Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Arrosto di tacchino con cicoria selvatica

scritto da fradefra

In questo periodo sto facendo vari esperimenti con le carni, di cui un po' alla volta vi passerò le ricette che più mi sono piaciute. Stavolta tocca all'arrosto di tacchino con cicoria selvatica, piatto che si presta a molte varianti, col solo limite della vostra fantasia.

L'ingrediente sperimentale è la Cicoria Selvatica in Olio Extravergine della Masseria Maida, che Buoni a Tavola ci aveva inviato qualche tempo fa in prova e di cui avevamo parlato nel post I cesti natalizi di Buoni a Tavola.

Passiamo alla preparazione, quindi

  • Un petto di tacchino di buone dimensioni
  • Cicoria selvatica sottolio
  • Una sottiletta
  • Olio extravergine di oliva
  • Una carota per le decorazioni

Fate due grosse incisioni nel petto di tacchino, ricavando due zone che poi saranno riempite con le materie prime. Prestate attenzione a non tagliare troppo, col rischio di separare completamente le parti. Guardate nella foto della presentazione iniziale come si presenta il tacchino una volta chiuso.

Usate un coltello ben affilato, ma preciso. Io ho usato un coltello filetto, normalmente impiegato per sfilettare il pesce.

In ognuna delle due cavità create, ponete la cicoria selvatica e qualche pezzetto della sottiletta.

Chiudete il petto di tacchino in modo da ottenerne una sorta di cilindro e mediante uno spago da cucina legatelo in forma d'arrosto.

In una rostiera ponete due cucchiai di olio extravergine di oliva e rosolatevi l'arrosto, prestando attenzione a che non si rompa. Il fuoco deve essere moderato, meglio se la rostiera è di alluminio.

Ponete l'arrosto nel forno già caldo a 200 gradi e fate cuocere per trenta minuti, girando un paio di volte.

A cottura ultimata, lasciate l'arrosto a riposare su una teglia coperta con carta alluminio per qualche minuto, poi tagliate le fette, decorate con la carota o con un pomodorino aperto.

Nota del cuoco
==================

Nella foto presentata in apertura di articolo, notate alcune gocce di un liquido trasparente. Si tratta di uno sciroppo di nocciola, che ho posto come base su cui mettere le fette. Questo sciroppo conferisce all'arrosto il profumo caratteristico delle nocciole. Se pensate che l'abbinamento possa piacervi, trovate il prodotto nei bar torrefazione di Lino's Coffee.

Commenti

veramente molto sfizioso, abbinamenti che rispecchiano al massimo i miei gusti...

Scritto da:  Gio   | 05.12.07 19:32
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter