Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

L'avocado si sbuccia?

scritto da fradefra

Normalmente l'avocado si sbuccia. La domanda sembrerebbe avere una risposta scontata, ma non è poi del tutto fuori luogo.
Quando l'avocado è presente in insalate o come contorno, è ovvio che debba essere sbucciato. Quando invece è servito da solo, si potrebbe portare a tavola già tagliato o presentato in due parti, senza il seme interno. In quest'ultimo caso, soprattutto se è al punto giusto di maturazione, si potrebbe lasciare con la buccia, mangiandolo poi con un cucchiaio.

-------------------------------------
Questo post è parte della rubrica "Tutto quello che avete sempre voluto sapere sull'enogastronomia, ma nessuno vi ha mai detto", che prevede, ogni week-end, la pubblicazione delle risposte alle domande che in settimana ci avete posto o che abbiamo ricavato dall'analisi delle chiavi che dai motori vi hanno condotto a questo blog.
Se avete altre domande, scrivete a fradefra@maisazi.com o copertina75@maisazi.com.

Commenti

Anche io sbuccio l'avocado se lo aggiungo insalate, panini, sushi...mi pare ovvio (la buccia e` abbastanza coriacea :))

Spesso ne faccio delle salse in vario modo che aggiungo a piatti diversi; qualche volta con grande accortezza scavo la polpa con un cucchiaio dalla meta` tagliata, facendo attenzione a non rompere la buccia. Preparo la mia salsina, vi unisco gamberetti o salmone, tonno o qualsiasi cosa mi venga in mente che ritengo sia adatto alla salsa preparata (diversa d volta in volta). Poi rimetto dentro la buccia e decoro. Presento come antipasto.

Scritto da:  Elisa   | 17.10.06 13:50
---------------------------------------

Bella l'idea di scavare e poi riempire nuovamente :-)

Scritto da:  fradefra   | 17.10.06 14:16
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter