Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Acquisto on-line su D-Mail.it

scritto da fradefra

Del progetto Maisazi Compra ormai vi abbiamo detto tutto, siamo partiti con il primo acquisto on-line, preparatorio al vero e proprio benchmarking che seguirà nei prossimi mesi.

Per mettere assieme le prime impressioni e preparare un modulo che poi ci guiderà nei successivi test, abbiamo acquistato un porta calici da sottomensola ed una bilancia di precisione per la cucina sul sito di commercio elettronico D-Mail.

L'acquisto è stato fatto da copertina75 da un Internet Point di Milano, intanto che io registravo caratteristiche e fenomeni. Per l'attività è stato usato un notebook con Windows XP Home, browser Firefox e 1024x768 pixel sul display.

Caratteristiche del sito

La home è densa di informazioni, forse anche troppe, con promozioni, categorie, box di ricerca, top ten e vari altri elenchi.

Il sito è navigabile per categorie o tramite ricerca testuale con possibilità di filtro sulla categoria. Gli elenchi sono senza un ordine, il che rende difficoltosa e fastidiosa la consultazione. Oltretutto, i prodotti sono molti.

Le schede hanno tutte un'immagine, con una descrizione a volte molto completa, in altri casi un po' stringata. Per certi prodotti, probabilmente non si sa cosa scrivere o il basso costo degli stessi non giustifica un costo di redazione troppo alto.

Sono presenti tutte le usuali informazioni sui modi di pagamento e le spedizioni. Unica nota, non è chiaro con che criterio D-Mail scelga quando usare Bartolini o SDA e la differenza non è trascurabile! Per i tempi di consegna si indicano quattro o cinque giorni lavorativi.

Fase di acquisto

Appena entrati nel sito, copertina75 ha ignorato tutto ed ha cercato il porta calici mediante una ricerca testuale. Dall'elenco proposto ha aperto la scheda e fidandosi dell'immagine, quasi senza leggere ciò che c'era scritto, ha aggiunto al carrello.

Dato che l'ordine minimo è di 20 euro, s'è deciso di acquistare un altro prodotto. Abbiamo scandito assieme gli elenchi dei prodotti di due categorie per la cucina verificando personalmente il fastidio di dover avanzare per numerose pagine senza alcun ordine negli articoli.

Copertina75 inseriva nel carrello gli articoli che ci piacevano, senza usare l'apposita funzione "aggiungi agli appunti" di cui non abbiamo capito il funzionamento. Conclusa la scansione, s'è avuta qualche difficoltà a capire come gestire il carrello, dato che per farlo occorreva agire su un pulsante di nome "Cassa". Ci siamo arrivati facendo qualche prova.

Tolti gli articoli che non ci interessavano, siamo entrati nella transazione d'acquisto. La registrazione è obbligatoria purtroppo, quindi abbiamo inserito i nostri dati. Positivo, per noi come clienti, il fatto che non sia obbligatorio il codice fiscale, se non si è interessati alla fattura.
La form non è chiarissima, tanto che copertina75 ha inserito il suo nome e cognome nello spazio invece riservato al cognome. Il nome, per altro, non ha l'asterisco di obbligatorietà, invece poi lo è. Piccoli problemi, comunque.

Non abbiamo capito il motivo della registrazione obbligatoria, che avremmo volentieri evitato, dato che i dati richiesti sono solo quelli anagrafici per la spedizione. Si poteva sicuramente evitare. In compenso, abbiamo ricevuto il catalogo, che non ci interessava minimamente. La cosa c'è parsa un po' invasiva. Il problema è dato dal fatto che probabilmente la routine di registrazione a fronte dell'ordine è la stessa impiegata per la richiesta del catalogo. Crediamo che su questo si potrebbe fare uno sforzo e disgiungerle.

Qualche dubbio l'abbiamo avuto sulla spedizione. Avendo scelto di ricevere il materiale tramite corriere, il sistema non indicava quale dei due sarebbe stato scelto. Fosse stato per me, avrei abbandonato dato che non voglio acquistare nulla da chi invia tramite SDA. Copertina75, invece, ha deciso di proseguire.

Per il pagamento, decidiamo di usare una carta di credito prepagata convenzionata con VISA. Vengono richiesti solo il numero, la data di scadenza ed il codice di sicurezza, che abbiamo faticato a capire di che si trattasse. Per contro, tutta la procedura c'è parsa veloce. A me resta il dubbio che a qualcuno potrebbe sembrare persino troppo veloce. In fondo si potrebbe pensare che chiunque abbia i dati che compaiono sulla carta stessa, così potrebbe acquistare a nome nostro. Va notato, infatti, che abbiamo usato una carta intestata a me ed inviato ad un destinatario diverso. Nulla di male, probabilmente è il merchant che così corre qualche rischio, visto che potrebbe vedersi stornato il pagamento a fronte di una denuncia di furto. Comunque, ci sono le assicurazioni.

Consegna e controlli finali

Alla chiusura della transazione una email riepiloga l'ordine e ci indica come accedere allo status. Questo però non è molto esplicativo e a vari nostri controlli non ha mai dato grandi indicazioni. Qualche giorno dopo, invece, ci arriva una email che ci informa che il pacco è stato messo in spedizione e ci vengono date le informazioni su come accedere al pannello di tracking di Bartolini. Veramente poco intuitivo, occorre fare click sul numero del pacco. Non ci saremmo mai arrivati, senza la email di spiegazione.

Il pannello di Bartolini indica che la merce è stata presa in consegna e che sarà consegnata presumibilmente lunedì 9. La cosa avviene, col rispetto dei tempi indicati sul sito. Acquisto fatto il 4, consegna il 9 con un sabato ed una domenica in mezzo.

Il pacco risulta integro, l'imballo è sufficientemente protettivo, nessun malfunzionamento o cose da eccepire sugli articoli. Chiudiamo il caso con soddisfazione

Prossimi step

Il mese prossimo, su un sito di commercio elettronico diverso faremo due serie di acquisti, uno io e copertina75, uno lo faremo fare ad una persona volontaria che non abbia acquistato nulla on-line in precedenza. Poi ovviamente verremo a scrivervi quanto rilevato.

Sponsor

Un grazie va a Everywine.biz, una enoteca on-line, e Compagnia delle Puglie, vendita di prodotti tipici pugliesi, che economicamente ci aiutano in questo studio, che ovviamente ha i suoi costi e che maisazi.com faticherebbe a sostenere da solo.

Se volete sponsorizzare anche voi il progetto Maisazi Compra, ovviamente per averne alcuni vantaggi, scrivetemi all'indirizzo fradefra@maisazi.com. Per il resto, sono aperti come al solito i commenti in fondo al post, dove potete inserire le vostre considerazioni.

Commenti

Domanda, perchè non SDA?


io invece non mi fido di bartolini... ogni volta che tocca a lui portarmi un pacco, succedono casini e ritardi.

Scritto da:  Tulip   | 20.07.07 12:22
---------------------------------------

Perché abito in una zona servita da una agenzia SDA che in quest'ultimo anno non mi ha mai una volta fatto una consegna senza generarmi problemi.

- indirizzo sbagliato (quando c'è nome, cognome, via, numero civico, cap e città). Che altro dovrei mettere? Il codice fiscale?

- destinatario sconosciuto (quando c'è una targa, non il semplice nome).

- destinatario assente, quando per tre volte di fila eravamo in casa e loro suonavano e se ne andavano dopo tre secondi perché non potevano parcheggiare. Siamo arrivati a scrivere un messaggio con scritto "Abitiamo al secondo piano, dateci il tempo di scendere"

- destinatario sconosciuto, in una precedente abitazione in cortile con campanelli un po' strani e nome segnato sulla buca. Peccato che l'inviato non sapesse leggere l'italiano...

L'ultima volta sono dovuto andare presso la loro sede a ritirare un pacco che per sei volte era stato riportato sul loro pannello come "Indirizzo errato". Pacco in mano, indirizzo visibile, la signora alla loro reception voleva pure ragione :-P

Ho smesso di fare considerazioni. SDA faccia ciò che vuole, io non compro da siti che usano loro come corriere ed amen :-)

Scritto da:  fradefra   | 20.07.07 13:03
---------------------------------------

A proposito, Tulip, ho visto il tuo sito. Brava, molto carino, l'ho inserito nel mio feedreader :-)

Scritto da:  fradefra   | 20.07.07 13:05
---------------------------------------

ecco più o meno le stesse cose che sono successe a me con bartolini....
si vede che il servizio dipende in maniera determinante dall'agenzia che ti capita...
peccato!
PS
Grazie...
io da mò che vi leggo.
:)

Scritto da:  Tulip   | 20.07.07 13:10
---------------------------------------

Grazie dell'attenzione, allora :-)

Per il corriere, sì, sono d'accordo con te. Ormai sono tutti sistemi distribuiti che fanno uso di padroncini, filiali con forza lavoro locale, ecc.
Tutto dipende dalla filiale che serve la tua zona, quindi.

Scritto da:  fradefra   | 20.07.07 14:08
---------------------------------------

ahh..
e poi un'altra cosa.
se non sbaglio, ci siamo conosciuti a ROma, al grappolo d'oro, io ero ad un altro tavolo e sono passata a salutare elisa (mi sbaglio?)

Scritto da:  Tulip   | 20.07.07 15:41
---------------------------------------

Ah, sì, hai ragione :-)
Per inciso, saremo a Roma il 25,26 e 27 agosto e dovremmo vederci proprio con Francesca. Se ci sei, batti un colpo :-)

Scritto da:  fradefra   | 23.07.07 10:55
---------------------------------------

La prossima volta che volete comprare qualcosa da Dmail forse è meglio andare direttamente nel negozio dietro piazza Duomo a Milano :p

Scritto da:  Daniela Trifone   | 23.07.07 22:42
---------------------------------------

Ciao Daniela.
Beh, ma noi volevamo fare un acquisto on-line, non comprare off-line :-P

Scritto da:  fradefra   | 24.07.07 10:08
---------------------------------------

Cmq siete impediti, il sito è di facilissima comprensione, ogni 3 righe scrivete che non avete capito qualcosa...

Scritto da:  Stokaiser   | 02.01.08 18:50
---------------------------------------

Ciao Stokaiser, il problema non è se noi siamo impediti o no. Dato che gli impediti sono in gran numero, se un sito vuol vendere anche a quelli come noi, probabilmente deve prendere in considerazione questi aspetti.

Poi, ovviamente, ognuno è libero di gestire il proprio sito come vuole.

Scritto da:  fradefra   | 03.01.08 07:31
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter