Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Ipertensione il dolce invece del salato

scritto da FabioDellOrto

La mia mamma soffre di ipertensione da moltissimi anni, sono cresciuto in una famiglia in cui il sale era bandido dalla tavola e dalle pietanze, tanto vero che seppur non sono iperteso, per abitudine mangio indifferentemente insipido oppure salato, per me non fa nessunissima differenza.
In verità, probabilmente perchè abituato a mangiare con poco o senza sale, preferisco una pietanza moderatamente insipida ad una salata.
Tornando alla mia mamma... vivendole insieme per tanti anni e dovendomi adattare alla sua cucina, ho imparato alcune malizie molto interessanti e delle ottime ricette, magari gli dedicherò il prossimo post.... oggi invece voglio consigliarvi qualche idea.

L’agrodolce è un ottimo sistema per evitare l’uso del sale, si possono preparare gustose pietanze agrodolci, insaporendo alimenti a basso regime di sodio con igredienti dolci.
Vediamo qualche esempio, alcuni primi piatti per esempio il risotto alle fragole o ai mirtilli, oppure alle mele, subliem con le pere, sfruttando il sapore acidulo della frutta si possono creare interessanti accostamenti di sapori.
Ananas sciroppato, albicocche sciroppate, miele, zucchero e frutta fresca possono essere utilizzate per cuocere e accompagnare piatti a base di carne.
Tipiche preparazioni agrodolci sono le mostarde e le composte, conserve di frutta e verdura, possono essere usate come conterno per bolliti e arrosti, che, preparate in casa con la dovuta attenzione sono adatte anche per chi soffre di ipertensione.
Le mostarde come ben sapete sono a base di frutta, zucchero e gocce di senape, la ricetta originale non richiede aggiunta di sale; attenzione con il contenuto di grassi,vanno evitate le mostarde la cui preparazione prevede la frittura della frutta.
Le composte ( mele, peperoni, cavole, cipolle, cetrioli ) si preparano cuocendo la frutta o la verdura con spezie ( senape, zenzero ), aceto, zucchero e sale, ma in piccolissima quantità che può essere abolita senza compromettere il risultato.

Commenti

Ottimi consigli Fabio, non avevo mai pensato all'agrodolce per eliminare il sale, mi sono sempre limitata ad abbondare con le spezie.

Scritto da:  Daniela Trifone   | 03.02.07 22:31
---------------------------------------

A me i piatti agrodolci piacciono molto. Il fatto che contribuiscano a diminuire le dosi di sale è un ulteriore motivazione.

Scritto da:  fradefra   | 05.02.07 06:07
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter