Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Il sale dell'Atlantico francese

scritto da fradefra

Era da parecchio tempo che volevo parlarvi del sale dell'Atlantico francese, che spesso vi cito nelle mie ricette. Eccomi, alla fine.
Mi scuso per la pesantezza dell'immagine, ma la visione ingrandita di questi cristalli, non potevo farvela perdere.

In Mai più senza il sale dell'Himalaya, vi ho descritto un sale di origine minerale, dal gusto quasi aristocratico, per la sua apparente freddezza. Lo scalda il colore rosa e l'effetto stemprante dell'umidità.

Non è altrettanto bello, invece, il sale marino che vedete. Di colore quasi grigiastro (scusate, non si vede bene nella foto, anche se ho tentato di evidenziarlo con un piatto bianchissimo), ha una caratteristica che lo contraddistingue. Il sapore sa vagamente di terra, di argilla, è quasi polveroso (non al tatto, ma al gusto). L'arcano si spiega, sapendo che questo sale si preleva dai letti, assieme a parte di quest'ultimo.

Così come il sale rosa si apprezza a cristalli grossi, questo è perfetto nella versione fine, adatta a condire pietanze che debbano avere una sapidità regolare e diffusa. Nelle insalate, ad esempio, sui funghi, sulle patate, sui pomodori. Prodotti della natura, insomma, come lui, perfetto punto di unione tra il mare e la terra, di cui si porta dietro un ricordo ed una eredità costituita proprio da quella sorta di pastosità che si prova assaggiandolo da solo.

Dove lo trovate? Nei negozi di alimentari e prodotti naturali o biologici, nelle buone farmacie, nelle gastronomie di buon livello, in certi supermercati e, grazie ad Emilio che ce lo ha indicato in 25 agosto - Peperoncini dolci e arance, alla Metro.

Se fate una ricerca nel box "Cerca nel blog" a destra, potete trovare velocemente tutte le ricette in cui l'abbiamo proposto, qui su maisazi.com

Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter