Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

maisazi.com in vacanza

scritto da fradefra

Chi di voi ci segue più assiduamente, avrà notato che ieri, per la prima volta da quando maisazi.com è online, non è stato pubblicato alcun post. Cos'è successo?

Tutto il week-end, siamo stati impegnati con Francesca, blogger di Francescav e Fabrizio, di Immagine&Marketing, per alcune attività svolte assieme.
Ne abbiamo approfittato per organizzare una cena, invitare anche Elisa di Le curiosità golose, Daniela e Dario ed assaggiare assieme alcuni prodotti che da qualche tempo erano in attesa.

Poi ne parlerò meglio in specifici post in cui vi illustrerò le caratteristiche riscontrate, dandovi qui solo un accenno.

Inizio con l'olio extravergine di oliva dell'azienda agricola Dimino Luigi, simpatico dono di Calogero Dimino. La prima cosa che mi viene in mente è l'incredibile profumo di erba, di foglie di olive. Un olio appena prodotto, che promette grandi cose. Della produzione del 2005, invece, vi avevo scritto in L'olio extravergine di oliva dell'azienda agricola Dimino Luigi.

L'olio lo abbiamo usato per insaporire i crostini col tartufo nero che MarcoTuscany ci aveva regalato qualche tempo fa. Aspettavamo solo l'occasione giusta per mangiarlo, ed è arrivata, in ottima compagnia. Un tartufo lo abbiamo sacrificato tagliandolo a pezzettini ed immergendolo nell'olio di Calogero, per trasferire un po' del sapore. I restanti, li abbiamo tagliati con l'apposito attrezzo, sui crostini.

Da ottimo accompagnamento, hanno fatto le zucchine e le melanzane sottolio di Compagnia delle Puglie. Anche di questi, parlerò con più calma nei prossimi giorni, quando avrò avuto modo di provarle in vari contesti.

La parte centrale della cena era un arrosto di filetto di vitello cotto senza alcun aroma, in modo che si prestasse come base per provare vari abbinamenti. Oltre che con i già citati sottoli, abbiamo provato anche l' Aceto Balsamico di Modena Sereni, una gelatina di vino Verduzzo, portata da Francesca.

Attorno, una insalata di castagne, filetto di manzo, ravanelli, pomodorini e carciofi crudi. Stavolta l'olio era quello di Compagnia delle Puglie, leggermente più acido e dal sapore un po' più marcato, più adatto ad accompagnare gli ingredienti scelti.

Vini scelti, uno Shiraz australiano e una Barbera chinata di Gianluigi Orsini.

Dai prossimi giorni, si riprende con la pubblicazione giornaliera, con due interessanti rubriche natalizie in cui Fabio e Pietro ci proporranno regali ed articoli idea per il Natale 2006.

Commenti

Caro fradefra se cucini sempre così bene prima o poi mi trasferisco vicino casa tua.
Tutto era ottimo, soprattutto le idee.
Ciao :-)

Scritto da:  F@bri   | 23.10.06 00:58
---------------------------------------

eheh! Grazie F@bri. Alla prossimaaaaaa :-)

Scritto da:  fradefra   | 23.10.06 06:57
---------------------------------------

ottimi argomenti, ottime mangiate, ottima compagnia. Cos'altro chiedere?:) Un saluto a te e Mari

Scritto da:  Francesca   | 23.10.06 13:25
---------------------------------------

Bravi i Franceschi!!!Fabrizio E anche Elisa... :-)
Sono fantastici questi incontri, vero??

Scritto da:  Gourmet   | 23.10.06 14:09
---------------------------------------

Yes, Gourmet. Stavo giusto dicendo a Francesca, ieri, che sarebbe simpatico organizzare una giornata tra blogger "cucinieri" e fare una "cucinata" in compagnia :-)

Scritto da:  fradefra   | 23.10.06 14:13
---------------------------------------

bhè intanto noi possiamo dire che lo abbiamo fatto:) Chi ben comincia...

Scritto da:  Francesca   | 23.10.06 16:18
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter