Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Come si conservano gli alimenti nel frigorifero

scritto da copertina75

Abbiamo fatto la spesa al supermercato e siamo tornati a casa. Ora dobbiamo riporre gli alimenti freschi nel frigorifero. Spesso però accade che nella fretta non si badi a dove vengono conservati. Invece è molto importante posizionare nel modo corretto tutto ciò che mettiamo nel frigorifero per non trovarci di fronte a brutte sorprese e soprattutto per non far contaminare da batteri i nostri cibi.

Nel ripiano più alto dovremo mettere i formaggi freschi e stagionati, lo scatolame chiuso o già aperto, i vari vasetti e infine le uova, che andranno riposte nell’apposito comparto.

Nel ripiano centrale posizioneremo le carni cotte, i minestroni, i brodi, le paste e gli affettati sia aperti, sia sottovuoto.

Nel ripiano più basso ci dovranno essere le carni crude, il pesce crudo e cotto e le verdure nel cassetto in basso apposito.

Si dovrà inoltre evitare di riporre nel frigorifero un numero eccessivo di alimenti e appoggiare i cibi sulle pareti, poiché l’aria fredda deve poter circolare liberamente attorno ai cibi. Questi ultimi dovranno essere tutti protetti da involucri o da contenitori appositi. L’importante è non utilizzare grossi contenitori perché il freddo raggiunge più lentamente la parte interna degli alimenti e i germi, nel frattempo, potrebbero approfittarne per moltiplicarsi.
I cibi ancora caldi non andranno subito riposti nel frigorifero, per evitare che la temperatura si alzi sensibilmente.

Il frigorifero deve essere impostato in modo da mantenere una temperatura interna di +4°C, collocato lontano da fonti di calore e pulito e sbrinato con regolarità.

Diversi studi hanno dimostrato che un apparecchio per uso domestico riesce difficilmente a garantire temperature inferiori a 7°C. Tale temperatura si raggiunge solo nella parte bassa di un frigorifero statico, il caldo infatti, sale verso l'alto e in queste condizioni la conservazione degli alimenti non dovrebbe, di regola, protrarsi per più di tre giorni.

Tutti gli avanzi andranno posti in frigorifero o nel congelatore entro due ore dalla loro cottura, ma prima di essere collocati in frigo, dovrebbero essere suddivisi in piccole porzioni e riposti in contenitori puliti e forniti di coperchio. In ogni caso, non dovrebbero mai essere lasciati a raffreddare a temperatura ambiente.
Se si prevede che gli avanzi conservati in frigorifero non vengano utilizzano entro due-tre giorni è consigliabile conservarli nel congelatore.

I prodotti surgelati o congelati dovranno essere riposti in freezer a temperature non superiori a –18°C. Non si dovrà mai ricongelare gli alimenti una volta scongelati.

E’ inoltre importante sapere come consumare gli alimenti dopo averli conservati nel frigorifero. Una volta fuori, tutti i cibi andranno riscaldati molto bene, minestre, salse e sughi fino ad ebollizione, mescolando in modo che il calore risulti uniforme anche nel cuore dell’alimento. Occorre ricordare che non si possono riscaldare gli avanzi più di una volta ed è consigliabile non mescolarli a cibi freschi.

Ci vuole pazienza e un po’ di tempo e per attenersi a tutte queste regole, ma la nostra salute ne guadagnerà di sicuro.

Commenti

Molto interessante!
Ascolta, non potresti darci anche delle informazioni su quali sacchetti, quale pellicole e che materiali usare in funzione dei vari tipi di alimento?

Scritto da:  fradefra   | 15.11.06 14:31
---------------------------------------

Mi informerò e vi farò sapere.

Scritto da:  copertina75   | 15.11.06 15:46
---------------------------------------

pulire il frigo con acqua tiepida e aceto bianco

Scritto da:  tina   | 26.12.08 21:19
---------------------------------------

grazie mi avete aiutato a fare la ricerca di scenze degli alimenti

Scritto da:  paolo   | 22.10.11 11:48
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter