Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Resoconto del corso sui fondi di cucina del 2 marzo 2009

scritto da fradefra

Foto in cucina, durante il corso sui fondi e brodi. Fradefra e le allieve del corso.Eccomi a raccontare com'è andato il corso sui brodi e fondi di cucina del 2 marzo 2009, di cui abbiamo già previsto una seconda edizione.

Le allieve ci hanno autorizzato alla pubblicazione delle foto, quindi ve ne mostro qualcuna, dandovi anche qualche indicazione sui temi che abbiamo trattato durante la serata.

Devo dire che sono state tre ore intense in cui abbiamo parlato e provato parecchie cose, tra cui la sgrassatura, il brodo di carne, il brodo di carne chiarificato, il court bouillon, il fondo bruno. Poi abbiamo concluso assaggiando due risotti che avevamo preparato per fare due comparazioni.

 

Eccomi intanto che sgrasso il fondo bruno, in cottura da qualche ora sulla coup de feu.Così mi hanno trovato le allieve, intanto che sgrassavo il fondo bruno che avevo messo a sobbollire dolcemente sulla coup de feu. Servono sei ore, per averlo pronto. Ne avevo preparato uno nel primo pomeriggio, durante il corso ne abbiamo preparato un secondo ed abbiamo visto la conclusione del mio.

Con questo sistema abbiamo potuto vedere assieme l'inizio e la fine di una cottura che dura molte ore (ben oltre la durata del corso, che è di tre ore). Ne abbiamo approfittato per parlare della sgrassatura dei brodi.

Controllo la tostatura delle ossa in forno, per la preparazione del fondo bruno.Ed eccomi proprio nella fase di preparazione. Abbiamo tostato in forno le ossa necessarie ed aggiunto nella rostiera carote, sedano e cipolle.

Nella foto mi vedete intanto che controllo la cottura, prima di passare alla fase successiva...

Dopo averle tostate, le ossa le mettiamo in un casseruolino, assieme ad altri ingredienti.... che è quella della disposizione delle ossa in una marmitta, casseruola o casseruolino (come nel nostro caso). Ottima sarebbe una cocotte di ghisa.

Importante è che le ossa siano tutte basse, in modo da risultare sempre coperte dal liquido di cottura. Occorre scegliere un contenitore della giusta dimensione, quindi.

Faccio la mise en place preparativa ad uno degli esercizi del corso di cucina.Ovviamente tutti gli esercizi sono stati preceduti dalla mise en place e ne ho approfittato, così, per spiegare l'importanza della cosa, la necessità del controllo sistematico delle ricette, la verifica della qualità delle materie prime, il lavaggio, la pesatura ed il taglio.

mostro gli aromi alle allieve del corso, parlando dell'importanza delle quantità.Ci siamo soffermati qualche istante sugli aromi, nella foto mi vedete mostrare i chiodi di garofano ed il pepe in grani, discutendo dell'importanza dell'ampliamento dello spettro olfattivo dei piatti. Allo stesso modo, abbiamo parlato della necessità di non coprire eccessivamente gli odori delle materie prime, vere protagoniste dei nostri piatti.

Fradefra fa sentire la differenza tra una cipolla tostata ed una naturale.Proprio a proposito degli odori, abbiamo tostato una cipolla, per sentire assieme la differenza rispetto a quella non tostata.

La differenza, avvertibilissima, implica una delicata scelta tra le due forme, quando si prepara un brodo.

Mostro due pezzi di carne pareggiata, prima di avviare la cottura del brodo.Abbiamo dedicato qualche istante anche al pareggio della carne. Dato che scegliendo i tagli opportuni per la preparazione del brodo, la carne sarà poi impiegabile in altri piatti o da sola con qualche intingolo, avere porzioni regolari è importante per l'uniforme cottura.

Eccomi ripreso intanto che schiumo uno dei brodi in cottura.Ovviamente ne approfittiamo per vedere come si schiuma, mediante l'apposita schiumarola o un cucchiaio.

La cosa è più importante di quanto non sembri, perché la schiuma lasciata durante la cottura tende a cuocersi pure lei, alterando gusto ed odore.

Eccomi ai fornelli, intanto che preparao uno dei due risotti della serata.Per provare i brodi che abbiamo preparato, cuciniamo due risotti. Facciamo delle piccole variazioni, in modo da confrontare i due risultati.

Uno dei due, tra l'altro, lo prepariamo senza mai girarlo, proprio per mostrare come la cosa sia possibile, usando la giusta casseruola, in rame stagnato o con l'interno in acciaio.

Alla prossima

Commenti

Una domandina..... parli di cuocere il risotto in una casseruola in rame con interno in acciaio, dove si possono trovare? magari online?

Grazie.... morf3o.

Scritto da:  morf3o   | 10.03.09 11:19
---------------------------------------

Ciao Morf30, le casseruole in rame con interno in acciaio le puoi trovare in tutti i buoni negozi di articoli per la casa, nei negozi di albergheria (Medagliani, ad esempio).

Se non trovi o hai dubbi, chiamami pure al 349.2207339, mi fa sempre piacere parlere di casseruole e coltelli.

Scritto da:  fradefra   | 11.03.09 10:31
---------------------------------------

Grazie per il consiglio Francesco, ma credo che quelle siano tutte casseuole in rame con interno stagnato, io vorrei una casseruola con interno in acciaio, in modo da poter ovviare alla periodica ristagnatura (che qui da me non credo facciano).
Finora ho trovato solo un modello della Alessi, ma costa circa 350 euro :((

Scritto da:  morf3o   | 13.03.09 09:57
---------------------------------------

No, no, sia Medagliani, sia Granshop hanno pentole in rame con acciaio all'interno. Io stesso le ho comprate lì. Magari non sono visibili sul sito, ma basta che chiami.

Oppure online cerca De Buyer o Pentole Agnelli.

Scritto da:  fradefra   | 17.03.09 07:29
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter