Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

La cucina della Scuola di cucina maisazi

scritto da fradefra

Ecco la presentazione iniziale del locale cucina della della scuola di cucina.Ed eccoci finalmente arrivati al completamento dei lavori, vi presentiamo le foto del locale dove la nostra scuola di cucina tiene i corsi serali e quelli del sabato, in provincia di Vicenza. Come vedete non è enorme, ma d'altro canto noi abbiamo limitato a cinque il numero massimo degli allievi dei nostri corsi, quindi ci stiamo perfettamente.

È stata lunga, ma alla fine ce l'abbiamo fatta e siamo riusciti ad ottenere quello che volevamo. Non è stato banale perché abbiamo progettato noi l'ambiente e gestito i vari fornitori coinvolti. Ciò ha portato ai soliti disguidi ed ai tanti piccoli problemi che sempre accompagnano questi progetti, ma poi tutto s'è risolto.

Il muro principale della cucina, con le attrezzature professionali.Questo è il muro principale, dove abbiamo posto la zona cottura. La decorazione ad effetto bronzo sulla parete è stata realizzata dall'azienda di Marco Berlato e del socio Massimo. Non s'è trattato di una cosa da poco, perché volevamo un effetto estetico importante, ma la parete doveva avere certe caratteristiche di parziale lavabilità ed igienicità. Dopo vari tentativi su idee nostre, la scelta finale è stata dello stesso Marco. Splendido lavoro, grazie

Veduta frontale della zona cottura e piano appoggio della cucina.Cappe e mobili li abbiamo acquistati da Ovvio, a Vicenza. La fascia protettiva e decorativa dietro il piano è una creazione di copertina75 e mia, realizzata su commissione da un piastrellista artigiano della nostra zona (Mari, metti tu in un commento il suo nome?)

L'illuminazione (che nelle foto non si vede mai perché avrei dovuto fotografare il soffitto) è stata curata dall'azienda di Enea, di Meledo, che aveva già realizzato quella del nostro ufficio. Qui invece vedete gli spot delle due cappe, che abbiamo voluto separate per avere due motori di aspirazione invece di uno. Per inciso, stiamo pensando ad alcune modifiche per migliorare ulteriormente l'espulsione di fumi ed odori.

Fuochi professionali, forno termostatico e coup de feu. Ed ecco il pezzo di cui siamo particolarmente contenti, la macchina da cucina, formata da quattro fuochi professionali con fiamma pilota, una coup de feu ed un forno termostatico, acquistati da Fornolegnamatic di Costantino Savona. Costantino oltre che vendere attrezzature professionali per la ristorazione, è un ristoratore lui stesso, il che implica la sicura conoscenza della materia.

La coup de feu, in particolare, con la sua temperatura decrescente dall'interno verso l'esterno (da 500 a 250 °C), ha una flessibilità d'impiego notevole. Qualche giorno fa la stavo usando con cinque diverse casseruole posizionate in altrettante zone. Splendida

Il banco di lavoro, con uno dei miei taglieri in polietilene ed il ceppo dei miei coltelli professionali.Il piano di lavoro è sempre di Costantino ed è stato inserito in un contesto progettato a mia misura. Sopra vedete uno dei miei taglieri in polietilene, il ceppo con i miei coltelli professionali in acciaio giapponese, la bilancia da cucina, un orologio da lavoro ed il ricettario guida.

La cassettiera sottostante, che contiene tutto il resto dei miei utensili di uso quotidiano, fa parte del mobile acquistato da Ovvio.

Alcuni degli strumenti di cottura che impiego quotidianamente e durante le lezioni.Non poteva mancare, la zona d'appoggio di parte del pentolame che uso durante le mie attività di sperimentazione e nei corsi di cucina che organizziamo. Dall'alto a sinistra verso il basso, un wok e le rostiere in alluminio di Pentole Agnelli, la sauteuse (casseruola conica a saltare, che in Italia si usa per mantecare) di Demeyere, la risottiera in rame stagnato di Pentole Agnelli, una padella a flambare ed una casseruola in rame stagnato di Ram Art. Dopo il cesto, in basso, abbiamo ancora un casseruolino in rame trimetallico (rame/alluminio/acciaio) di Pentole Agnelli, un casseruolino in acciaio con interno in acciaio a specchio di Alessi e due casseruole De Buyer in rame con interno in acciaio inox.

Le mensole sono di Ikea e ci sono piaciute per il rivestimento in acciaio, sicuramente utile in cucina per evitare rigonfiamenti del legno.

Sono due settimane che uso intensamente la cucina e devo dire che la soddisfazione è piena .
Mi ci trovo a mio agio, devo ancora fare le ultime sistemazioni, ma tutto quello che mi serve lo ho sempre a portata di mano. Nelle foto non si vede, ma a pochissimi metri abbiamo attrezzato a dispensa un locale che originariamente era un ripostiglio. Il decoratore ha stuccato ogni fessura e tinto le pareti con un materiale lavabile, per garantire la massima igiene. Lì teniamo le riserve alimentari e gli strumenti che non usiamo tutti i giorni.

Commenti

Già, tanti piccoli problemini, ma la soddisfazione di averla realizzata noi è molta.
Il piastrellista è Moreno Origano e l'azienda di Enea, fornitore delle lampade e delle placche, oltre che elettricista, è G.B. Lampadari.

Scritto da:  copertina75   | 25.01.09 12:01
---------------------------------------

vorrei inscrivi chi a vostro corso serai.

Scritto da:  akissohe edmond   | 27.01.09 04:50
---------------------------------------

Ciao Edmond, ti faccio contattare da copertina75 per le informazioni.
Benvenuto :)

Scritto da:  fradefra   | 27.01.09 11:16
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter