Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Come usare la forchetta a tavola

scritto da fradefra

Bella domanda, questa sull'uso della forchetta a tavola.
In effetti pochi lo sanno, ma una regola ci sarebbe. Quando la forchetta è usata con la mano sinistra, andrebbe sempre con le punte in giù, per il fatto che ci si aspetta sia usata per fermare qualcosa che si sta tagliando (il coltello è ovviamente nella mano destra).
Quando invece la forchetta è nella mano destra, le punte andrebbero sempre in su, perchè ci si aspetta che la si stia usando per mangiare qualcosa che non deve essere tagliato. La forchetta, quindi, raccoglie, non infilza (pensate al risotto).

Ovviamente per i mancini il discorso è l'inverso, anche se in verità il galateo non prevede i mancini!

Assolutamente vietato, mangiando, è il passaggio della forchetta da una mano all'altra. Scegliete la mano all'inizio e non cambiatela più per tutta la consumazione del piatto. Cambierete, semmai, col piatto successivo.

-------------------------------------
Questo post è parte della rubrica "Tutto quello che avete sempre voluto sapere sull'enogastronomia, ma nessuno vi ha mai detto", che prevede, ogni week-end, la pubblicazione delle risposte alle domande che in settimana ci avete posto o che abbiamo ricavato dall'analisi delle chiavi che dai motori vi hanno condotto a questo blog.
Se avete altre domande, scrivete a fradefra@maisazi.com o copertina75@maisazi.com.

Commenti

tu tutte le volte che mangi pensi a ste stronz...?

Scritto da:  AsrBl   | 12.09.06 14:57
---------------------------------------

Sì :-)

Scritto da:  fradefra   | 12.09.06 15:38
---------------------------------------

Hai ragione ma come fai quando per esempio nel piatto della carne viene servito anche il pure' e i piselli? E' complicatissimo mangiare con forchetta nella sinistra e coltello nella destra piselli o pure' senza girare la forchetta o passarla all'altra mano? Sai cosa prescrive il galateo in questi casi? Grazie mille.

Scritto da:  Stella   | 04.04.08 16:32
---------------------------------------

Beh, diciamo che le pietanze andrebbero portate in modo da evitare di dover passare la forchetta da una mano all'altra.

In generale, scambiare è sempre un errore, comunque, quindi occorre fare buon viso a cattiva sorte :)

Scritto da:  fradefra   | 04.04.08 18:23
---------------------------------------

Buongiorno, mi scusi avrei bisogno di un'informazione riguardo proprio l'articolo sotto indicato e da lei scritto.
Mia moglie insiste dicendo che quando tengo l'impugnatira della forchetta per tagliare la carne faccio un errore in quanto afferro la forchetta con le punte in giù, stringendo nel palmo il manico e posizionando l'indice sul manico stesso per effettuare la pressione desiderata; nella seconda fase ( ovvero per portare il cibo in bocca ) effettuo una rotazione del polso verso l'esterno per portare le punte e quindi il cibo alla bocca.
Mia moglie invece dice che è sbagliato in quanto dovrei tenere la forchetta come si tiene una penna, ma per alimenti con una consistenza maggiore, come la pizza e alcuni tipi di carne non ce la faccio e mi rende il taglio impreciso e difficoltoso.
Visto che la situazione è diventata insopportabile vorrei il parere di qualcuno esperto nel settore.
Tralaltro ho sempre tagliato gli alimenti in questa posizione mentre mia moglie dice che lo faccio solo da un periodo....ma come avrei potuto cambiare impugnatura in un gesto così consueto ed ormai automatizzato dopo tanti anni senza accorgermene? Visto la fatica che faccio mi sembra un po strano.
La ringrazio e le porgo Cordiali saluti.

Scritto da:  Car   | 20.08.10 08:26
---------------------------------------

La forchetta si tiene coi rebbi (le punte) in giù, quando è impugnata con la sinistra, mentre si taglia. Si impugna con i rebbi all'insù, quando invece si tiene con la destra.

Mai letto in nessun galateo che la forchetta si debba tenere come una penna.

Ma la cosa è semplice e direi che non dovrebbe esserci bisogno di discutere. Tu porta un libro che sostenga la tua tesi e chiedi a lei di portarne uno che sostenga la sua. Chi trova il proprio libro, la spunta :)

Scritto da:  fradefra - cuoco docente maisazi   | 20.08.10 08:54
---------------------------------------

grazie...molto utile... odio chi impugna la forchetta come una mazza mentre mi sembra nobile allungare l'indice sia sul dorso della forchetta che del coltello.

Scritto da:  albi   | 23.05.11 23:22
---------------------------------------

Mia moglie, una volta arrivati all'età della pensione, pretenderebbe che cambiassi le mie abitudini e che mangiassi il risotto senza usare il coltello per "caricare" la forchetta...
Ha ragione?
Per quale motivo, una mia abitudine, dopo una convivenza di 21 anni, dovrebbe ora "improvvisamente" dare tanto fastidio, quando per altri aspetti sono molto attento e, a parer mio, molto educato?
Grazie per un consiglio e cordiali saluti!
Norberto

Scritto da:  Norberto   | 29.06.12 09:12
---------------------------------------

I coltelli non si usano mai per "caricare" le forchette. Mi spiace, ma tua moglie avrebbe ragione.
Poi che sia importante veramente o no, dipende solo dalle opinioni personali. Su una cosa così, io non sarei troppo intransigente.

Scritto da:  fradefra - Corsi di cucina   | 05.07.12 12:24
---------------------------------------

salve, ho un dubbio e spero che lei me lo possa risolvere. Quando mi viene servita una portata e posso utilizzare solo la forhetta l'altra mano dove la devo mettere? lungo il fianco in modo che non si veda? o la devo appoggiare sul tavolo assieme al braccio?
Grazie.

Scritto da:  nicole   | 31.07.12 13:36
---------------------------------------

Ciao Nicole, la mano che non si usa, si tiene in prossimità del bordo del tavolo, poggiata delicatamente col polso.

Scritto da:  fradefra - Corsi di cucina   | 31.07.12 16:24
---------------------------------------

le polpette di carne in piatto devono essere spezzate con il
coltello o solo con la forchetta?

Scritto da:  sandro   | 09.08.12 17:44
---------------------------------------

Ciao Sandro, benvenuto sul blog. Le polpette si spezzano solo con la forchetta. In realtà relativamente al coltello il galateo è molto chiaro. Va usato solo quando è assolutamente indispensabile, mai con lasagne, pesce, carni morbide, ecc.
In pratica, se non lo usi, non sbagli di sicuro. Se lo usi, qualche volta sbagli.

Anche per la cucina moderna, si va nella direzione di cibi sempre pronti direttamente alla consumazione. Il coltello prima o poi si estinguerà.

Scritto da:  fradefra - Corsi di cucina   | 14.08.12 08:20
---------------------------------------

L'articolo e' stato molto utile. Vivo a Londra (da cui la mancanza di accenti sulla mia tastiera: solo apostrofi) e mio marito e' inglese. Gli inglesi usano la forchetta sempre con le punte in giu' e usuano il coltello per caricare il cibo sulla parte convessa della forchetta (una cosa che a me sembra stupida oltre che ridicola: immaginare il riso in bilico sulla parte convessa per esempio!). Lui dice che e' molto "low class" (cioe' cafone) prendere il riso sulla parte concava della forchetta (senza coltello). Io non ricordo d'aver mai notato l'uso inglese in Italia ma volevo lasciare il beneficio del dubbio (e lui ovviamente non mi credeva). Grazie al suo articolo ora sono sicura.
Hanno anche un modo diverso di finire il pasto. Per quel che ne so in Italia si mettono coltello e forchetta nel piatto uno a destra e uno a sinsitra, mentre qui li mettono tutti e due insieme (cioe' ambedue dallo stesso lato).
Tuttavia ... per quel che tuto questo conta confronto ai problemi nel mondo. Secondo me una volta che non si disgustano gli altri commensali va tutto bene. Ho vissuto in Cina per un anno e mezzo e devo dire che sputare sul tavolo, ruttare e fare tutti i possibili rumori che uno puo' immaginare non era molto invitante! Il resto sono dettagli :-)

Scritto da:  Anna   | 02.09.12 12:51
---------------------------------------

Nulla di strano, Anna, il galateo non è internazionale e ogni nazione ha le sue peculiarità, che dipendono dalla sua storia, dai suoi modelli sociali, ecc.

Che gli inglesi usino i rebbi verso il basso, ci può stare, perché anche se a noi sembra strano, ha un suo senso. Coi rebbi in basso, la forchetta si tiene in modo da non dover sollevare i gomiti. Come la teniamo noi, siamo sempre costretti a sollevare un po' il braccio.

In pratica, il loro modo di mangiare con la forchetta è più composto del nostro. Ovviamente è anche più difficile e ci vuole pratica. Ma agli inglesi, notoriamente, piacciono le cose difficili e se la vedi in quest'ottica, ci sta che loro considerino cafoni chi non riesce ad imparare.

Non sto dicendo che sia giusto, bada, dico solo che ha una sua logica.

Scritto da:  fradefra - Chef Scuola di cucina maisazi   | 04.09.12 20:52
---------------------------------------

Se devo tagliare e poi mangiare come faccio per non cambiare mano?

Scritto da:  Tracy   | 05.12.12 16:24
---------------------------------------

Non si cambia mano, devi abituarti a mangiare con la sinistra, se la destra è impegnata con il coltello. Considera che coi primi, non deve avvenire mai. In pratica, il coltello non si usa mai col pesce, con le lasagne ecc.

Scritto da:  fradefra   | 07.12.12 12:09
---------------------------------------

Spero qualcuno mi possa aiutare: figlia di mamma mancina per tutta la mia vita ho tenuto la forchetta nella destra e coltello nella sinistra, con cui taglio con precisione e senza alcuna fatica. Non passo mai la forchetta o coltello da una mano all'altra poiche' non ne ho motivo. Ora, mamma a mia volta, mi figlia tiene le posate come me e mio marito (inglese) sostiene che cosi' non va'. E' davvero maleducato tagliare con la sinistra?

Scritto da:  Donata   | 10.03.13 22:47
---------------------------------------

Sì, purtroppo, crea molti problemi a camerieri e padroni di casa. Fai quello che puoi e amen, non ci badare troppo, anche se sbagliato non è gravissimo e forse tra le cose sbagliate è la più tollerabile.

Scritto da:  fradefra - Scuola di cucina maisazi   | 15.03.13 16:01
---------------------------------------

Volevo sapere : una bistecca intera va tenuta con la forchetta e tagliato il pezzo da mangiare e poi con la forchetta prendere il pezzettino o tenere con la forchetta il pezzettino da tagliare?

Scritto da:  newgatt   | 12.06.13 12:44
---------------------------------------

Ipotizziamo che tu sia destrorso. La bistecca in realtà tu non la tieni, tu con la sinistra tieni il lembo che stai tagliando. Quando l'hai tagliato, è già sulla forchetta, quindi mangi direttamente. Così non hai scambi.

Scritto da:  fradefra - Executive Chef   | 13.06.13 11:05
---------------------------------------

buona sera, anche io ho dei dubbi: se nel corso del pasto mi trovassi a mangiare carni e contorni mi troverei nello stato di dover spostare la forchetta da una mano all'altra,:come mi dovrei comportare? Ringrazio per le delucidazioni che seguiranno, Paolo

Scritto da:  paolo   | 18.11.13 21:18
---------------------------------------

La forchetta da una mano all'altra non si sposta mai. Una volta che l'hai presa con la sinistra per avere il coltello nella destra, mangi tutto con la sinistra. Diversamente, mangi prima tutto il secondo e poi il contorno. Questo problema nasce dal fatto che noi italiani siamo gli unici che usano mangiare secondi e contorni in piatti separati e con varie portate. Una volta non si usava.

Ad ogni modo, vedere una persona che continua a cambiare mano con la forchetta è veramente brutto :)

Scritto da:  fradefra - docenti corsi di cucina   | 26.11.13 21:53
---------------------------------------

grazie fedefra! ho capito, ce la posso fare :)

Scritto da:  paolo   | 28.11.13 11:46
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter