Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Speciale Natale 2006 - Ricetta Insalata di aragosta ai lamponi

scritto da FabioDellOrto

Ci stiamo avvicinando a dicembre, a Milano la sera del 7 ci saranno le prime cene, in occasione della festa di Sant’ambrogio, quindi cominciamo con le ricette che ne dite ?
E cominciamo alla grande, da autentico sborone; si può dire ? Scherzo naturalmente e prima di cominciare con gli ingredienti vi anticipo che la serie di post dedicati al Natale proseguirà nei prossimi giorni, con altre ricette, prodotti, fiere...
Il piatto è consigliato come antipasto. Ingredienti: dose per 6 persone
una aragosta, circa kg 1 — una carota — una cipolla — una costa di sedano — limone — alloro — prezzemolo — vino bianco secco — sale grosso — pepe nero in grani. Per l'insalata: indivia belga g 200 - radicchio rosso di Chioggia g 150. Per il condimento: olio extravergine di oliva g 70 — lamponi g 60, più una dozzina per la guarnizione — aceto di vino bianco g 50 — sale.

Tempo occorrente: circa un'ora e 30', più raffreddamento e infusione.
Il giorno prima, preparate l'aceto aromatico ai lamponi: lavate questi ultimi, lasciando da parte quelli per la decorazione, sgocciolateli bene, poneteli in una ciotola, schiacciateli grossolanamente con il dorso di una forchetta e irrorateli con l'aceto. Coprite il recipiente sigillandolo bene con pellicola trasparente e lasciate in infusione, al fresco, per 24 ore. Preparate il brodo per la cottura dell'aragosta: nella pesciera, o in altra pentola che possa contenerla ben distesa, mettete circa 3 litri d'acqua. Unitevi una carota, una piccola cipolla, una costa di sedano e una foglia d'alloro, lavate e mondate, mezzo bicchiere di vino, 2 rondelle di limone, un mazzetto di prezzemolo, lavato e legato, dieci grani di pepe e una manciatina di sale grosso. Ponete sul fuoco, fate prendere il bollore e lasciate bollire per circa 30'. Lavate l'aragosta, immergetela nel liquido di cottura e cuocetela per 20'. Togliete la pesciera dal fornello e lasciate raffreddare il crostaceo nel suo brodo. Quando l'aragosta sarà raffreddata, toglietela dal liquido. Scolatela e apritela, aiutandovi con un coltello ed eventualmente con lo schiaccianoci, ricavandone la polpa che taglierete a sottili rondelle, tenendo da parte il corallo. Mondate e lavate l'insalata e il radicchio, poi tagliate entrambi a listarelle tenendo da parte qualche foglia di belga per la decorazione. Con le listarelle, preparate un letto su un piatto da portata adeguato disponendo a raggiera le foglie di belga tenute da parte. Appoggiate sull'insalata le rondelle di aragosta. Preparate il condimento: in una ciotolona mettete il corallo e schiacciatelo con il dorso di una forchetta. Unite l'aceto ai lamponi filtrato attraverso un sottile colino, un pizzico di sale fino e l'olio, che verserete a filo mescolando continuamente per emulsionarlo bene. Versate il condimento sull'aragosta, guarnite con i lamponi tenuti da parte, ben lavati e sgocciolati, poi servite.

-------------------------------------------------------------------

Questo articolo è tratto da una serie di post dedicati al Natale. Maisazi ha pensato di aiutarvi a ben figurare nella scelta degli ingredienti e dei migliori prodotti enogastronomici, da regalare o da gustare in compagnia dei vostri cari in un pranzo o una cena di fine anno; completano la raccolta delle ricette per tre momenti speciali: la vigilia, il pranzo di Natale e il party di fine anno.

Tag: | | | |

Commenti

Se vivete nei dintorni di Milano e volete mangiare un'aragosta, consiglio La Locanda dell'Oste Scuro, in via Archimede 12. La servono in diversi modi, sempre buona.
Ottima quella alla Catalana.

Scritto da:  fradefra   | 16.11.06 14:38
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter