Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Il Veneto Rosso IGT Inama 2005

scritto da fradefra

Strane le coincidenze della vita. Proprio qualche giorno prima di trasferirci ad Orgiano ed aprire l'ufficio a Lonigo (città del vino), Angelo dell'enoteca on-line Everywine ci regala un Veneto Rosso IGT 2005 dell'Azienda Agricola Inama di San Bonifacio, praticamente il paese confinante. Insomma, il primo vino della nostra zona, lo beviamo quasi casualmente. Grazie Angelo

Questa bottiglia Angelo ce l'aveva spedita per le prove dell'imballo dei vini di cui vi abbiamo già scritto. Lo avevamo tenuto a riposo un po' per fargli assorbire il viaggio ed ecco finalmente le nostre impressioni.

Come premessa, dall'etichetta leggiamo che il vino è ottenuto da uve Carmenere, Merlot e Raboso. Partiamo appena un po' prevenuti perché il Merlot piace poco sia a me sia a copertina75. Comunque qui dovrebbe essercene poco. Questione di gusti, comunque, perché molti tra i grandi vini hanno il Merlot nell'uvaggio e ben lo sappiamo.

Versato nel bicchiere, il vino si presenta di un bel rosso rubino con note violacee, con odore vinoso intenso, note erbacee, ciliegia in evidenza ed un leggero sentore di legno. In movimento si avvertono pochi cambiamenti. Il vino ha quasi completato le sue evoluzioni e si presenta in una fase matura.

In bocca si ha una prima sensazione di dolcezza appena accennata, poi si avverte la freschezza e quindi un gradevole calore avvolgente, ma non eccessivo. Ci piace quest'insieme armonico di impressioni ben equilibrate. Il vino ha abbastanza corpo, persistenza media, un retrogusto erbaceo e tannini mediamente presenti.

Un vino equilibrato ed armonico che testimonia la capacità che queste terre hanno raggiunto nella creazione di prodotti che al di là del gusto personale, raramente scendono al di sotto di una soglia qualitativa complessivamente buona.

Commenti

Per essere precisi ecco l'uvaggio:
Carmene 60%, Merlot 30% e Raboso Veronese 10%.

Come mai il merlot così tanto denigrato? Forse falsi assaggi? Il merlot se ben usat, sia in purezza che in assemblaggio, da risultati strabilianti.

Mi riprometto di suggervi e spedirvi qualche cosa per le fredde serate d'inverno :-)

Ciaoooooooooooooooo

Scritto da:  L'enoteca di Everywine   | 08.08.07 13:26
---------------------------------------

Ciao Angelo, guarda non è che si voglia denigrare, anzi. Riconosciamo il valore del Merlot. A me non piace, ma solo una questione di gusto, per quella sua nota amara che spesso si porta dietro.

Però assaggiamo molto molto molto volentieri :-)

Scritto da:  fradefra   | 09.08.07 06:41
---------------------------------------

Ciao ragazzi io sono nuovo di questo blog, anche io sono un appassionato di vini quello che prediligo è il mitico nebbiolo, lo trovo decisamente spettacolare!

Scritto da:  ViniBianchiRossi   | 28.08.07 00:57
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter