Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Il rosso domina a Pompei

scritto da fradefra

Come vi avevo anticipato nel post Pizza al metro, da Gigino, Vico Equense, abbiamo visitato gli scavi archeologici della stupenda città di Pompei e devo raccontarvi della nostra sorpresa nel verificare che il colore dominante, sia all'interno delle case stupendamente decorate sia all'esterno delle varie costruzioni, sia il rosso, in varie sfumature che vanno dal mattone e corallo al porpora. In sostanza, il rosso di maisazi.com

Ridete, ridete, ma vi garantisco che è proprio così e mentre giravamo per le vie io e copertina75, in pieno attacco di vanagloria, continuavamo soddisfatti a notare la cosa. Rosso e bianco, qualche tocco di giallo e celeste, un po' di blu, parti di grigio e bianco come secondo colore. I nostri, in pratica

Una guida spiegava che le decorazioni interne delle costruzioni a Pompei, case private, religiose o istituzionali, erano per lo più decorate da maestri greci, dato che in quel periodo i Romani, grandi costruttori, si rifacevano alla Grecia per l'estetica, l'arte e la decorazione. In sostanza, tutte le case private di Pompei paiono disegnate da un solo architetto e decorate dalla medesima persona. Ovviamente non è così, ma lo stile è di una omogeneità impressionante, chiaramente nel rispetto dell'individualità del singolo artista e committente.

Le due foto che vi mostro sono di due costruzioni diverse e ne ho tante altre che testimoniano lo stesso stile e colori.

Non poteva sfuggirci quello che quasi sicuramente è il banco di un negozio di prodotti enogastronomici, altrimenti che maisaziani saremmo?
Interessante la costruzione di tali banchi, che nella pietra incassavano delle anfore, idea funzionale per mantenere al fresco ed in ordine prodotti, probabilmente, quali le olive o le sardine o in qualche caso altri liquidi. Notate come la disposizione del banco sia molto razionale e praticamente uguale di quello che sarebbe ai giorni nostri.

Purtroppo le parti decorative sono rimaste poche e nelle foto vengono male, ma vi assicuro che i marmi policromi impiegati sono stupendi. Ovviamente ancora una volta sono dominanti i toni caldi del rosso.

Non lasciatevi sfuggire l'occasione di una visita ai resti archeologici di Pompei. Anche se non vi è lo sfarzo e la grandiosità delle costruzioni imperiali di Roma, vi garantisco che Pompei riserva molte sorprese e, soprattutto, la visione complessiva di una città, in tutti gli aspetti. Dalle strade, ai marciapiedi, ai punti di scolo e persino a quelle che potremmo considerare delle strisce pedonali (che avevano lo scopo di consentire un migliore attraversamento agli incroci e non solo), troverete la testimonianza di come si viveva in quei secoli.

Ci sono persone che partono dal Giappone e dall'Australia per vedere Pompei. Se abitate in Italia, non potete non andarci almeno una volta.

Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter