Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

I fondamenti del benessere - Il riposo

scritto da copertina75

Avevo iniziato a a parlarvi dei fondamenti del benessere con l'alimentazione, nel primo dei post dedicati questo argomento.

Vorrei ora proseguire con un altro degli aspetti essenziali del benessere: il riposo.

E' l'attività fondamentale, assieme all'alimentazione, per il recupero energetico e spirituale. A differenza di quest'ultima, però, l'eccessivo riposo non danneggia la salute, può, al limite, rallentare il metabolismo.

Tutti sappiamo che 1/3 della nostra vita lo trascorriamo riposando. Questo dovrebbe già essere un indicatore di quanto sia importante per il nostro benessere. Purtroppo molto spesso il riposo è stato legato ad ozio e improduttività, facendo sì che molte persone lo trascurassero, proprio perché associato a questa credenza.

Gli effetti che derivano dal trascurare il sonno sono rabbia, imprecisione, spossatezza. Nella nostra società il riposo non è tenuto nel dovuto conto, in altre invece sì. Per esempio in Giappone, in molti ambienti di lavoro è previsto il riposo del lavoratore. Si consente, infatti, con adeguati spazi, che il lavoratore possa riposarsi fisicamente e mentalmente perché in questo modo si può ottenere una maggiore produttività dal lavoratore. Egli, infatti, godendo della rigenerazione apportata dal riposo sarà più vigile, più preciso e forte.

Il riposo influisce anche sull'alimentazione. Ci avete mai pensato? Quando dormiamo poco e non riusciamo a rigenerare il nostro organismo, spesso capita di non avere molto appetito. I sintomi che derivano dal non aver consentito al nostro corpo il giusto riposo non consentono spesso di alimentarsi nel modo corretto, non avendo la voglia di dedicarsi alla preparazione del cibo.

Vi sono due elementi importanti nel riposo:

  • qualità. Solo se si dorme profondamente il sonno è veramente ristoratore. Dormire male, in contesti o luoghi non favorevoli non consente la rigenerazione dell'organismo. Molto importanti sono la qualità dell'aria e il contesto in cui si dorme. Ad esempio, in montagna spesso si dorme meglio, perché vi è un silenzio quasi assoluto e l'aria è più pulita rispetto alla città. Alcune regole perché il sonno possa essere ristoratore sono: riposare in ambienti favorevoli, ben arieggiati, con la giusta temperatura, su letti con superficie uniforme, in luoghi bui o con poca luce e silenziosi;
  • quantità. Varia da persona a persona, a seconda dell'età e del momento particolare che sta vivendo. Ad esempio quando si è malati occorre dormire di più. Inoltre ognuno di noi è diverso: se per alcuni 6 ore sono sufficienti, per altri occorrono almeno 9-10 ore.

Non sempre si ha la fortuna di dormire appena la testa tocca il cuscino, in questi casi è molto importante riuscire a rilassarsi. Infatti, oltre ad avere una funzione specifica come sosta rigenerante per riprendere l'attività, il rilassamento è anche un ottimo prologo ad un sonno ristoratore. Quando il rilassamento non si riesce a raggiungerlo possono venire in aiuto varie tecniche, per esempio lo yoga, la meditazione, il training autogeno, le ginnastiche dolci in generale.

Il riposo, così come un gustoso piatto o un buon bicchiere di vino, è ristoratore del corpo e perché no anche dell'anima (se ci credete).

Nel prossimo articolo vi parlerò dell'esercizio fisico, aspetto altrettanto fondamentale per trovare il giusto equilibrio ed essere in una condizione di benessere psico-fisico.

----
Fonte dell'articolo: dott. Ferruccio Chiavacci. Potete contattarlo direttamente al suo indirizzo mail ferruccio.chiavacci@email.it

Tag: | | |

Commenti

Quindi io che dormo solo 5 ore a notte ed a volte anche meno? Dici che non mi rigenero a sufficienza?

Spetta che vado a dormire.... :-P

Scritto da:  fradefra   | 14.06.07 15:00
---------------------------------------

@fradefra
Tu sei uno dei pochi fortunati a cui bastano poche ore di sonno per rigenerarsi, anche se non del tutto però, perchè poi nel weekend ne dormi di più. Io purtroppo se dormo meno di sette ore non mi sento benissimo durante il giorno.

Scritto da:  copertina75   | 14.06.07 15:14
---------------------------------------

eh copertina a chi lo dici, a me ne servono anche 9 al giorno di riposo :D

Scritto da:  Gio   | 14.06.07 16:20
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter