Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Cronaca del dopo party

scritto da fradefra

Low mangia un sushi-no.Il maisazi party è finito, con copertina75 abbiamo terminato di pulire casa, ci siamo fatti un tè ed abbiamo “cazzeggiato” on-line per un po’. Eccoci qui, quindi, a tirare un respiro e pensare a ieri.

Ho impiegato un’ora a scegliere la foto da mostrare in apertura ed alla fine ho deciso per questa, in cui si vede Enrico Altavilla, low sui forum, che agguanta un sushi-no. Siamo nella nostra cucina, il tavolo non è stato apparecchiato, tutto è disadorno.

Ho scelto questa foto perché è quella che meglio esprime ciò che volevo per la festa. Un ambiente informale, un gruppo di amici che si trovano per scherzare assieme e prendersi in giro. Sono felicissimo perché a me proprio così è parso.

Ho rivisto amici che da anni non vedevo più e che si sono fatti centinaia di chilometri per venire (grazie, Adriano). Ho avuto modo di conoscere persone con cui chatto da tempo, senza mai riuscire a trovare un modo per incontrarsi.

Questa festicciola è stato anche un modo per confrontarmi con me stesso, dato che da anni non cucinavo più per trenta persone (eravamo in 27, alla fine). Ho iniziato alle 16.30 circa, aiutato da low e devo dire che mi sono sentito a mio agio come sempre. Due chiacchiere qui, un vinello lì, una indicazione a low ed intanto tutto procedeva. Le persone attorno non mi hanno mai creato disagio e questo mi è molto piaciuto perché significa che sono ancora capace di cucinare stando assieme agli altri. Ho sempre pensato che questo sia importante, se si vuol vivere la festa e non solo organizzarla.

La giornata è stata interessante sin dall’inizio, però. A Milano abbiamo incontrato low e must (Stefano Gorgoni, di Inari), abbiamo accompagnato copertina75 al lavoro e siamo andati a fare la spesa. Qualcuno può trovare noiosa questa fase, ma io penso che faccia parte integrante della festa. È stata l’occasione, inoltre, per fare due chiacchiere in tranquillità su tante cose, in attesa di dare l’avvio ai preparativi veri e propri.

I due più giovani della compagnia, Luca (umor) ed Adriano (graziemamma) sono arrivati intorno alle 18 (mi pare). Io stavo preparando i primi. Purtroppo non ho potuto dare ad Adriano il benvenuto come avrei voluto. Ci conosciamo da un pezzo, ormai, ma le occasioni per incontrarci sono poche.

Da Treviso, subito dopo sono arrivati Lucia e Piersante. Ne ho approfittato per nominare “candelaro” Simone Carletti (weppos), che nel frattempo era arrivato. Qualcuno, infatti, doveva ricevere le persone, farsi consegnare la candela e dare una contromarca, che sarebbe poi servita per la premiazione. Devo dire che ha svolto egregiamente il suo incarico, riuscendo a resistere alle lusinghe di quelli che tentavano di corromperlo!

Da quel momento gli invitati arrivavano a getto continuo. Splendide le rose che Maria Teresa e Sergio hanno portato a copertina75 ed ottimo il vino bianco, che abbiamo immediatamente aperto. Nella foto ne vedete la bottiglia.
Alla faccia del galateo e sull’onda dell’informalità più spinta, nella zona cucina abbiamo dato inizio alle danze ben prima delle 20.30. Il sushi-no pare sia stato apprezzato. Lucia ad un certo punto ha aperto le patatine con la scusa che diversamente si sarebbe finita tutto il sushi . Bella scusa! Ovviamente subito dopo sono arrivate le tortillas di mais, la salsina messicana piccante e le arachidi, senza le quali una festa non è una festa. Intanto i cadaveri (le bottiglie vuote) aumentavano in un angolino della cucina .

Io ho continuato a cucinare sino alle 21.30 esatte, ora in cui ho messo nel forno il filetto coppato in crosta. Ho sorriso dentro di me quando qualcuno vedendomi preparare la pentola di rame stagnato in cui ho cotto il pollo con le arachidi m’ha detto “Frà, bellissima questa pentola…” Io sapevo, infatti, che il primo premio era una padella a saltare in rame trimetallico di Baldassare Agnelli S.p.A. (era una sorpresa).
Neanche a farla apposta, il premio è andato poi ad una persona, Maria Teresa, che ama molto cucinare e sono sicuro apprezzerà molto.

Finito di cucinare, sono finalmente riuscito ad occuparmi degli ospiti, com’era giusto che fosse. Bicchiere alla mano, ho cominciato a girare tra i piccoli gruppetti. Beh, l’inizio è stato dato da Gianluigi Orsini (soprannominato orso gigi) che ha chiesto un assaggio ufficiale della Bimba, barbera d’Asti del 2003. La bottiglia lui l’aveva portata per me, ma non aveva previsto che lasciarla sul tavolo sarebbe stato pericoloso. L’amico Claudio, infatti, non s’è fatto scappare l’occasione per usare il cavatappi. Approfittando del fatto che weppos, cosa che pochi sanno, è sommelier AIS, abbiamo soddisfatto la richiesta di Gianluigi. Abbiamo concordato che il vino è da assaggiare tra un anno o due. Gigi, ti tocca tenerne via una cassa… .

In sala, al primo piano, intanto la gente se ne stava seduta a terra a guardare lo spettacolo proiettato. Il video Feet of Flames, spettacolo di danza irlandese di Michael Flately. Bellissimo, anzi, di più.

Tra i gruppetti, m'ha fatto piacere chiacchierare con Anna ed Antonella, arrivate dall'ADICO, di cui sono socio anche io, Elisa, blogger di Curiosità Golose, Silvia e Pierangelo, amico da quando avevo 15 anni. Il gossip non è ovviamente mancato, come potete immaginare. D'altro canto, una festa senza gossip che festa è?

E il cibo? Beh, i commenti agli ospiti, ovviamente. Dal mio canto posso solo dire che contrariamente a quanto avviene di solito, non è rimasto nulla. E non perché ci fosse poca roba!

Low mangia un sushi-no.A fine serata la giuria s’è riunita in camera caritatis per l’assegnazione dei premi. Copertina75 poi vi racconterà dei risultati del Candle Trophy. Ringrazio sin d’ora, però, gli sponsor che si sono prestati: Baldassare Agnelli S.p.A, Giuseppe Bianchi S.p.A, Inari, Compagnia delle Puglie, Gianluigi Orsini vini e il forum DiVino Scrivere che ha offerto parte del vino della festa.
Della premiazione, vi anticipo solo una foto, quella di Dario (nario), per la sua espressione .

Ok, è arrivata l’ora di chiudere, anche perché con copertina75 ci accingiamo ad uscire per un dopo cena al bar (stile vecchietti). Prima, però, vorrei ringraziare tutti gli amici che sono intervenuti e che hanno reso bella questa serata con la loro presenza.

A presto.

Commenti

Una precisazione. Nell'articolo non c'è volutamente alcun link verso i siti di tutti i citati. Ho voluto evitare che il racconto si trasformasse in uno snodo autostradale :-D e d'altro canto non mi pareva corretto metterne qualcuno sì ed altri no.
Chi è interessato ai singoli citati, non farà fatica a trovarli con una semplice ricerca sui motori. Sono tutti nomi noti.

Scritto da:  fradefra   | 01.10.06 20:23
---------------------------------------

Leggendo il racconto dopo festa mi sembra proprio che sia andato tutto bene. Sono molto contenta. Però sono curiosa di vedere le candele che hanno partecipato e quelle vincitrici. Aspettero' il prossimo post. Ciao!

Scritto da:  Francesca   | 02.10.06 07:43
---------------------------------------

Ciao Francesca, il post con le informazioni sul Candle Trophy lo scriverà copertina75. In questo momento, però, temo stia ancora dormendo :-P
Ti tocca aver pazienza ancora un po'. Posso anticiparti, però, che la votazione è durata alquanto. Le candelle erano tutte belle, infatti.

Scritto da:  fradefra   | 02.10.06 08:14
---------------------------------------

PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR...
nessuno ha parlato delle mie splendide calze...
ahahahaha...giuditta

Scritto da:  giuditta   | 02.10.06 09:46
---------------------------------------

Cavolo, Giuditta, è vero. Vado a fare un post :-)

Scritto da:  fradefra   | 02.10.06 09:58
---------------------------------------

Ciao a tutti! Grazie per l'ospitalità, siete proprio un bel gruppo. Per Giuditta: tra opere d'arte, calze "british" e succulenti panzerotti, la menzione speciale di protagonista della serata io l'assegnerei proprio a te!!!

Scritto da:  Antonella   | 02.10.06 10:27
---------------------------------------

Eccole, Le calze di Giuditta.

Scritto da:  fradefra   | 02.10.06 10:51
---------------------------------------

Ciao Antonella, grazie a te per aver partecipato :-)
Buona navigazione!

Scritto da:  fradefra   | 02.10.06 10:56
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter