Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Resoconto corso cuochi del 17 agosto 2009

scritto da fradefra

Foto di gruppo con gli allievi del corso di cucina professionale del 17 agosto 2009.Beh, dobbiamo proprio ringraziare Giuseppe, che ci ha fatto avere le foto scattate durante il corso di cucina professionale per aspirante cuoco che abbiamo organizzato a Lonigo (in provincia di Vicenza) tra il 17 ed il 21 agosto 2009. Con l'autorizzazione di tutti ve ne pubblichiamo alcune, ovviamente aggiungendo qualche commento ed aneddoto.

La prima è l'immancabile foto di gruppo in cui mi vedete assieme ai 4 allievi presenti. Da sinistra a destra, Lorenza, io, Davide, Laura e Giuseppe (il cuoco-fotografo )

Le altre le pubblicheremo su Facebook, poi in un commento vi indico l'album.

Un arrosto di lonza di maiale che avevamo aperto per inserire erbe profumate.Beh, legare gli arrosti è secondo me una delle cose di maggior soddisfazione per quei cuochi che amano le parti operative della cucina. Non potevo lasciarmi scappare l'occasione per un bell'esercizio, quindi tutti si sono ritrovati a doverlo fare.

Nella foto vedete un taglio di lonza aperto per inserirvi rosmarino ed altre erbe profumate. Poi Giuseppe e Lorenza si sono prodigati con la legatura, devo dire con ottimi risultati. Il giorno successivo invece a Davide e Laura è toccato un filetto di maiale che non ne voleva sapere di stare in forma.

Una prova di impiattamento con una fetta di arrosto di lombata di manzo.Ed ecco il risultato di una prova sugli arrosti, quello di lombata di manzo. Nella foto vedete uno degli esercizi di impiattamento, perché durante tutto il corso, fatta una spiegazione introduttiva sugli aspetti psicologici ed igienici della presentazione dei piatti, ogni piatto veniva preparato separatamente da tutti.

La salsa con cui l'arrosto è stato nappato è stata preparata con un lavoro collettivo che ho usato per mostrare le tecniche di assaggio. Non saprei dirvi quanti cucchiaini abbiamo usato

Gli allievi cuochi lavorano in gruppo durante una delle esercitazioni di cucina.Considerate che sono stati 5 giorni di massacrante lavoro per dieci ore filate, salvo una breve pausa di mezz'oretta. Le foto sono veramente tante e scegliere quale pubblicare non è stato facile. Qui a sinistra vedete una delle fasi finali della preparazione di alcuni antipasti.

Il taglio del maki, il rotolino giapponese di riso e pesce (o altro).Ne abbiamo fatti diversi, tra cui anche il Maki o Norimaki, cioè il riso arrotolato nell'alga Nori giapponese. Una tecnica simpatica che consente di fare molte preparazioni, non necessariamente a base di pesce. Anche il riso può essere sostituito, consentendo veramente molte combinazioni fantasiose.

Il branzino sfilettato, pronto per essere affumicato coi trucioli di faggio.Tra le tecniche che abbiamo trattato c'era anche l'affumicatura del pesce e della carne. Nella foto vedete il branzino pronto per il trattamento. Ne abbiamo approfittato, così, per fare anche esercizi di sfilettatura del pesce, cosa che ogni cuoco deve saper fare.

Un filetto di maiale affumicato, con un bignè e salsa Remoulade.A destra vedete uno dei piatti che ne sono risultati, un filetto di maiale affumicato, decorato con un bignè riempito di salsa Remoulade, una goccia di olio di nocciole e semi di sesamo. I bignè, veramente, li avevamo preparati il giorno precedente, ma vuoti si conservano perfettamente, quindi quelli rimasti sono tornati utili per gli esercizi di impiattamento.

E il branzino? Beh, è risultato ottimo, secondo me, e ha fatto la fine che meritava

Gli spaghetti allo scoglio, esercizio di cucina al salto. Questi sono quelli di Giuseppe.Per le prove di cucina al salto non potevo non scegliere un classico, gli spaghetti allo scoglio. Beh, forse la mezz'oretta trascorsa facendo saltare riso crudo in padella per prendere la mano, non è stata la parte più divertente del corso e vi risparmio le relative foto. D'altro canto, era necessario.

Lorenza, aspirante cuoca, mentre degusta un vino per valutarne l'abbinamento con un piatto.Invece ripartendo le varie fasi tra la piccola brigata, la preparazione degli spaghetti s'è risolta in pochissimo tempo. Nella foto a destra vedete Lorenza che assaggia un vino, visto che uno dei temi era l'abbinamento Vino / Cibo. Durante tutto il corso ogni piatto veniva assaggiato con un vino o due per valutarne gli aspetti sensoriali. Sì, lo so, state pensando che ne abbiamo approfittato per sbevazzare ed in effetti, qualcosina abbiamo bevuto

Ovviamente il fatto che io abbia scelto proprio Lorenza, mentre beve, non significa che gli altri fossero lì a guardare... tutt'altro  Solo a Laura, ogni tanto, abbiamo concesso la possibilità di dare forfait.

Lorenza mentre stende una foglia di pasta fresca, col suo bravo matterello.A proposito di Lorenza, eccola ancora qui a spianare la pasta fresca che abbiamo fatto. A tutti è toccato impastare, spianare col matterello, tagliare, farcire e chiudere tortelli.

Filetto di Salmone racchiuso in una sfoglia aperta di pasta fresca.Come foto finale di questo gruppo di esercizi, però, ai tortelli ho preferito questo filetto di salmone chiuso in una foglia di pasta fresca, con panna al porro e curcuma. Ci è servito come esercizio di cottura al forno della pasta.

Un'orata pronta per essere confezionata al cartoccio e cucinata in forno.Sempre restando sul pesce, che abbiamo preparato in vari modi, eccovi la foto di questa splendida orata pescata, che abbiamo cucinato al cartoccio nel forno. Il pesce è stato accompagnato da una salsa di soia modificata mediante assaggi collettivi. L'abbiamo corretta con aceto di riso, acqua e pochissimo olio extravergine emulsionato.

Filetto di salmone al sesamo, altro esercizio di cucina del pesce ed impiattamento.Ancora di scena il salmone, stavolta assolo, dopo esser stato avvolto da uno strato di sesamo e passato al forno per la cottura. 

La salsa che vedete è a base di Porto, carne e fondo bruno molto diluito. Sì, lo so, pare strano un pesce accompagnato da una salsa a base di carne, ma vi garantisco che non stava male per nulla, anzi! Poi, ovviamente, è anche questione di gusti.

Giuseppe fiammeggia un filetto di maiale con prugne e funghi.La parte relativa alla carne comprendeva anche la cucina alla fiamma. Nella foto vedete Giuseppe che con una padella a flambare fiammeggia un filetto di maiale farcito con prugne secche, in una salsa di funghi porcini e poca panna fresca.

Una delle quattro cotolette alla milanese che gli allievi hanno preparato.A destra, invece, una delle cotolette alla milanese che ognuno degli allievi ha preparato seguendo le mie indicazioni. Io invece non ho fatto nulla (come quasi tutto il resto del corso), limitandomi ad assaggiare per valutare il risultato.

Vi dirò, il ruolo dell'assaggiatore mi piace molto e nel caso della cotoletta è stato bellissimo andarmene in giro con una forchetta in mano e la scusa per staccare pezzi...

Lorenza mentre prepara una tempura di verdure, con pastella alla birra.Nella parte relativa e fritti e fritture, oltre alle immancabili patatine fritte alla francese, ci siamo divertiti con molti esperimenti sulle tempure. Abbiamo provato due diverse pastelle di cui una a base di birra e vari tempi e temperature di frittura, per verificarne i differenti risultati.

Ovviamente, già che c'eravamo, abbiamo anche provato vari livelli di pastellamento, per dare maggior evidenza alle verdure o alla pastella stessa.

Il risotto alle fragole e gamberetti, ottimamente preparato da Lorenza.Per quanto riguarda i risotti, oltre alla classica versione mantecata con lo zafferano, abbiamo preparato un risotto con fragole e gamberetti. Tutta la preparazione è stata fatta da Lorenza, che ha perfettamente legato il tutto producendo un piatto ottimo. Via Facebook abbiamo già detto ai suoi amici di farselo preparare, perché merita veramente.

Nella foto, se non ricordo male, è visibile la versione impiattata da Giuseppe, con alcune fragole e mirtilli decorativi, oltre al pepe rosso cinese a bordo piatto.

Copertina che spiega come fare e impiatta una mousse di cioccolato.E non potevano mancare i dolci al cucchiaio. Questa parte di corso è stata condotta da Mariangela che ha guidato il gruppetto con vari esercizi. Nella foto la vedete mentre impiatta una delle preparazioni...

La mousse al cioccolato con una fragola decorativa e fiore di menta.... che non poteva che essere la mousse al cioccolato, che nella foto a destra vedete nella versione di Laura o Giuseppe, non ricordo bene. Penso Laura, perché era sempre lei a scegliere i fiori di menta che avevamo in cucina.

Il Crème Caramel preparato da Giuseppe, decorato con un pezzetto di cioccolato.Io ho invece mostrato come fare il Crème Caramel, approfittandone per guidare alcuni esercizi sul caramello, come prepararlo e come usarlo per farne delle decorazioni.

Nella foto vedete il dolce preparato da Giuseppe, decorato con un pezzetto di cioccolato fondente.

Chiudo questo resoconto esprimendo a Laura, Lorenza, Giuseppe e Davide i miei complimenti per l'impegno ed i risultati. Cinque giorni faticosi, ma divertenti (almeno per me), che mi hanno dato soddisfazione.

Alla prossima

Commenti

Un grazie di tutto cuore a Francesco e Mariangela!!!!
Condivido perfettamente nel dire che questi 5 giorni sono stati davvero indimenticabili (e se devo esser sincera al venerdì sera avevo la lacrimuccia agli occhi per la nostalgia...)
L'organizzazione è stata perfetta e complimenti a Francesco per aver saputo coinvolgere in maniera fantastica noi allievi!!!!!!!
Sono ritornata a casa davvero entusiasta e con un'enorme soddisfazione nel cuore!!!!
Un abbraccio!
Laura

Scritto da:  Laura   | 31.08.09 14:46
---------------------------------------

Ciao Laura, benvenuta da queste parti (intendo sul blog). Mi fa piacere sapere che il corso ti sia piaciuto :)
Aspettiamo le foto delle tue prime performance in albergo o a casa :)

Per inciso, sto inventando una ricetta che potrebbe farti comodo, perché è un piatto da consumare in piedi come aperitivo o antipasto.

Scritto da:  fradefra   | 31.08.09 15:06
---------------------------------------

Grazie Laura, ci siamo divertiti molto anche noi durante il corso. Il caldo era massacrante, ma gli allievi hanno veramente dato prova della serietà e della voglia di imparare. A presto :)

Scritto da:  copertina75   | 31.08.09 17:34
---------------------------------------

che piatti ottimi avete preparato, e belle le foto, ho visto anche quelle su Fb. Complimenti a tutti :-)

Scritto da:  FrancescaV   | 31.08.09 17:46
---------------------------------------

A proposito, grazie Francesca, mi hai ricordato di postare il link all'album Facebook: http://www.facebook.com/album.php?aid=103351&id=577758606&l=188ae1eeea

Scritto da:  fradefra   | 31.08.09 18:14
---------------------------------------

Ragazzi che 5 giorni splendidi ;)
Io facevo compagnia a Laura con la lacrimuccia venerdì sera...
Si era creato proprio un bel clima (tropicale ;) ... ) in cucina.
Ringrazio davvero tutti perchè è stata un'esperienza indimenticabile!!!
Spero di rivedervi presto tutti =)

Scritto da:  Lorenza   | 31.08.09 21:39
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter