Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Pollo in gelatina di Aglianico

scritto da fradefra

Mi ha sempre attratto la gelatina, soprattutto quando ha connotazioni particolari, come questa che è ricavata dal vino Aglianico. Ecco a voi, in sostanza, il pollo in Gelatina di Aglianico.

Ovviamente potete provare anche altre gelatine e farle voi. Io presto comincerò qualche esperimento in tal senso, intanto mi sono procurato questa gelatina su Clicca e Gusta, che la vende on-line.

Non fatevi impressionare dalla foto, la preparazione è più semplice di quanto si creda. Seguite passo passo e ci riuscirete. Trovo interessante questa ricetta, perché si presta come base per mille altri vostri esperimenti.

Buon divertimento

Ingredienti per due persone

  • mezzo petto di pollo;
  • un vasetto di gelatina di Aglianico;
  • poca crema di melanzane o un'altra a vostra scelta,
  • olio extravergine di oliva;
  • fagiolini verdi;
  • un pomodorino;
  • sale vichingo affumicato (o un altro sale fino).

Con un coltello affilato ricavate una fetta non troppo sottile dal mezzo pollo.

Sulla parte superiore di ogni fetta spalmate abbondantemente la crema di melanzane. Arrotolate e legate le fette, in modo da formare un arrosto, come vedete nella foto. In una rostiera d'alluminio rosolate con poco olio extravergine di oliva.

Passate il tutto nel forno già caldo a 200 gradi per venti minuti circa. Ogni tanto girate, basta anche solo una volta.

Nel frattempo scaldate la gelatina di vino Aglianico a fuoco bassissimo (scegliete il fornello più piccolo che avete o addirittura andate con un bagnomaria). La gelatina deve diventare liquida.

In acqua bollente e salata lessate i fagiolini per dieci minuti, poi raffreddateli velocemente in acqua ghiacciata.

Togliete il pollo dal forno, lasciatelo riposare una decina di minuti, tagliate delle fette di un centimetro di altezza o poco meno. Le fette mettetele in quelle formine che normalmente si impiegano per i budini o i muffin, magari con una pellicola trasparente per alimenti, in modo da estrarle poi più facilmente. Ricoprite il pollo con la gelatina liquida.

Lasciate raffreddare la gelatina, in modo che solidifichi. Basta un'ora o poco più. Estraete le fette, ponetele su un piatto e decorate con i fagiolini ed un pomodorino. Se lo avete, aggiungete un po' di sale fino. Io ho usato quello vichingo affumicato, che oltre a presentarsi bene ha un sentore leggermente legnoso che estende lo spettro degli odori del piatto.

Qualche consiglio dal cuoco
==================

Per rosolare, scegliete un olio extravergine di oliva che non sia piccante, in modo da non sovrastare il resto.

Per la crema con cui spalmare l'interno dell'arrosto, scegliete secondo i vostri gusti. Potrebbe andare bene anche una crema di olive, però in questo caso usatene poca, perché coprirebbe eccessivamente il pollo e la gelatina.

Con la gelatina di Aglianico, avrete un deciso contrasto tra il pollo. Se non vi piace la carne dolce, lasciate perdere o usate una gelatina meno dolce.

Se non disponete del sale vichingo, usate una spezie che vi piaccia, al limite del pepe macinato finissimo o della paprika.

Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter