Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Pomodori verdi all’italiana

scritto da copertina75

Una nostra visitatrice, Gioi, ci ha mandato la ricetta dei pomodori verdi da conservare nei barattoli e gustare in tutta tranquillità quando sarà il momento.

Alla fine della bella stagione nel mio orto rimangono verdure non portate a fine maturazione, vuoi per la locazione dell’orto stesso, in quanto un po’ in ombra da settembre in poi, vuoi per l’andamento della stagione magari non proprio brillante.

Così ci siamo attrezzati per usare un po’ tutto. Una mia amica prepara una giardiniera “autunnale” come la chiama lei, proprio con gli “avanzi” dell’orto. Io invece ho ristrutturato la ricetta delle melanzane che mi aveva passato un’amica siciliana, inserendo il pomodoro verde, crudo quale ingrediente principale. Le melanzane preparate così sono ottime, ma i pomodori verdi le superano: provare per credere!!"

Ingredienti:

  • 6/7 Pomodori verdi ( ma proprio verdi verdi)
  • 6 cucchiai di sale fino
  • Aceto di vino bianco q.b.
  • Olio extra vergine di oliva q.b.
  • 3 cucchiai di prezzemolo tritato (con la mezzaluna)
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperoncino
  • 1 cucchiaio di origano
  • un po’ di pazienza

Procedimento:

  • Lavare bene i pomodori che devono essere assolutamente verdi (altrimenti col tempo diventano molli).
  • Tagliarli con la mandolina a fette sottili e quindi tagliarli a striscioline, quindi riporli in una capace terrina di ceramica.
  • Versare il sale sui pomodori e mescolare molto bene con le mani pulite.
  • Coprire con un telo e poi con un coperchio e lasciar riposare per 24 ore.
  • Dopo 24 ore mettere i pomodori in uno scolapasta, quindi coprirli con un contenitore piccolo che riesca a schiacciarli bene e riporvi sopra una capace pentola piena di acqua ( questo serve per far sì che i pomodori vengano strizzati ben bene).
  • Coprire con un telo e lasciarli riposare per altre 24 ore.
  • Dopo 24 ore togliere i pomodori dallo scolapasta, buttare il liquido e rimetterli nella terrina pulita e ricoprirli di aceto di vino bianco, mescolandoli ben bene con una forchetta per districali.
  • Dopo altre 24 ore togliere i pomodori dall’aceto e strizzarli ancora molto bene con le mani, devono restare belli asciutti.
  • Preparare nella terrina un intingolo mescolando il prezzemolo tritato, l’aglio tritato, il peperoncino tritato, l’origano e olio di oliva extra vergine.
  • Immergere i pomodori e mescolarli ben bene con le mani pulite. Coprirli con un telo e lasciare riposare 24 ore.
  • Dopo ulteriori 24 ore si possono invasare in vasetti perfettamente puliti: nel fondo del vasetto mettere 2 cucchiai di olio quindi inserire, con l’ apposito imbuto i pomodori (dopo averli ben mescolati) schiacciandoli bene. Ricoprirli bene di olio, chiudere e riporre al fresco e al buio per almeno 3 mesi prima di assaggiarli.

Uno degli ingredienti non a caso è la pazienza. Ma, come in ogni cosa, la pazienza alla fine premia. Non sono difficili da preparare, è più lungo il raccontarlo che il farlo. L’unico problema è che ci tengono compagnia per 4/5 giorni, ma alla fine sono talmente deliziosi, che ne sarà assolutamente valsa la pena.

Sono da gustare con pane toscano senza sale, perché il sapore in bocca lo devono regalare i pomodori con il loro gusto pieno e fruttato, facendo pregustare alla bocca un nuovo boccone.

Abbinamento:

Per i fortunati che possono permettersi un giro alla Birreria di Pedavena per comprarsi 2 litri sfusi di ”Birra del Centenario”, le cui fresche note floreali placheranno il piccante del peperoncino e dell’aglio, l’apoteosi è completa.

Tutti gli altri scopriranno che anche una “Speciale 110” farà splendidamente gli onori di casa, pulendo alla fine il palato col suo gusto pieno e fruttato, facendo pregustare alla bocca.

Tag: | | |

Commenti

sembra proprio appetitosa la tua ricettina... anche se la pazienza non è il mio forte, non tanto per la preparazione, quanto per i 3 mesi di attesa prima di poterli gustare ...
penso proprio valga la pena provare
grazie grazie per la splendida idea

Scritto da:  rosy   | 22.11.07 09:39
---------------------------------------

Ti capisco Rosy, anch'io di solito non ho molta pazienza, mi piace assaggiare ciò che preparo. Un mese fa ho fatto le melenzane sott'olio e le ho dovute nascondere per non aver la tentazione di mangiarle prima del tempo :-) A proposito, benvenuta sul blog.

Scritto da:  copertina75   | 22.11.07 10:01
---------------------------------------

Rosy, il bello di aspettare 3 mesi è che quando apri il primo vasetto e lo fai assaggiare, ti ritrovi la casa piena di amici che vogliono tentare l'apertura del secondo e poi del terzo...
e ti assicuro che di questi pomodori "tocciano" col pane pure l'olio!!:D

Scritto da:  lagioi   | 22.11.07 21:49
---------------------------------------

Sarei molto contento se qualcuno potrebbe spiegare se usare l'aceto assoluto o mishiarla con acqua e' se usare l'aceto bollente o freddo.
Molto grazie
Angelo dal Canada

Scritto da:  Angelo Clemente   | 21.09.08 22:19
---------------------------------------

La ricetta è parecchio invitante, ricordo ancora con molto gusto le melanzane che faceva un'amica di famiglia quando ero bambino, e i pomodorini verdi sotto aceto di un'amica.
Così dato che in questi giorni alcuni pomodori dell'orto sono ancora verdi ho deciso di prepararne un pochino anche io seguendo la tua ricetta, oggi è il secondo giorno, gli ho messi nello scolapasta con parecchi pesi :)

Il problema è che ho letto in giro che i pomodori verdi contengono una sostanza tossica, addirittura su wikipedia si dice che non viene eliminata neppure dopo la cottura. Ora sono un po dubbioso, sicuramente li mangerò ugualmente ma un pochino di dubbi li ho.
Che dici posso andare tranquillo comunque? Infondo tu ne hai già mangiato tanti e non hai mai avuto problemi no?

Scritto da:  Giuseppe   | 24.07.09 16:57
---------------------------------------

Ciao Giuseppe, stai facendo riferimento alla Solanina, che si trova anche in melanzane e patate.
Va distinto, però, il fatto che si parli di una varietà tendente al verde dei pomodori, dal fatto che si tratti di un pomodoro rosso rimasto fortemente acerbo. Nel secondo caso le percentuali di Solanina sono sicuramente più alte.

La Solanina fa effettivamente male e non bisognerebbe mai abusare di prodotti che ne contengano troppa. Una frittura di pomodori ogni tanto non ti farà nulla.

Scritto da:  fradefra   | 26.07.09 07:38
---------------------------------------

Grazie fradefra, si parlo della solanina, in effetti il problema me lo sono posto perchè sto usando pomodori acerbi e non la varietà verde.
Comunque dopo qualche ricerca ho stabilito che è un semplice allarmismo, tale sostanza fa si male, ma non certo come un gas nervino.
E' contenuta in tanti ortaggi che mangiamo abitualmente dalla notte dei tempi, patate, melanzane, pomodori (anche i rossi ben cotti), peperoni e peperoncini. E' maggiore nei frutti acerbi e diminuisce man mano che giungono a maturazione, ma anche se maturi in piccole tracce è comunque presente, e visto che ne abbiamo mangiato tutti fin da bambini ormai siamo protetti sicuramente. Ovvio mangiare 10 barattoli al giorno di pomodori verdi o di melanzane sicuramente può far venire un mal di testa e mal di pancia, ma due cucchiai come antipasto non penso possano uccidere nessuno o provocare il minimo disturbo.

Oggi li ho conditi, appena saranno pronti farò da cavia :) e vi farò sapere come vengono.

Scritto da:  Giuseppe   | 26.07.09 19:39
---------------------------------------

Ottimo, restiamo in attesa e se ci mandi una foto, te la pubblichiamo :)

Scritto da:  fradefra   | 27.07.09 07:24
---------------------------------------

Gli ho finiti e messi in barattolo, l'odore è stupendo il sapore credo sarà divino e infatti ora sto preparando anche le melanzane, ma pubblicare la foto non so se possa essere una buona idea, ho persino il barattolo con una vecchia etichetta non è certo il massimo della presentabilità :)

Scritto da:  Giuseppe   | 30.07.09 13:27
---------------------------------------

Ok, Giuseppe, allora buona degustazione :)

Scritto da:  fradefra   | 31.07.09 09:35
---------------------------------------

Oramai è da 5 o 6 anni che ho rifatto la ricetta dei pomodori verdi.Dico rifatta perchè era usanza di mio padre.La differenza nellamia ricetta è che io prendo quelli di piccola dimensione e li taglio in due,poi li metto sottosale x 24 ore(come te) li tolgo,li strizzo con le mani li lavo con aceto bianco,e li lascio in aceto per 4 o 5 ore.Lasalatura è fatta in un recipiente di terracotta smaltato.Poi li tolgo li strizzo con le mani e metto aglio origano sedano a listarelle e peperoncino infine sott'olio.

Scritto da:  mariagrazia   | 19.08.09 11:41
---------------------------------------

E possibile aggiungere anche del finocchio??

Scritto da:  tiziana   | 26.08.09 10:50
---------------------------------------

Tiziana, se per finocchio intendi quello secco, direi di sì, ma non esagerare, perché altereresti molto il sapore finale.

Scritto da:  fradefra   | 29.08.09 10:53
---------------------------------------

oggi ho fatto razzia nell orto del vicno,che nn c'e',e ne ho ricavato molti pomodori verdi che farò cosi e sott olio,nn ho molta pazienza ma ho la fortuna di dimenticarmi le cose cosi dopo averli fatti nn li mngerò subito se nascosti bene!

Scritto da:  tania   | 18.10.09 18:29
---------------------------------------

direi che leggere ciò che avete scritto mi ha proprio fatto venir voglia di provare,anchio oggi ho fatto pulizia nell'orto e visto che ho un bel po di pomodori verdi,proverò a fare come in tanti avete fatto e scritto vi farò sapere a inizio febbraio com'è andata sicuramente bene
e grazie a tutti.

Scritto da:  enzo   | 13.11.09 18:13
---------------------------------------

@tania @enzo
Bene, benvenuti a tutti e due sul blog :)

Scritto da:  copertina75   | 17.11.09 13:01
---------------------------------------

ci provero' grazie

Scritto da:  mariapia   | 10.09.10 17:09
---------------------------------------

La bora ha fatto il raccolto del pomodoro rosso,ma quello verde.... proverò fare la tua ricetta e a Natale.. sento già il profumino. Grazie

Scritto da:  morana   | 20.09.10 15:54
---------------------------------------

l.aceto deve essere caldo o freddo
thank you

Scritto da:  bruno tropeano   | 24.09.10 01:08
---------------------------------------

Cara Gioi
mi invita molto la tua ricetta e vorrei così utilizzare gli ultimi pomodori dell'orto, grazie ci proverò.
Ho solo una perplessità: ho sentito dire che i pomodori verdi sono tossici? E' vero?

Scritto da:  Mary54   | 03.10.10 20:48
---------------------------------------

il pomodoro verde fa male????????????? :-) :-(

Scritto da:  Maria Giulia   | 10.05.11 22:06
---------------------------------------

Ci sono alcune parti del pomodoro che contengono Solanina, soprattutto quando è verde. La Solanina è effettivamente tossica, ma la percentuale presente nei pomodori è irrisoria e comunque si si distrugge con la cottura.

Onestamente con lo smog che respiriamo vivendo a Milano o in altre città, con l'acqua che ci ritroviamo e tante altre cose ancora, la solanina dei pomodori credo sia l'ultimo problema al mondo.

Ad ogni modo, un nutrizionista forse è la persona più indicata per la risposta ad una simile domanda.

Scritto da:  fradefra - cuoco corsi di cucina maisazi   | 12.05.11 08:49
---------------------------------------

Ciao a tutti, è tutta mattina che cerco qualche ricetta per usare dei pomodori verdi che purtroppo ho dovuto raccogliere dopo che un forte nubifragio ha rotto alcune piante che ho nell'orto. Questa è sicuramente quella più succolenta, oggi comincerò la procedura, lunga ma non difficile da ciò che leggo, fortunatamente io di pazienza ne ho da vendere :-))
Complimenti e buona conservazione a tutti!!

Scritto da:  Carmen   | 21.07.11 11:56
---------------------------------------

la ricetta pubblicata è davvero molto bisognosa di pazienza, ma penso che valga la pena!!!! oggi ho fatto il primo passaggio!!

Scritto da:  luciana   | 08.10.11 14:51
---------------------------------------

Salve buongustai :(precisazione)ho letto in un sito che i pomodori verdi contengono un alcaloide di nome ALFA-TOMATINA che come alcaloide da i suoi problemi, che ALFA-TOMATINA non va via con la cottura e che fa meno male della nicotina delle sigarette .... I nostri amici pomodori verdi contengono pure solanina ,ma in misura minore di una patata
germogliata o addirittura verde che in entrambi i casi é veramente tossica .Quindi ala faccia di tutto ciò GODIAMOCELI e buon appetito a chi ha la fortuna di poterseli preparare

Scritto da:  MulinKiana   | 16.10.12 19:33
---------------------------------------

Ciao MulinKiana, benvenuto/a sul blog e grazie del commento :)

Scritto da:  fradefra - Executive Chef   | 18.10.12 09:18
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter