Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Week-end di alta cucina all’Abbadia a Rofeno

scritto da copertina75

La Toscana è uno dei luoghi splendidi del nostro paese che molti stranieri ci invidiano, ricca di angoli incredibilmente belli e ricchi di storia.

La Scuola di Cucina Altopalato, di cui vi abbiamo già parlato in altri post, ha avuto una bella idea. Sono finiti da poco i lavori di restauro conservativo dell’Abbadia a Rofeno, un antico monastero benedettino immerso nelle bellissime Crete Senesi, in Comune di Asciano, a 20 Km da Siena.

In questo contesto, da questo mese appassionati di arte e gastronomia potranno godere di fine settimana dedicati all’alta cucina. Il programma prevede un itinerario che va dagli antichi ricettari di corti patrizie italiane del Rinascimento sino ad arrivare ad argomenti più attuali.

Mi vorrei soffermare un attimo sulla descrizione dell’abbazia.
Molti anni ci sono voluti per riuscire a riportare l’Abbadia a Rofeno al suo antico splendore. Ora è possibile ammirarla in ogni sua parte: la chiesa romanica, la torre campanaria, il chiostro, i due pozzi, i saloni, le celle.

A testimoniare l’importanza del monastero, a suo tempo, nella cappella romanica erano contenuti una preziosa pala d’altare di Ambrogio Lorenzetti raffigurante San Michele Arcangelo che uccide il Drago, uno splendido tabernacolo ligneo ed un antico crocifisso. Ad oggi queste opere d’arte è possibile ritrovarle al Museo Corboli di Asciano.

Inoltre, a soli 9 Km, nell’archivio del complesso di Monte Oliveto Maggiore, è possibile trovare documenti importanti che riguardano la vita dell’Addadia.

Chiudo gli occhi per un attimo e immagino il panorama che il monastero offre: penso che debba lasciare senza fiato! Ci si trova immersi nelle “Crete Senesi”, avendo ad ovest la Val d’Orcia, potendo scorgere le cime del Monte Amiata, e verso nord veder proseguire le colline verso la zona del Chianti.

Chi avrà modo di passare alcuni giorni nel complesso ad oggi ristrutturato, potrà godere di camere dotate di ogni comfort, con sale da bagno realizzate con travertino delle cave senesi.

Inoltre vi troverà: una grande cucina professionale con i più avanzati sistemi tecnologici, nella quale si svolgono corsi di cucina con la collaborazione dei più famosi cuochi internazionali; una sala da pranzo in grado di ospitare fino a 120 persone per banqueting di alto livello; alcune salette per riunioni conviviali più ristrette; una biblioteca ed infine, nell’ambito della chiesa, una sala per concerti o altre attività culturali.

Per lasciar andare la mente e rilassarsi si avrà a disposizione un giardino di circa 30.000 metri quadrati ricco di piante officinali, olivi, lecci, corbezzoli, melograni, alloro e molte varietà di rose selvatiche, coltivate tutte nel pieno rispetto della vegetazione del territorio.

Lo staff di Altopalato vi accompagnerà alla scoperta di cibi e piatti di alta cucina in un contesto unico nel suo genere.

Questo è il programma che Altopalato ci ha comunicato:


  • Arrivo degli ospiti all’Abbadia il venerdì mattina sistemazione nelle camere prenotate e piccolo lunch di benvenuto.

  • Al pomeriggio, nella grande cucina professionale dell’Abbadia, lezione pratica di alta cucina (gli eventuali accompagnatori potranno usufruire di un rilassante pomeriggio presso la stazione termale di Rapolano Terme).

  • Alla sera, trasferimento in un ristorante di alta qualità nel territorio senese.
  • Al mattino del sabato, dopo la prima colazione nel chiostro, trasferimento in provincia, presso una struttura artigianale di prodotti alimentari locali (caseifici) oppure presso un allevamento modello di suini o di bovini di razza Chianina.

  • Segue il pranzo in un ristorante specializzato nella preparazione di piatti dedicati agli stessi prodotti oggetto della visita del mattino.

  • Nel pomeriggio, seconda lezione pratica di alta cucina per la preparazione, con lo chef insegnante, di un intero menù con piatti di ricerca storica rinascimentale.

  • Alle ore 20 aperitivo in biblioteca con breve conversazione sul tema “accostamento corretto cibo-vino”.

  • Alle ore 20,45, nel salone da pranzo, cena di gala con tavolo reale, durante la quale sarà servito lo stesso menù di ricerca storica.

  • Al mattino della domenica, dopo la prima colazione nel chiostro, ritorno alle proprie destinazioni.

Presto potremo darvi altri particolari e soprattutto riportarvi le sensazioni che questa esperienza può dare ad appassionati di cucina, di storia e di arte come noi. Lo faremo appena torneremo dal nostro weekend all’Addadia a Rofeno.

--------------
Per maggiori infomazioni e per prenotazioni
Tel. +39 0577 1916036

Commenti

e quando andrete?! intanto volgio fare un complimento alla scuola altopalato perchè sceglie tutti luoghi con un bel pianoforte a coda. Molto molto bello il programma di questo finesettimana toscano, me lo segnerò.

Scritto da:  Francesca   | 18.01.07 14:11
---------------------------------------

Già molto bello il pianoforte e non solo quello. Non sappiamo ancora la data precisa del nostro wend-end all'Abbadia, ma non sarà molto lontano nel tempo.

Scritto da:  copertina75   | 18.01.07 16:11
---------------------------------------

Io sto già pregustando la Chianina :-P
Poi, onestamente, sono anche curioso di vedere dal vivo la cucina. L'acciaio delle cucine professionali mi ha sempre attirato.

Scritto da:  fradefra   | 18.01.07 21:47
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter