Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

I tre tempi del pranzo

scritto da fradefra

Cosa prepariamo per il pranzo di sabato sera?

La domanda, ricorrente per quelli che hanno spesso ospiti, è relativa al pranzo con una certa pretesa, con amici, conoscenti, qualche collega di lavoro o magari un paio di persone importanti.

Una delle regole è che il pranzo è suddiviso in tre tempi, che vanno rigorosamente rispettati. Nessuno di questi dovrebbe essere saltato. Semmai, dei piatti previsti per ogni tempo, se ne può evitare qualcuno. Ogni tempo, però, deve avere una sua rappresentanza.

Primo tempo: include l'antipasto, il primo ed il pesce.
Secondo tempo: le carni, bianche, rosse o selvaggina.
Terzo tempo: il dessert, che include il dolce al cucchiaio e la frutta.

Alcuni esempi corretti di menu sono:


  • un antipasto, una pasta, la carne ed un dolce;

  • una pasta, la carne e la frutta;

  • un antipasto, la carne e la frutta;

  • un antipasto, il pesce, la carne e la frutta.

Alcuni esempi di menu sbagliato sono:


  • due primi e la carne;

  • un primo, il pesce ed il dessert;

  • un antipasto, il primo e la carne

----------------------------------------
Fonte: scuola di cucina Altopalato, di Milano.

Commenti

perchè un primo, il pesce ed il dessert è sbagliato?

Scritto da:  Francesca   | 19.03.07 11:35
---------------------------------------

Perché manca un tempo fondamentale, quello della carne.
Il pesce sta nel primo tempo, non nel secondo. Un pranzo tradizionale potrebbe avere pesce e carne, ma non solo pesce.

Scritto da:  fradefra   | 20.03.07 13:14
---------------------------------------

Avrei fatto la stessa domanda di Francesca :)
A una cena che prevede come piatto forte lo stufato di manzo alla guinness, come articoleresti il menu?
Io avevo pensato a un antipasto e a seguire un dolce non troppo pesante, magari alla frutta, o addirittura una macedonia (iniziano a vedersi i primi cestini di fragole non plasticose).

Scritto da:  Consy   | 21.03.07 19:14
---------------------------------------

Con un primo di pesce e verdure , per esempio la pasta alla renaiola con crema di rape e aringhe, se vuoi poi ti dico come farla ( semplicissimo) abbinando una birra lurisia 10 , per proseguire col tuo stufato, e finire con un bel gelato di erborinato di pecora con miele. Ciao

Scritto da:  emilio   | 30.03.07 22:15
---------------------------------------

Ciao Emilio, scrivi scrivi, che una ricetta nuova ed interessante è sempre ben accolta :-)

Scritto da:  fradefra   | 03.04.07 09:17
---------------------------------------

Io uso gli schiaffoni di Gragnano, altri formati anche lunghi,si prestano benissimo(ES. la trenetta di Latini). Rape, o meglio cime di rapa scottate (100 grammi a testa), le frullate mentre la pasta cuoce.La crema che ne esce la mettete nella padella dove gia' l'aglio sta rosolando con dell' olio extravergine.Aggiungete le aringhe ( io metto messo filetto a porzione) del vino bianco secco(calcolate 250 cl per quattro porzioni)e lasciate sfumare. Una volta cotta , la pasta, la saltate sulla salsa ottenuta ed è pronta per essere servita.Non ho una foto al momento del piatto così come lo presento ma vi posso suggerire di adagiare, con l'aiuto di un coppapasta), gli schiaffoni in verticale sul piatto, ricoprire il cilindro ottenuto con la sua salsa, togliere il coppapasta e cospargere il piatto con del peperoncino tranciato , a guarnizione. Sperando di essere stato abbastanza chiaro,vi auguro buon appetito e una buona pasqua

Scritto da:  emilio   | 06.04.07 23:55
---------------------------------------

Anche se in ritardo, buona Pasqua anche a te, Emilio ed anche a tutti gli altri visitatori. Magari facciamo buon we, visto che Pasqua è ormai andata.
Grazie della ricetta :-)

Scritto da:  fradefra   | 10.04.07 16:41
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter