Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Cosa metto e come lo metto in frigorifero

scritto da copertina75

Siamo tornati a casa carichi di buste della spesa: carne, pesce, frutta, verdura, uova, formaggi ed altro ancora. Ora dobbiamo riporre tutto nel nostro frigorifero cercando di conservare al meglio gli alimenti, in modo che si mantengano integri il maggior tempo possibile. In aiuto ci vengono alcuni consigli su come fare. Di seguito vi propongo un elenco di cibi, in ordine alfabetico, con l'indicazione di come conservarli, in che zona del frigorifero riporli e per quanto tempo possono durare.

Albicocca. Per conservarla per qualche giorno, una settimana al massimo, la si deve riporre in frigorifero, nel cassetto della frutta e verdura, all'interno di un sacchetto di carta.

Ananas. Nel caso sia matura, la si conserva nella zona meno fredda del frigorifero, all'interno di un contenitore per evitare che trasmetta il suo profumo agli altri alimenti. Dura all'incirca 3 o 4 giorni. Nel caso sia invece acerba, la si può tenere a temperatura ambiente per un paio di settimane, di modo da completare la maturazione.

Anguria. Intera si conserva nella parte bassa del frigorifero per 3 o 4 giorni. Tagliata la si copre con la pellicola trasparente per proteggerla dall’aria e la si deve consumare entro un paio di giorni.

Arance. Possono essere conservate a temperatura ambiente, se non è troppo calda, oppure in frigorifero, nel cassetto dedicato alla frutta e la verdura, meglio se lavate prima di essere inserite. Durano molti giorni.

Burro. Si conserva nella parte alta del frigorifero, nell'apposita vaschetta, dura 1 o 2 settimane.

Carciofi. Si possono conservare i carciofi in frigorifero oppure a temperatura ambiente. In questo ultimo caso però dovranno stare con il gambo in acqua come qualsiasi altro fiore. Nel frigorifero, invece, si ripongono nel cassetto dedicato alla frutta e alla verdura, dopo averli ripuliti dalle foglie più dure, lavati, asciugati e messi in un contenitore ermetico. In questo modo si potranno conservare una settimana circa.

Carne. Si conserva nella parte più bassa del frigorifero, quella più fredda, avvolta nella pellicola, nell'alluminio, oppure in contenitori. La cosa importante è far in modo di non far uscire il liquido che contaminerebbe gli altri alimenti.
La durata dipende dal tipo di taglio: i pezzi interi per l'arrosto o il bollito possono arrivare a 6 giorni, bistecche e spezzatini si conservano fino a 3-4 giorni, mentre la carne macinata e il carpaccio devono essere consumati entro il giorno successivo all'acquisto.

Carote. Si conservano nel cassetto della frutta e verdura del frigorifero e durano vari giorni.

Cavolfiore. Lo si conserva in un sacchetto di carta all'interno del cassetto della frutta e verdura del frigorifero, per circa 4 giorni.

Ciliege. Le si possono conservare a temperatura ambiente, in un luogo fresco e arieggiato, oppure nel frigoriferi all'interno di un contenitore ermetico per non assorbire l'odore degli altri alimenti. Messe in frigorifero, le ciliegie, dureranno un paio di giorni.

Finocchio. Si conserva nell'apposito cassetto della frutta e verdura del frigorifero all'interno di un sacchetto di carta. Può essere consumato sino a quando non inizia ad acquisire parti scure.

Formaggio. I formaggi freschi devono essere collocati nella zona intermedia del frigorifero, quelli stagionati a pasta cotta in quella superiore. Le fette devono essere incartate singolarmente per poterle avvicinare in modo che non vi sia un contatto fisico con conseguente trasmissione di aromi o muffe. Sarebbe conveniente avvolgere i formaggi a pasta dura in un telo di cotone, pulito, ma senza odore di detersivo e riporli in una dispensa o cantina abbastanza aerata. Importante è tenere a mente che, nei mesi estivi, quando la temperature e l'umidità possono raggiungere livelli di guardia, l'uso del frigorifero diventa indispensabile.

Funghi. I prataioli si conservano all'interno della loro confezione in frigorifero 3 o 4 giorni. I porcini se consumati entro le 24 ore, si possono disporre senza sovrapporli per non schiacciarli, coprirli con la carta cucina e metteteli in frigorifero nello scomparto meno freddo. Oppure si possono pulire bene, tagliarli e sistemarli in un contenitore sotto vuoto.

Limoni. Se non sono ancora del tutto maturi è meglio tenerli a temperatura ambiente, in presenza di mele e pere, se, invece, sono già sufficientemente maturi si conservano in frigorifero nel cassetto della verdura o in sacchetti di carta e possono durare una settimana circa.

Mandarini. Meglio conservarli in frigorifero, nel cassetto della frutta e verdura e durano circa 10 giorni. Si possono tenere fuori dal frigorifero a temperatura ambiente durante l'inverno, ma dureranno meno.

Melanzane. Si conservano nella zona bassa del frigorifero e durano circa una settimana, meglio se all'interno di un sacchetto di carta.

Mele. Anche le mele si conservano più a lungo se messe in frigorifero, nel cassetto apposito. Durano all'incirca un mese, un mese e mezzo, l'importante è togliere quelle che eventualmente dovessero marcire ed inoltre meglio tenerle lontane dalla verdura a foglie.

Peperone. Si conserva fino a circa una settimana in frigorifero nello scomparto per gli ortaggi.

Percoche. Mature si conservano in frigorifero all'interno di un sacchetto di carta per 4 o 5 giorni. Non del tutto mature meglio tenerle a temperatura ambiente sempre in sacchetto di carta.

Pere. Si conservano una settimana in frigorifero, nel cassetto della frutta-verdura.

Salumi. Se sono affettati, vanno consumati entro breve tempo, perchè perdono subito la loro freschezza. Se sono all'interno di vaschette sigillate occorre conservarli in frigorifero e consumarli comunque entro la data di scadenza. Nel caso si aprisse la confezione, vanno consumati entro il giorno dopo. I salumi freschi e a breve stagionatura (es. prosciutto cotto) vanno tenuti in frigorifero avvolti completamente in carta oleata. I prosciutti stagionati invece vanno conservati in luoghi freschi, ma non in frigorifero, rivestendo la superficie di taglio con un foglio di alluminio o la pellicola alimentare.

Spinaci. Vanno lavati, asciugati e riposti all'interno di un sacchetto di carta nel vano della frutta e verdura del frigorifero. Durano qulache giorno.

Uova. In frigorifero si conservano nell'apposito scomparto o in un contenitore chiuso fino alla data di scadenza indicata. I tuorli crudi si possono conservare fino a 24 ore, gli albumi fino a 48 ore, le uova sode senza guscio 2 giorni, mentre con il guscio fino a 4 giorni. Tutti, però, vanno tenuti in contenitori ermetici.

Uva. Si può conservare a temperatura ambiente, se non è troppo calda, all'interno di un vassoio di vimini senza ammassare troppo i grappoli per evitare che gli acini si schiaccino e inizino a fermentare. Il vassoio dovrà restare in un luogo fresco, asciutto e dove l’aria circoli bene. Oppure si conserva in frigorifero per una settimana circa, in scatole di plastica con fori di aerazione.

Zucchine. Nel frigorifero si conservano in un sacchetto di carta nella parte meno fredda o nello scomparto degli ortaggi, fino a circa una settimana. Se la temperatura è fresca, le si può tenere fuori dal frigorifero e resistono per un paio di giorni.

Negli scompartimenti all’interno della porta del frigorifero, che sono le zone più calde, si mettono i prodotti che necessitano solo di una leggera refrigerazione, come le bibite, le creme (maionese, senape, ketchup...) e il burro.

Commenti

Grazieee!
Corro a stampare ed appendo sullo sportello del nostro frigorifero :)

Scritto da:  fradefra   | 28.07.08 09:46
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter