le tecniche di cottura dei risotti mantecati e non, il Pilaf, come preparare il burro acidificato e la mantecatura.
  • Arrosti: uso del forno e tabella delle temperature, regolazione e legatura della carne, il controllo della cottura coi termometri.
  • Pesce, crostacei e mitili: norme di igiene e conservazione, preparazione, sfilettatura e spinatura, principali metodi di cottura al forno, in casseruola, al cartoccio, al salto e con la Carta Fata.
  • L'affumicatura di carne, pesce e verdure: principi di base ed esercitazioni con varie portate (filetto di maiale affumicato, trota o salmone, ecc.)
  • Sferificazione: teoria e prove sull'uso del caviale (sfere di liquidi) nella cucina molecolare.
  • Dolci al cucchiaio: esempi di tiramisù, panna montata, mousse di cioccolato, Crème Caramel, ecc.

Il corso è organizzato in modo da trasferire al meglio le tecniche impiegate, più che le ricette, con ripetizione degli esercizi, in modo da consentire a tutti di acquisire gli elementi più importanti della cucina professionale. Durante le lezioni si evidenziano quelli aspetti che nella ristorazione possono differire dalla cucina domestica.

 

Iscrizione

Iscriviti subito al corso!

Partecipare costa 4.800 euro (IVA inclusa), comprensivi delle materie prime, del completo da cuoco e della dispensa.

Le lezioni si svolgono dal lunedì al giovedì, dalle 9.00 alle 18.00, a Lonigo in Via Scortegagna 12.

 

Organizzazione in cucina e strumentazione professionale

Un cuoco non deve solo essere creativo, ma deve saper impiegare al meglio la strumentazione professionale degli ambiti ristorativi, come la coup de feu, i fuochi (o fornelli) e forni professionali, le cappe e gli impianti di refrigerazione (frigoriferi, abbattitori e celle) e di lavaggio (lavabicchieri, lavapiatti, lavastovoglie industriale). Gli esercizi, quindi, si svolgeranno su attrezzature usuali nei ristoranti e gli allievi impareranno ad usarle al meglio.

Il corso fornirà anche informazioni su come scegliere ed acquistare attrezzature e strumenti, fornendo le indicazioni su cosa un ristorante dovrebbe avere ed in quali quantità.

 

Alcuni allievi si esercitano durante un corso di cucina, all'uso dei coltelli professionali.Imparare ad usare i coltelli ed i taglieri

Chi cucina per mestiere ha un coltello in mano per la maggior parte del suo tempo. Il corso inizia, quindi, proprio con le spiegazioni e le prove su come impiegare i coltelli professionali, dal trinciante al filetto, su come tenerli in ordine ed in buone condizioni igieniche, su come affilarli e sceglierli.

Per favorire l'acquisizione della manualità necessaria, per tutto il mese ogni giorno ci sarà qualcosa da tagliare, sminuzzare o trinciare, in modo che alla fine ogni allievo abbia acquisito il metodo corretto per operare, alla luce della sua sicurezza.

 

Le casseruole in rame, quelle in multistrato ed altro pentolame in alluminio, usato durante i corsi.Uso del pentolame corretto

Chi ha un minimo di pratica in cucina, sa che ogni preparazione richiede una specifica casseruola o padella. Nelle parti introduttive del corso ci sarà uno spazio dedicato ad ogni forma e materiale, per capire quali siano i nomi corretti, le caratteristiche ed il modo d'impiego e pulizia di ogni strumento di cottura.

A chi ne avesse bisogno, inoltre, saranno forniti gli elementi necessari per decidere, nel caso di avvio di una nuova attività ristorativa, quali e quanti strumenti acquistare in funzione del tipo di cucina, del numero dei cuochi e del livello qualitativo che si vuol offrire al proprio cliente.

 

Durante un altro corso di cucina, alcuni allievi si esercitano nella preparazione degli antipasti.Aperitivi ed antipasti

Nei ristoranti aperitivi ed antipasti diventano ogni giorno più importanti. Durante il corso si apprendono le tecniche base, come riutilizzare parti di altre lavorazioni, come presentarli.

Dato che finger food ed aperitivi sono anche un ottimo sistema di intrattenimento, si spiega come usarli per gestire al meglio i tempi di servizio delle portate, per evitare attese eccessive da parte dei clienti. Fare il cuoco, infatti, significa anche saper gestire la corretta uscita dei piatti e ridurre lo stress che ne consegue.

 

Pasta fresca e pane

Lorenza durante la fase di spianatura della pasta fresca, per la preparazione di alcuni tortelli.Anche se un cuoco non deve essere necessariamente specializzato nella pasta fresca, è comunque importante che ne conosca le basi e sia in grado di fare almeno le preparazioni base. Una lezione, quindi, è dedicata agli impasti, alla spianatura ed alla cottura della pasta, con informazioni sulle differenze tra pasta fresca e pasta secca, artigianale o industriale.

Allo stesso modo, una lezione è dedicata al pane, per consentire agli aspiranti cuochi di acquisire le conoscenze necessarie alla realizzazione di originali bocconcini e baguette, per diversificare la propria offerta ai clienti e personalizzare quest'importante accompagnamento ai piatti serviti.

Durante il mese, questi esercizi vengono ripetuti varie volte, per dare a tutti la possibilità di acquisire al meglio la necessaria manualità.

  

Una lombata di manzo e un trancio di lonza di maiale, esempi di carne adatta agli arrosti.Conoscere e cuocere la carne

Varie lezioni e parecchi esercizi saranno relativi alla preparazione e cottura della carne, con le tabelle di tempi e temperature per gli arrosti, informazioni sui tagli, conservazione, legatura e riposo.

Oltre agli arrosti si esplorano anche altre tecniche di cottura come quella alla fiamma, i brasati ed i lessi.

 A vantaggio di chi deve gestire gli acquisti, si discute anche dei tagli, della frollatura, della conservazione e delle tecniche di pre-cottura.

 

Pesce, molluschi e mitili

Un'orata che sta per essere preparata al cartoccio, un attimo prima d'esser messa nel forno.Data l'importanza dei prodotti del mare nell'alimentazione italiana ed internazionale, una parte delle lezioni è dedicata alla conservazione, preparazione, cottura e servizio del pesce, dei molluschi e dei mitili. Vari esercizi saranno fatti sulla tecnica di cottura al cartoccio, in forno, in padella o al salto, per acquisire un buon ventaglio di metodi e ricette da esibire e su cui costruire poi tutti i successivi esperimenti e creazioni personali del nuovo cuoco.

Vista la deperibilità di queste materie prime, si parlerà anche della contaminazione batterica (diretta e crociata), delle norme igieniche e del ciclo del freddo.

Vari esercizi saranno sulla sfilettatura (aspetto fondamentale della formazione di ogni cuoco) e sull'affumicatura. 

  

Un esempio di riso mantecato, il risotto allo zafferano.Risotti e pilaf

In Italia un corso di cucina non può non avere una parte dedicata ai risi. Si parlerà e si faranno prove sui risotti mantecati, su quelli non mantecati e sulla cottura Pilaf del riso, in modo da acquisire le tecniche per varie preparazioni, sia come piatti principali, sia di accompagnamento.

Varie prove, inoltre, saranno fatte sulla mantecatura, sul burro acidificato, sui parametri che consentono di controllare la legatura e l'acidità di un risotto, in modo da consentire al nuovo cuoco di capire quali siano gli spazi di intervento nella progettazione di un nuovo piatto.

 

I dolci al cucchiaio

Il Crème Caramel, esempio di dolce al cucchiaio che ogni cuoco deve saper fare.Anche se non è specializzato nella pasticceria, ogni cuoco per potersi definire tale deve saper fare vari dolci al cucchiaio. Durante il corso si prepareranno vari dessert, come il Crème Caramel, la Crema Catalana, la mousse di cioccolata, ecc.

Per offrire la possibilità di realizzare decorazioni originali, alcune prove sono riservate al caramello ed alla preparazione delle delicate strutture che si possono creare con lo zucchero fuso.

Anche in questo caso saranno particolarmente curati gli aspetti di impiattamento e presentazione, con discussione su come organizzarsi per ottimizzare i tempi e la conservazione.

 

Cura della presentazione

Un filetto di maiale alla frutta, fragole e mirtilli, presentato su piatti di Alessi.In un ristorante, la presentazione dei piatti gioca un ruolo fondamentale, in quanto la memoria visiva è di gran lunga più efficace di quella gustativa o olfattiva. Tutti gli esercizi di cottura si concludono con una fase di impiattamento, per dare ad ogni allievo molte possibilità di applicare gli aspetti teorici spiegati.

La presentazione creativa dei piatti, infatti, si basa più su regole psicologiche che tecniche. Devono essere evitati fenomeni di disgusto e favorita, invece, la produzione dell'acquolina in bocca, che tanta importanza ha ai fini di una migliore digestione.

A ciò si aggiunge la trattazione degli aspetti organizzativi della zona d'output e la gestione razionale di questo processo, da troppi sottovalutato.

 

Un completo da cuoco ad ogni allievo

L'abbigliamento del cuoco non ha solo funzione estetica, ma anche igienica e di protezione. Oltre a spiegare le caratteristiche che giacca e pantaloni devono avere, ad ogni allievo sarà dato un completo da cuoco composto da giacca, pantalone e toque che verrà usato durante il corso, rimanendo di proprietà dell'allievo stesso.

All'iscrizione sarà chiesto di indicare la taglia (Small/Medium/Large) a cura dell'allievo l'eventuale successivo adattamento.

 

Gli interessati al corso

Per partecipare al corso non sono necessari requisiti in termini scolastici o di esperienza. Interessati sono tutte le persone che desiderano iniziare a lavorare come cuoco professionista in un ristorante, un bistrot, un albergo o una mensa. Gli ultimi giorni di lezione comprendono alcuni esercizi di valutazione in modo da consentire di verificare il livello di apprendimento, ai fini dell'attestato rilasciato.

La frequentazione di tutte le lezioni è importante per il massimo apprendimento e l'acquisizione della manualità e pratica necessaria a chi veramente voglia iniziare questo mestiere.

 

Iscriviti subito al corso!Sede, prenotazione e costi

Le lezioni si svolgono nel periodo indicato dal lunedì al giovedì, dalle 9.00 alle 18.00, a Lonigo. La scuola si raggiunge facilmente uscendo a Soave / San Bonifacio o Montebello Vicentino, sull'autostrada A4 Milano / Venezia (le uscite sono tra Verona e Vicenza). Con le strade provinciali, evitando il traffico mattutino e serale, si arriva in poche decine di minuti anche da Monselice, Cologna Veneta, Bassano, Schio e Padova.

Chi arriva da fuori del Veneto o dall'estero, può consultare l'elenco delle strutture convenzionate con la nostra scuola per avere una piccola riduzione sulle spese di soggiorno (comunque a mezzogiorno chi lo gradisce può mangiare in sede, tanto il cibo non mancherà sicuramente).

Per partecipare, iscrivetevi online sulla pagina ufficiale del Corso cuochi di un mese, dove potrete pagare con Carta di Credito, Paypal o Bonifico Bancario.

Il corso si conclude con alcune prove di verifica e rilascio di attestato di frequenza e risultati raggiunti. Il corso si ritiene confermato anche in presenza di un solo iscritto.

Commenti

sono interessato al cors di cucina completo,
vorrei magiori informazioni, se i vostri corsi sono riconosciuto a livello europeo o altro?
nel ringraziarvi distinti saluti

Scritto da:  saia salvatore   | 02.11.09 14:36
---------------------------------------

Ciao Salvatore, non esistono riconoscimenti ufficiali europei delle scuole private di cucina. Esistono riconoscimenti e crediti che vengono dati dai ristoranti, in virtù della serietà e notorietà delle singole scuole.

In Italia l'unica scuola riconosciuta legalmente è l'Istituto Alberghiero, che però ovviamente ha un ciclo di formazione di minimo tre anni.

Indipendentemente dal riconoscimento ufficiale, però, posso dirti che vari nostri allievi sono arrivati da stati europei. I corsi, però, li teniamo in Italiano e nella stessa lingua è redatta la documentazione.

Scritto da:  fradefra   | 03.11.09 06:40
---------------------------------------

scusate il mio scetticismo,ma come riuscite a formare un cuoco in 30 giorni? non mi ritengo totalmente formato io che questo lavoro lo faccio seriamenta da oltre 30 anni,perche' mi sento incuriosito dalle nuove tecnologie che avanzano e come dicevano i mie vecchi chef non si finisce mai di imparare.grazie fabio da verona

Scritto da:  fabio   | 30.11.09 14:47
---------------------------------------

dimenticavo,forse e dico forse ci riesce marchesi all'alma, ma in un anno.......e dico gualtiero marchesi

Scritto da:  fabio   | 30.11.09 14:50
---------------------------------------

Ehhh, Fabio, non abbiamo la pretesa di formare un cuoco fatto e finito, ci mancherebbe :)

Diamo le basi accademiche sulle principali tecniche di cottura, con il numero più alto possibile di esercizi, compatibilmente con le ore a disposizione.

Ovviamente poi servirà un periodo di apprendistato in una cucina di un ristorante, prima di potersi prendere in carico in modo del tutto autonomo una propria cucina.

Ritengo, e penso che anche tu sia d'accordo, che la pratica sia un aspetto fondamentale. Non basta un corso, certamente.

Allo stesso modo, concordo con te nel dire che anche dopo trentanni si continua ad imparare, se si è veramente appassionati di questo lavoro (anzi, forse è persino sbagliato chiamarlo lavoro). Io stesso, continuo a frequentare corsi a mia volta e non smetterei mai :)

Se un giorno passi da queste parti, vieni a trovarci, ci farà piacere chiacchierare e bere un caffè :)

Scritto da:  fradefra   | 01.12.09 21:08
---------------------------------------

ciao francesco,ma la mia era una critica per la dicitura della formazione "cuochi professionisti",che io ti contestavo.
Dal momento che qualcuno si approccia ad un corso del genere ,e' solo all'inizio e l' intestazione del corso a me pareva azzardata( per futuri cuochi) mi sembrerebbe piu' appropriato.
Per tutto il resto concordo.
Se riusciro' a ritagliare un po' di tempo, saro' lieto di accettare il tuo invito. fabio da verona

Scritto da:  fabio   | 05.12.09 17:01
---------------------------------------

Ahh, Fabio, non avevo capito. Sì, in quest'ottica hai decisamente ragione, grazie per la precisazione :)
Buon Natale :)

Scritto da:  fradefra   | 07.12.09 16:59
---------------------------------------

salve mi chiamo fabrizio e sono interessato al corso cuochi professionisti. Ho gia un po di esperienza avendo fatto una stagione estiva al mare abbastanza intensa.Mi chiedevo se dopo il corso ci sia la possibilita di trovare lavoro in un breve tempo.So che non siete un ufficio di lavoro ma magari riuscite ad inserire gli alievi in qualche ristorante?Grazie.

Scritto da:  fabrizio   | 05.01.10 14:38
---------------------------------------

Ciao Fabrizio, proprio in questo periodo stiamo raggiungendo accordi con alcuni ristoranti che si sono detti interessati.

Ovviamente la cosa non è una garanzia, facciamo quello che possiamo. Dipende dal periodo, dalla zona, dalla capacità della persona e del bisogno che i ristoranti hanno al momento.

Posso però dirti una cosa... non conosco un solo cuoco o assistente cuoco senza lavoro...

Scritto da:  fradefra   | 05.01.10 20:47
---------------------------------------

Ciao sono Michele e vi scrivo da Padova. Ho 22 anni e l'anno prossimo mi laureo in Psicologia del Lavoro. Mi pento amaramente di non aver fatto l'alberghiero e ho sempre cercato un modo per mantenere viva la possibilità di diventare un cuoco. L'idea di avere delle basi di cucina in un mese è interessante, anche perchè l'alternativa più breve all'alberghiero sarebbe stata appunto la scuola di Marchesi, come ricordava Fabio. Vorrei capire una cosa però: leggevo che questo corso da le basi per chi vuole entrare nel mondo della cucina. Perciò ho qualche domanda da fare, circa gli sblocchi occupazionali:
In termini di attestati, riconoscimenti (parlo a livello italiano), potrei inserire quest'attività nel curriculum?
Una volta finito il corso, se mi presentassi in un ristorante in cerca di lavoro, mi prenderebbero?
Che genere di percorso mi aspetta prima di diventare cuoco?
Scusate la mia ignoranza su certe cose, diventare cuoco è un sogno ma ci sono tante cose da sapere oltre ai tagli ecc. Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione, e vi porgo i più cordiali saluti.
Michele

Scritto da:  michele   | 04.07.10 16:32
---------------------------------------

Ciao Michele, ecco le risposte.
Il documento rilasciato certifica il raggiungimento di un risultato, a fronte di un esame (più 4 esamini settimanali). Tieni presente, però, che in Italia gli unici documenti riconosciuti dalla legge sono la Licenza Media inferiore, il Diploma e e la Laurea. Attestati e certificati diversi sono validi in base al credito che ha la scuola, ma non in termini legali. Quindi nel CV ci vanno sicuramente e molto spesso sono importanti, ma solo agli occhi di chi ti assume, non di fronte allo Stato.

Il fatto che un ristorante ti assuma, non dipende solo dal corso che hai seguito, ma anche dal fatto che tu sappia sul serio cucinare. Alla fine, questo è quello che conta, assieme all'esperienza, alla capacità di lavorare in squadra, alla sopportazione dello stress e alla serietà. Posso dirti che molti dei nostri allievi che hanno cercato lavoro, lo hanno trovato.

Solitamente il percorso in un ristorante è quello di aiutante generico di cucina (il commis), aiuto-cuoco, cuoco, chef, chef di partita, chef executive. Ovvio, una struttura simile esiste nei ristoranti con molte persone in cucina. Il punto di partenza dipende dalla formazione ed esperienza. Chi esce da un nostro corso può puntare a partire subito come aiuto-cuoco e dopo qualche mese, dipende da quanto vale, può già aspirare a fare il cuoco.

In bocca al lupo.

Scritto da:  fradefra - cuoco docente maisazi   | 05.07.10 09:51
---------------------------------------

Grazie mille, è stato molto esaustivo. Il tempo di finire la laurea e mi iscriverò sicuramente. L'anno prossimo fate un altro corso di un mese tra gennaio e maggio?

Scritto da:  michele   | 06.07.10 13:30
---------------------------------------

Penso di sì, Michele, quest'anno l'abbiamo fatto a marzo.

Scritto da:  fradefra - cuoco docente maisazi   | 06.07.10 14:41
---------------------------------------

ciao, sono Federica ed ho 21 anni. la mia grande passione è la cucina, in particolare la pasticceria. non ho nè frequentato l'alberghiero, nè ho esperienze in merito(salvo l'autodidatta). sono molto interessata al vostro corso per cuoco professionista..non vorrei farvi ripetere le stesse risposte, ma vi prego di rispondere nuovamente alle mie domande. il vostro corso rilascia un attestato da cuoco professionista riconosciuto e con il quale è possibile esercitate la professione di cuoco..è esatto?e se io volessi una specializzazione in pasticceria?? dato che i miei dubbi e le mie domande sono molte, eventualmente sarebbe possibile venire a visitare la vostra scuola e possibilmente parlare con uno di voi?
Vi ringrazio immensamente.

Scritto da:  Federica   | 23.08.10 14:02
---------------------------------------

Ciao Federica, nessun problema, figurati. Per non ripetermi, ti ho inviato una email completa. Se vuoi, chiamami al 349 2207339 per visitare la scuola.

Scritto da:  Fradefra - cuoco della Scuola di cucina maisazi   | 23.08.10 17:42
---------------------------------------

Salve Francesco, ho un urgente bisogno di parlare con lei per un eventuale collaborazione, come posso fare?
Mi chiamo Piccolo Mauro ho 40 anni sono dalla provincia di Treviso, il mio cell e' 3387384194, in attesa di una sua risposta, la ringrazio per la sua disponibilità.
Piccolo Mauro

Scritto da:  mauro piccolo   | 07.09.10 13:36
---------------------------------------

@Mauro
Fatto :)

Scritto da:  fradefra - cuoco corsi di cucina maisazi   | 08.09.10 08:01
---------------------------------------

Salve sig. Francesco, vorrei avere qualche informazione in più sul corso, per esempio se dopo il prossimo di novembre come sopra indicato ne farete un'altro.
Il corso è fattibile anche a persone di poca esperienza?
Insomma queste e tante altre domande, e se fosse possibile venire in sede vista la mia vicinanza (circa 10 km)alla vostra sede.
Ringraziando già da ora, porgo i miei più distinti saluti.
Cristian Mantovani

Scritto da:  cristian mantovani   | 18.10.10 11:18
---------------------------------------

Ciao Cristian, grazie per l'interesse nei nostri confronti, ecco le risposte.
Sì, puoi venire in sede a vedere, ma fissa un appuntamento perché se arrivi durante un corso non possiamo darti retta e se arrivi quando non ci sono corsi, rischi di non trovare nessuno.

Il corso è seguito quasi sempre da persone senza esperienza. A qualcuno abbiamo insegnato a pelare le carote. Non preoccuparti, quindi, non c'è problema.

Come puoi immaginare, un corso di questo tipo non si può tenere troppe volte in un anno, perché è molto impegnativo anche per noi. Il prossimo potrebbe essere nella primavera del 2011.

Buona cucina, nel frattempo.

Scritto da:  fradefra - cuoco corsi di cucina maisazi   | 18.10.10 17:33
---------------------------------------

Caro Francesco, mi accorgo ora di avere purtroppo perso l'occasione di frequentare il vostro corso per cuochi professionisti di novembre. Volevo sapere se c'è qualche possibilità che il vostro corso del prossimo anno sia tenuto in tempi diversi. Spiego: lavoro stagionalmente in Alta Badia come aiuto e secondo cuoco, però non ho seguito scuole di preparazione alberghiera, piuttosto ho accumulato anni di esperienza in lavori part-time atti a mantenere gli studi universitari. Ora, avendo deciso di entrare seriamente nel settore, sto cercando una scuola che mi permetta di certificare il mio livello professionale in quest'ambito. Come leggevo precedentemente i soli titoli riconosciuti dallo Stato italiano sono il titolo di Medie Inferiori, il Diploma e la Laurea.. io li possiedo tutti, però sento la mancanza di un riconoscimento specifico per continuare a lavorare in questo settore. A proposito, il vostro corso ha riconoscimenti all'estero? (Chiedo proprio perché sto programmando un altro viaggio in working holiday e un attestato, o patentino abilitativo non guasterebbero davvero).
Vi ringrazio per l'attenzione e attendo una vostra risposta.

Scritto da:  Matteo   | 16.11.10 09:05
---------------------------------------

Ciao Matteo, come indicato, nel 2011 il corso di un mese si terrà a marzo, dal 1 al 31.

A fronte del corso, noi rilasciamo un certificato dei risultati conseguiti, a fronte di un esame finale. Inoltre, ogni giovedì del mese si fa un esamino settimanale per verificare lo stato d'avanzamento.
All'allievo diamo anche una lettera di referenze personale, in cui evidenziamo le cose in cui si è distinto e quelle sulle quali deve fare approfondimenti.

Ciaooo :)

Scritto da:  fradefra - cuoco corsi di cucina maisazi   | 17.11.10 08:09
---------------------------------------

Giusto.. ecco, mi ero dimenticato di precisare nella mail precedente che lavorando stagionalmente finisco a metà aprile, motivo per cui non riesco a frequentare il corso. Chiedevo se il calendario era appunto già ultimato o ancora in via di definizione. Ma immagino che se vengo accontentato io, poi ci sia comunque qualcuno a cui non va più bene. Peccato, spero di avere l'occasione più avanti. Intanto grazie delle risposte e buona cucina! :)

Scritto da:  Matteo   | 17.11.10 14:40
---------------------------------------

Sì, il calendario è ultimato e dato che un mese di corso è particolarmente impegnativo in termini di programmazione, spostare è letteralmente impossibile. Mi spiace.
Buona cucina anche a te :)

Scritto da:  fradefra - cuoco corsi di cucina maisazi   | 17.11.10 18:06
---------------------------------------

Ciao, vorrei sapere se, per quanto riguarda il 2011, il corso di un mese verrà organizzato solo a marzo o se è prevista (anche solo in teoria) una seconda edizione nel periodo autunnale.
grazie!

Scritto da:  Fulvio   | 21.01.11 11:16
---------------------------------------

Sì Fulvio in linea teorica dovremmo farlo a novembre 2011. Unica incognita, abbiamo in ballo un cambio sede, quindi sul calendario 2011/2012 non abbiamo certezze.

Scritto da:  fradefra - chef executive Scuola cuochi maisazi   | 22.01.11 14:25
---------------------------------------

Ciao,sono un ragazzo rumeno e vorrei sapere se e posibile otenere il attestato di cuoco con un vostro corso per lavorare su le navi da crociera o alberghi.ho esperienza di 6 ani in cucina e tanta voglia di crescere come cuoco.Vi ringrazio e attendo una vostra risposta.

Scritto da:  Laurentiu   | 04.02.11 01:28
---------------------------------------

Ciao Laurentiu, col nostro corso di un mese, ottieni un certificato con attestazione dei risultati raggiunti ed una lettera di referenze personalizzata.

Per lavorare sulle navi da crociera, il tipo di documento necessario dipende da come viene condotta la ricerca. A volte chiedono il diploma alberghiero, a volte chiedono l'attestazione di frequenza di un corso serio.

In ogni caso, viene fatta una prova, poi la cosa importante è saper cucinare.

Scritto da:  fradefra - cuoco corsi di cucina maisazi   | 04.02.11 15:37
---------------------------------------

Buongiorno, sono un ragazzo di 23 anni senza alcuna esperienza di cucina professionale. Amo cucinare e cerco di farlo il più possibile sia a casa che a feste fra amici, cercando sempre di migliorarmi, però ora solo questo non mi basta più. Vorrei poter fare di questa mia passione una professione seria e volevo sapere se il vostro corso può fare al caso mio.

Cordiali saluti Luca.

Scritto da:  Luca88   | 10.06.11 18:43
---------------------------------------

Luca, sicuramente questo corso può fare al caso tuo, come lo è stato per parecchi altri allievi prima di te.
Durante il corso spieghiamo tutte le tecniche di cottura fondamentali e per ognuna facciamo vari esercizi, con una verifica ogni settimana.

Scritto da:  fradefra - Executive Chef Scuola di cucina maisazi   | 10.06.11 18:59
---------------------------------------

Ciao,ho 19 anni e sarei interessata al vostro corso. Volevo chiedere una cosa, io non ho fatto scuole ne ho esperienza,c'è tanta volgia e passione di diventare cuoca;e' un mondo che mi affascina quello delle cucina;quindi chiedevo se al corso accettate anche perosone con zero esperienza.
Cordiali saluti Debora

Scritto da:  Deborah   | 21.10.11 11:25
---------------------------------------

Deborah, ti ho inviato una email con le indicazioni del caso :)

Scritto da:  fradefra - chef corsi di cucina maisazi   | 25.10.11 00:47
---------------------------------------

ciao, ho 20 anni e sarei interessato a questo corso. Purtroppo non ho alcuna esperienza lavorativa, ma nutro grande passione e voglia di imparare.Volevo chiedervi se nel costo sopra indicato è incluso anche un alloggio per le persone provenienti da altre regioni.Inoltre chiedevo se era possibile avere un vostro recapito telefonico per poter chiarire alcune informazioni.grazie.
cordiali saluti

Scritto da:  nicola   | 11.01.12 14:23
---------------------------------------

Ciao Nicola, ti ho risposto via email. Ad ogni modo, il prezzo non include l'alloggio, ma abbiamo varie convenzioni con alberghi e B&B.

Scritto da:  fradefra - chef corsi di cucina maisazi   | 11.01.12 19:45
---------------------------------------

o professionisti i capelli dove stanno ???

Scritto da:  nessuno in confronto a voi   | 17.03.12 21:36
---------------------------------------

Ahahah hai ragione, insistiamo sempre molto perché ognuno abbia i copricapi previsti dalle norme, ma poi ce li togliamo per le foto, perché ovviamente stiamo tutti male.

Ormai le donne mi odiano per il fatto che gli faccio mettere le cuffie :)

Scritto da:  fradefra - Docente corso chef   | 17.03.12 21:59
---------------------------------------

Buon giorno, cortesemente vorrei sapere se questo corso rilascia il patentino da Cuoco?oppure è semplicemente un Corso?

Scritto da:  Nicola   | 15.01.13 18:10
---------------------------------------

Ciao Nicola, non esistono i patentini da cuoco. Esiste solo il diploma di stato, se frequenti gli istituti alberghieri.

Scritto da:  fradefra - Scuola di cucina maisazi   | 15.01.13 18:14
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter