Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Come evitare l'odore del cavolfiore

scritto da fradefra

Il cavolfiore, che piace a tanti, si porta dietro un aspetto negativo. L'odore.
Per la presenza di composti solforati, ogni cavolo ha questo corredino che molti eviterebbero volentieri.

Qualche trucco.

Nel caso del cavolfiore, sceglietelo freschissimo, perché la presenza di solforati è minore, quindi minore sarà l'odore.

Se possibile e se compatibile con le vostre ricette, scegliete le nuove cultivar verdi, che sono state appositamente create. Non che odore non ce ne sia (e ci mancherebbe), ma è ridotto nelle fasi di cottura.

Nella pentola o sopra, mettete una generosa fetta di pane con molta mollica, intrisa di aceto. Assorbirà buona parte dell'odore.

Ovviamente tutto ciò non serve a chi invece gradisce l'odore (ma presentatemeli, perché non ne conosco

Tag: | |

Commenti

A me piace!!! E mi sembra assurdo che qualcuno abbia perso del tempo a fare selezione genetica per ottenere queste "nuove cultivar verdi" meno PROFUMATE!

E allora facciamo un bel tartufo bianco OGM senza odore, per quelli che pensano che il tartufo puzzi!

:-)))

Scritto da:  BaccoTabacco...   | 15.02.07 17:16
---------------------------------------

Hai ragione, BaccoTabacco
Mi ricordo che anni fa mia madre mi diceva che non capiva quelli che vorrebbero che l'agnello non sappia troppo d'agnello, che il maiale non sappia di maiale, ecc. ecc.
Ovviamente io sono d'accordo.

Purtroppo l'industria viaggia con criteri diversi. Se per vendere più cavolfiori serve togliergli l'odore, loro lo fanno!
Giusto? Sbagliato? Boh, io continuo a comprare quello bianco.

Scritto da:  fradefra   | 15.02.07 17:28
---------------------------------------

io cuocio sempre coperto (o semi) e sul coperchio metto un pezzo di carta da cucina zuppo di aceto, bagnandolo ancora quando evapora. Però è così buono che non mi faccio troppi problemi - e congelo magari davanti alla finestra aperta :o)

Scritto da:  milo   | 24.02.07 12:16
---------------------------------------

Provate a cuocerlo nel latte, o in acqua e latte fifty fifty!

Scritto da:  cuociccio   | 27.05.07 02:09
---------------------------------------

Ciao Cuociccio, benvenuto. L'avevo sentita anche io questa, vediamo se qualcuno ha voglia di provare.

Scritto da:  fradefra   | 28.05.07 14:58
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter