Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

maisazi produce una etichetta per un vino rosso

scritto da fradefra

In Quanto conta l'etichetta della bottiglia di vino, vi avevo scritto dell'importanza che secondo me ha l'etichetta nella vendita dei vini, soprattutto per le linee riservate alla GDO (Grande Distribuzione Organizzata), ma non solo.
In particolare mettevo in luce come spesso vini di grandi marche abbiano etichette sottotono, come se le stesse contassero poco o nulla. Sappiamo, invece, che a volte proprio per l'etichetta il consumatore medio sceglie un vino piuttosto che un altro.

Tanto per non essere quelli che sparano a zero senza tentare una soluzione, un mese fa, circa, abbiamo costituito un team che sta realizzando una etichetta, che poi regaleremo, "as is", alla prima azienda che la chiederà e che si impegnerà ad usarla su una bottiglia realmente venduta.

Il team è costituito da Simone Carletti, che come Sommelier AIS si sta occupando degli aspetti legislativi, da copertina75, che ha la responsabilità di rappresentare il consumatore e dalllo studio di comunicazione IO, che si occupa della parte creativa.

L'etichetta, la contro etichetta e la fascetta saranno ideate per un vino non esistente, giusto per rendere il tutto più verosimile. Ovviamente l'azienda che la impiegherà potrà poi cambiarne il nome.

Il vino fittizio è il Syrah Maisazi DOC 2002, prodotto da Casa Maisazi di Vizzini, in provincia di Catania. Più finto di così, si muore .

Appena avremo le prime bozze, cominceremo a mostrarvi qualcosa.

Tag: | |

Commenti

trovo questa di fare un'etichetta per un vino un'idea fantasiosa per creare qualcosa di ancora non visto sulle bottiglie.

Scritto da:  Francesca   | 17.10.06 10:49
---------------------------------------

Ci stiamo provando, considerando che comunque quello che si può mettere e/o si deve mettere sull'etichetta è indicato dalle leggi vigenti, quindi non abbiamo la possibilità di fare tutto quello che vogliamo :-)

Scritto da:  fradefra   | 17.10.06 12:02
---------------------------------------

tutto quello che la legge ti impone puoi piazzarlo nella controetichetta lasciando libero spazio alla fantasia.

Scritto da:  Angelo   | 17.10.06 18:49
---------------------------------------

Mi prenoto per il regalo dell'etichetta!! Siamo dei poveri vignaioli della Barbagia..abbiamo bisogno di creativi :-))
In cambio avrete il link dall'etichetta al vostro sito..però il logo deve riportare a questo qui:
http://www.sardegnattiva.it/samugheo/immages/logosamugheo2.gif

bronzo e pietra fusi in un'ottagono che esprime l'anima dell'azienda..

Scritto da:  Giampaolo   | 19.10.06 10:35
---------------------------------------

Giampaolo, grazie per la manifestazione d'interesse. La decisione, però, credo sia giusto prenderla quando l'etichetta si vedrà. Potrebbe anche non piacerti, no? :-D
Inoltre credo che sia giusto valutare l'etichetta in relazione al vino che si produce. Io credo che un corretto abbinamento sia indispensabile.
A presto, comunque.
Ciaooo.

Scritto da:  fradefra   | 19.10.06 13:05
---------------------------------------

Sono d'accordo...prima degustare Accòro 2004 e poi farsi venire l'ispirazione. A breve l'invio..abbiamo tutto in ebollizzione..periodo critico. Comunque l'idea di promuovere un blog attraverso l'etichetta di un vino mi pare carina. Chissà se Google ne tiene conto..:-)

Scritto da:  Giampaolo   | 19.10.06 21:41
---------------------------------------

Giampaolo, sì, Google ne tiene conto. Lo fa per motivi indiretti, ma lo fa. Ti faccio un semplice esempio. L'informazione che maisazi.com sta producendo una etichetta a breve sarà passata su vari circuiti di comunicati stampa. Sono tutti link! Poi alcuni comunicati stampa potrebbero essere ripresi da giornalisti che ne scrivono sui propri magazine e nel caso siano online, ulteriori link. Ecc. ecc.
La produzione dell'etichetta, di fatto, è una vera e propria operazione di marketing.

Scritto da:  fradefra   | 20.10.06 08:46
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter