Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Gigi - ricette, stuzzichini e idee per un bar

scritto da fradefra

Gigi, un visitatore del blog, mi ha scritto una simpatica email chiedendoci, per il suo bar, qualche ricetta semplice per il mezzogiorno, degli spunti per gli stuzzichini da aperitivo e idee per invogliare gli avventori. Si collegava al post Ricette per un bar.

Gigi, caschi a proposito e volentieri tento di aiutarti. Ho lavorato da giovanissimo in un bar e da adulto sono un frequentatore assiduo dei bar di Milano, centrali o periferici che siano. Ovviamente quelle che seguono sono solo indicazioni di un possibile cliente. Ognuno può pensarla diversamente e prego di commentare, nel caso.

Naturalmente, ragazzi, io scrivo Gigi, ma è chiaro che parlo a tutti voi, se vi interessa.

Inizio con le idee, che sono la cosa più importante. Il centro di ogni città è pieno di bar, che quindi deve puntare su due cose: essere in un punto in cui passano migliaia di persone e quindi nel mucchio far soldi col caffé ed amen; presentarsi con una veste ed un contenuto che lo faccia cogliere come diverso, al punto che le persone fanno anche una piccola deviazione di 500 metri, scavalcando un altro locale per entrare in questo.
Io sono così. Entro nei locali che mi hanno colpito o che mi incuriosiscono.
Il locale, quindi, deve centrare questi due aspetti: nella zona antistante l’ingresso e immediatamente limitrofa, deve incuriosire, deve attirare; nel resto, banco, servizio, prodotti offerti, deve colpire e conquistare.

Certamente il tutto deve essere pensato in relazione al pubblico target.

Qualche idea, per venire alla sostanza.


  • Due linee di caffé, uno normale ed uno di caratteristiche esclusive (esempio certi aromatizzati o linee pregiate).

  • All’ingresso deve sempre sempre sempre esserci un grande mazzo di fiori, sempre freschissimo (perché? Ci arrivate da soli?)

  • Mettetevi d’accordo con una artista locale e fategli esporre i quadri cambiandoli a rotazione ogni settimana. Il dinamismo è fondamentale.

  • Ogni giorno proponete voi un nuovo cocktail, comprando il necessario. Molti clienti, spesso non bevono perché non sanno cosa bere. Si creerà la simpatica abitudine di “andiamo, vediamo che ci propone oggi”.

  • Ogni settimana esponete sul banco un prodotto gastronomico pregiato, inconsueto, di difficile reperimento, che possa incuriosire. Un sale prezioso, un olio pregiato, un caffè coloniale raro. I siti di commercio elettronico italiano, sono pieni di queste cose e spesso non costano neanche tantissimo. Quelli che non vendete, li farete girare nel tempo, prima o poi si venderanno. Uno e solo uno. Crea l’aspettativa e la corsa all’accaparramento.

Vediamo qualche semplice ricetta, comunque di gusto. Tralascio quelle già pubblicate, perché sono facilmente raggiungibili navigando la categoria corrispondente, sulla destra.


  • Sempre sui soliti siti di commercio elettronico, si possono comprare paste pregiate, che spesso costano poco di più di quelle normali ed offrono disegni, forme e materie prime fantasiose ed originali. Una semplice pasta con gamberetti e pochissimo olio e panna acquista un aspetto completamente diverso.

  • Ogni giorno, inserite nel menu un accoppiamento inconsueto di carne con frutta. Ci sono gli amanti della cosa, che non vi tradiranno più. Carne con la banana fritta, pollo con l’arancia, tacchino con noci e semi di papavero. Le ricette si trovano facilmente in rete. Per sicurezza, provatele la sera prima, con un amico.

  • La pasta fredda si può fare in moltissimi modo. Nella base, vi si può far rientrare pochissimo zafferano, un goccio di olio al tartufo nell’acqua di cottura la impreziosisce in modo discreto. Per il condimento, gamberetti, noci, arachidi, pomodorini, pancetta dolce, peperoncini dolci, radicchio, melanzane, salsiccia frantumata. Il tutto legato da olio extravergine di oliva, panna leggera, salsine di pomodoro, patè di olive diluito in acqua, latte, crema, olio o panna, secondo i gusti.

  • Un dolce si improvvisa facilmente, in uno snack bar. Nessuno si aspetta un dessert da alta cucina. Una pera affogata in cioccolato fuso, ben presentato; un’arancia pelata a vivo con le fette alternate a rondelline di ananas poggiate su un laghetto di composta di fichi; una mezza percoca riempita di gelato alla crema e abbondantemente spolverata di noce moscata.

Passiamo finalmente agli stuzzichini. La parola d’ordine, ancora una volta, è l’originalità. Questa premia più della bontà in sé (che comunque, deve esserci).
Per favore, non c’è nulla di più desolante della focaccia avanzata a mezzogiorno e tagliata a pezzetti. Se ne accorgono tutti.


  • Piccolissime porzioni di cous cous alle verdure, poggiate su tartine o quarti di tost.

  • Tartine spalmate di patè. Sui siti di commercio elettronici ce ne sono di ogni genere. Dal tartufo ai funghi, dalle creme ai formaggi

  • Preziosi prodotti sottaceto o sottolio su piccoli tost. Ad esempio pomodori secchi, carciofini.

  • Sottilissime fettine di lardo alla paprica.

  • Salvia fritta con sesamo.

  • Sottili fette di sottofesa di vitello arrosto, con vicino vari sali pregiati da provare, come Maldon, Himalaya, Atlantico. Costano meno di quello che si creda.

Gigi, buon divertimento e scrivici ancora, se ti serve altro.


Commenti

Grazie mille Francesco cercherò di mettere in pratica questi preziosi suggerimenti. A presto

Scritto da:  gigi   | 28.09.06 07:12
---------------------------------------

Figurati! Grazie a te per avermi dato modo di fare qualche riflessione speriamo costruttiva.
Buon proseguimento della tua attività :-)

Scritto da:  fradefra   | 28.09.06 07:21
---------------------------------------

certo che creare ogni giorno un nuovo cocktail non è da poco, un bell'impegno. Condivido molto il mazzo di fiori freschissimi, che gioia ammirarli ogni volta e annusarli

Scritto da:  Francesca   | 28.09.06 12:15
---------------------------------------

Ciao Francesca. La creazione di un cockail è chiaramente impegnativa, se ogni giorno si partisse da zero. In realtà, qualche volta si inventa da zero, altre volte si propongono piccole varianti ad altre ricette, magari con una certa rotazione, per evitare che siano vicine.
Contando sul fatto che non tutti i clienti vengono tutti i giorni, di fatto sembrerà una ricetta nuova ogni giorno.

Scritto da:  fradefra   | 28.09.06 12:27
---------------------------------------

D'accordissimo con Francesco. E' il dinamismo, il continuo cambiamento delle proposte che è la base per una buona fidelizzazione. Si possono offrire anche degli abbinamenti insoliti. Vini ,per l'occasione, serviti al bicchiere che possono intrigare, incuriosire. Esempio un prosecco o un Franciacorta da tutto pasto. Un elegante e strutturato bianco che accompagna un petto di pollo speziato cotto alla piastra. Un profumatissimo Gewurztraminer per gamberetti in salsa. O tantissimi vini dolci da accompagnare a dessert al cucchiaio e non.

Ciao Angelo

Scritto da:  Angelo   | 28.09.06 17:30
---------------------------------------

E' la prima volta che visito qs sito e lo trovo molto interessante.
Innanzitutto perche' da dei suggerimenti innovativi che cambia un po' l'idea che tutti hanno del bar.
Io, avrei bisogno di ql consiglio, subentrero', con un socio, in una caffetteria, in centro citta', qs locale e' chiuso di conseguenza dobbiamo partire da zero.
La cosa che mi consola e' che possiamo solo migliorare.
Come impostare l'inizio, l'entrata dei clienti, e cosa far trovare loro per cominciare?? grazie mille

Scritto da:  elena monticelli   | 16.10.06 08:12
---------------------------------------

Ciao Elena,
le tue, sono domande interessanti.
Nei prossimi giorni scrivo un apposito post, su come avviare un bar. Mettere solo un commento sarebbe un po' riduttivo. Presto, quindi, avrai la risposta :-)
Ciaoooooo!

Scritto da:  fradefra   | 16.10.06 08:16
---------------------------------------

Ciao ragazzi date un occhiata al mio sito è fatemi sapere se vi piace....
In bocca al lupo a tutti!!!

Remo...

Scritto da:  Remo   | 20.10.06 12:25
---------------------------------------

Ciao sono Tony da campobasso,ti voloevo ringraziare per le idee sopra suggerite. Mica hai idee anche per un chioschetto?? Quest'estate ho preso in gestione un chischetto però non ho proprio idee... se magari potessi aiutarmi? Grazie

Scritto da:  antonio   | 17.03.08 12:20
---------------------------------------

Ciao Antonio, direi che diverse delle indicazioni valgono anche per un chioschetto.
Il chiosco è fisso o ambulante? Su strada? Davanti ad un edificio importante? Presso la spiaggia?

La cosa importante è comprendere la zona in cui ti stai inserendo e capire cosa potrebbero desiderare le persone che vi stanno.

Un chiosco in prossimità della spiaggia, ad esempio, ha esigenze diverse rispetto a quello che sta in città davanti al Municipio o vicino ad un monumento importante.

Scritto da:  fradefra   | 18.03.08 07:04
---------------------------------------

complimenti per i consigli .....a partire dai fiori fino al sale dell'atlantico......comunque è proprio vero ...dopo decenni passati dietro a un bancone le fantasie e le originalita vengono a meno.....ogni tanto ci vuole sempre un botta nuova diidee.....

Scritto da:  igor   | 22.04.08 11:41
---------------------------------------

Ciao Igor, hai ragione. Però anche l'esperienza conta molto. Diciamo che ci vuole un po' dell'una e dell'altra.
Benvenuto sul blog :)

Scritto da:  fradefra   | 22.04.08 19:22
---------------------------------------

complimenti davvero!!! tante informazioni utili e simpatiche. oggi ho imparato tante cose. grazie. bruno.

Scritto da:  bruno   | 25.05.08 13:11
---------------------------------------

Ciao Bruno, sono contento del fatto che queste informazioni ti siano utili.
In effetti gli stuzzichini non sono mai troppi per un bar, specie se sono semplici da realizzare.

Buona settimana.

Scritto da:  fradefra   | 26.05.08 10:29
---------------------------------------

grazie a tutti per i consigli! tra un mese apro un piccolo bar con mia sorella dentro un albergo a 4 stelle in una localita termale.spero che vada tutto bene.accetto suggerimenti! ciao catia!

Scritto da:  catia   | 06.03.09 19:20
---------------------------------------

ciao lavoro in un bar del centro paese, e tutti i week end preparo un buffet per gli aperitivi...ma le mie idee sono esaurite...se ne avessi qualcuna da darmi sarei molto contenta...ciao linda

Scritto da:  linda   | 02.04.09 19:50
---------------------------------------

Linda, se hai letto, credo che di idee ce ne siano già tante! Altre non saprei :)

Scritto da:  fradefra   | 03.04.09 13:28
---------------------------------------

Ciao Francesco sono Antonio dalla provincia di Alessandria.
Sei davvero un Grande dare dei consigli per il settore "BAR".
Ho una domanda da porti, lavoro come dipendente "barrista" in una caffetteria e vorrei avviare il servizio di
HAPPY-HOUR.Ti descrivo il locale come ubicato:PANETTERIA; PASTICCERIA; GELATERIA ;CAFFETTERIA.
APERTO 24 ORE SU 24
AL GIVEDI' LATINO AMERICANO.
Chiedo a te come posso fare il servizio di happy-hour e cosa posso offrire ai clienti che partono dal ragazzino,all'impiegato d'ufficio.
Grazie per il tuo interesse.
Distinti Saluti!

Scritto da:  antonio mazzei   | 17.04.09 12:37
---------------------------------------

Ciao Antonio, benvenuto.
Tanto per iniziare, comincerei col dire che vanno evitate patatine, noccioline, olivette, ecc. ecc. Ormai sono così comuni da essere banali. Fanno subito pensare al risparmio ed alla scarsezza di idee.

Io farei un paio di paste leggere, di cui una calda ed una fredda. Un cous cous, che si può tranquillamente preparare al mattino. Proporrei anche del farro con verdure, lenticchie con pezzetti di carne, un orzotto.

Alette di pollo stanno sempre bene. Non devono mancare verdure crude e cotte per i vegetariani e le persone a dieta. Freschissime.

Scritto da:  fradefra   | 18.04.09 07:58
---------------------------------------

caro francesco,sto per aprire un bar e tanti mi dicono che un bar guadagna bene quando acquista tanto caffè,è vero? e poi su un chilo di caffè a settimana quanto si guadagna?grazie mille per i tuoi preziosi consigli.

Scritto da:  chiara   | 13.05.09 11:30
---------------------------------------

Per fare un calcolo del guadagno sul caffè, devi fare una previsione di vendita giornaliera, togliere il costo del caffè e quello di produzione (che ti può indicare chi ti vende la macchina).

Benvenuta sul blog.

Scritto da:  fradefra   | 13.05.09 11:36
---------------------------------------

ciao, vedo che sei un vulcano di idee ed è per questo che ti porgo questa domenda. ho un bar pasticceria sito in periferia di napoli in una strada molto trafficata dalle auto ma poco dai pedoni,ho fatto della pulizia e della signorilità il mio motto ma ancor oggi il mio bacino d'utenza risulta molto limitato faccio un ottimo caffè, ho un ottima pasticceria e faccio anche un buon gelato ma non riesco ad emergere tanto che sto pensando seriamente di limimitare i costi e questo inevitabilmente inciderà sulla qualità . vorrei tanto evitarlo.( non ho spalle grosse anzi...)

Scritto da:  giuseppe   | 07.01.10 12:12
---------------------------------------

Giuseppe, purtroppo dove il passaggio è automobilistico e non pedonale, la situazione è sempre un po' critica dato che il bacino dell'utenza è limitato. O vicino c'è qualcosa che ferma le persone, come una stazione di rifornimento, o è veramente dura. Mi spiace.

Magari puoi tentare di ridurre i costi cercando quelle voci che incidono meno sulla qualità, anche se non è che ve ne siano troppe.

Suppongo tu abbia già provato a fare un po' di pubblicità sulle radio locali. Potresti anche mettere delle locandine nei dintorni o altre cose simili.

Scritto da:  fradefra   | 08.01.10 08:53
---------------------------------------

ciao fradefra , so bene che con poco passaggio pedonale la situazione non è delle migliori anche se ti confesso che il non essere troppo centrale non mi dispiace. ho cercato di fare in modo che le auto abbiano un motivo in piu per fermarsi ottenendo il patentino tabacchi e offrendo servizi aggiuntivi come quello delle ricariche, servizi postali ed altro ancora. Quello però che sto cercando è un idea innovativa per questa zona ( visto che ,come penso, stiamo un bel pò arretrati , pensa che i bar che fanno l'happy hour sono pochi e questo è vista ancora come una novità). é da un bel pò che per vari motivi mi muovo poco e quindi sto cercando ,col tuo/vostro aiuto, delle idee-consigli che mi permettano di attirare al mio locale un pò di persone nuove che mi consentano di sostenere quei costi che altrimenti sarei costretto a tagliare. N.B. nelle mie vicinanze c'è una scuola media una scuola di informatica convenzionata nella formazione professionale , due concessionarie moto e un bel pò di negozi ma mpochi uffici questo lo dico per spiegare che il passaggio pedonale è sicuramente poco ma non inesistente , sono cmq in un centro abitato. P.S. ho anche una sala tè con 30 posti a sedere. mi aspetto idee , forza datemi una mano.

Scritto da:  giuseppe   | 09.01.10 07:48
---------------------------------------

Giuseppe, non esiste, purtroppo, una fabbrica di idee. Queste non si producono in due minuti stando a guardare il monitor.
Comunque, vediamo se qualcuno dei visitatori ne ha qualcuna :)

Scritto da:  fradefra   | 10.01.10 12:04
---------------------------------------

ti ringrazio per i consigli su citati che condividendoli in pieno ho messo subito in pratica. tengo a precisare che non volevo un'idea risolutiva a quelli che sono i miei problemi lavorativi ma semplicemente cercare di trarre profitto da considerazioni fatte da chi ha la possibilita , per un motivo o per un altro ,di spostarsi spesso e quindi osservare usi e tendenze nuove che magari stanno riscontrando successo; per poi apportarle al mio locale. P.S. sono perennemente a caccia di idee, a volte le trovo semplicemente osservando il cliente, altre volte sperimento quello che sono le mie idee, ed ora per la prima volta le cerco al pc, chissà.....

Scritto da:  giuseppe   | 10.01.10 22:16
---------------------------------------

Ciao Giuseppe, potresti organizzare delle iniziative per i ragazzi delle scuole vicine, come per esempio tornei di videogiochi o di giochi di ruolo on-line, non credo sia un problema avere l'adsl, una play station o una wii :) Che ne dici? Magari poi fai dei menù a costi non troppo alti per pranzo o merenda ;)

Scritto da:  copertina75   | 11.01.10 12:18
---------------------------------------

grazie copertina anche se credo che vedere un ragazzino saltare sulle mie sedie in rattan mi causerebbe un infarto fulminante hehehehe, ma che mi dici/te dei PR ???? come si potrebbe gestire un rapporto con loro, come affrontarlo, e con quale misura sui i ricavi ???? questa è una cosa che mi stuzzica la fantasia ma non so ancora se sia mai possibile una intesa fra il loro mondo ed il nostro.

Scritto da:  giuseppe   | 11.01.10 13:52
---------------------------------------

Un'altra idea potrebbe essere una sponsorizzazione di una squadra locale (non il Napoli, costerebbe troppo) con invito ogni tanto di qualche giocatore e festicciola collegata.

Scritto da:  fradefra   | 11.01.10 15:18
---------------------------------------

purtroppo noi tifiamo solo napoli" tiè "!!!! hehehe scherzo ,buona idea ma di poca affluenza ( l'unico che tira è il napoli e come hai detto tu costa troppo).

Scritto da:  giuseppe   | 11.01.10 17:12
---------------------------------------

Come avviare un bar non e' affatto semplice per tutto a tenere a bada tutti quanti e un'impresa per niente indifferente comunque bisogna dare dare degli imput novita' di ogni giorno senza farla mai mancare altrimenti sei fregata. senza esagerare troppo altrimenti ne approffitano e ti fregano sul menu' di ogni giorno fare cose semplice ma gustose buone senza usare condimenti troppo grassi .Io i cocktail gli faccio al momento a secondo l'esigenza del cliente perche' se guardiamo su 5 lo vogliono diverso poi io me li invento ma so come vanno miscelati tra loro senza esagerare troppo e senza sprecare stuzzichini diversi quando hai una salsa buona fatta da te poi gli ingredienti di aggiunta vanno bene tutti ,ogni tanto metto anche dei pezzi di torta che faccio io o dei biscotti che faccio io gli offro quando prendono il caffe' dopo il pranzo gradiscono molto apprezzano

Scritto da:  susanna   | 06.02.10 22:04
---------------------------------------

Buon giorno, ho scoperto il suo sito proprio stamane trovandolo molto interessante. Naturalmente approfitto subito nel chiederLe alcune cose.
I miei fratelli hanno aperto nel mese dello scorso dicembre un bar in centro Pavia. Il bar è situato in una galleria, quindi poco visibile, confidiamo con il passaparola! Di fronte c'è un'altro bar visibile, oltretutto adesso è stato ristrutturato ed allargato come metrature, mi hanno detto che ci sono parecchi posti a sedere ed hanno inserito la tavola calda. E' il nosto cruccio, noi abbiamo circa 15 posti a sedere ma adiacente al bar abbiamo una pizzettina con circa altri 20 posti(da usare solo nel tempo bello ed estivo, ci siamo muniti di lampade scaldanti per l'inverno). La nostra forza è la simpatia e il pranzo. Verdure tutti i giorni, primo piatto e secondo e poi la pizza con pasta fresca e non congelata fatta al momento. Vorremmo impostare adesso il menù estivo, molto facile da preparare (mia mamma prepara le verdure a casa, la pasta, il ragù, il polpettone)perché vorremmo che a luglio mia mamma si riposasse un pò! Potresti darci delle idee uno per battere la concorrenza (lo so, loso!!!) e due incrementare la clientela in modo da poter permetterci di assumere una terza persona part-time come aiuto (al bar lavorano solo i miei due fratelli, io adesso visto le condizioni internazionali della crisi non posso permettermi di perdere il mio lavoro). Scusandomi anticipatamente del "tema" che ho scritto, colgo l'occasione per RingraziarVi e salutarVi.

Scritto da:  antonella   | 06.04.10 09:47
---------------------------------------

Antonella, eccomi.
Intanto la prima cosa è superare il problema di visibilità della galleria, tentando di capire se all'ingresso si può mettere un totem o cose simili (ovviamente in modo lecito ed autorizzato). Locandine nei negozi ed altre cose simili. Accordi per il pranzo a prezzo agevolato sono altri utili sistemi per avere i commessi dei negozi e gli impiegati delle banche.

Per il menu, bisognerebbe prima capire di che mezzi disponete, fuochi, fornelli, piastre, ecc.

Scritto da:  fradefra   | 06.04.10 20:13
---------------------------------------

buongiorno,ho scoperto stamattina il vostro spazio,dedicato "anche" ai consigli, e mi permetto di approfittare,,ho un negozio di alimentari frutta e verdura, e prodotti tipici marchigiani e non,e da un anno ho inserito una parte di prodotti biologici,la mia attivita' è posizionata in luogo di passaggio,ed ho potenzialita' di parcheggio per almeno 4/5 macchine(il locale è piccolo circa 50metri di vendita),ma ultimamente,un po' causa "crisi",un po' causa apertura adiacente nuovi negozi molto piu' grandi,il lavoro è sceso notevolmente,ho cercato di differenziarmi,appunto con il biologico,e prodotti di qualita',ma non basta.vorrei fare cibi pronti ma non ho il posto per la preparazione,e oltretutto lavoro da sola,infatti nell'ultimo periodo ho pensato seriamente di vendere l'attivita',ma anche questa cosa non facile!!!
insomma ,avete qualche buon consiglio da darmi?? che cosa potrei "inventarmi"??? grazie grazie grazie!!!

Scritto da:  tamara   | 11.05.10 09:49
---------------------------------------

Ciao Tamara. Hai provato a prendere contatto con qualche cooperativa della zona e trovare qualcuno che ti offra un servizio giornaliero di prodotti freschi della terra, in cassetta, uso familiare? Potrebbe essere un servizio interessante da offrire a domicilio a chi non ha tempo di andare ogni giorno a comprare le quattro o cinque verdure che possono servire per uno o due giorni.

Scritto da:  fradefra - cuoco docente maisazi   | 11.05.10 18:08
---------------------------------------

grazie del consiglio,ne faro' buon uso!!!

Scritto da:  tamara   | 12.05.10 12:14
---------------------------------------

Grazie a mia figlia, ho scoperto questa pagina che penso possa essermi utile. Ho un piccolo bar alle Canarie situato in una strada principale,e' anche paninoteca e kebab, ho prezzi molto accessibili,il locale e' piccolo con pochi posti a sedere, in genere funziona come take away, pero'non funziona bene, la gente del posto e' abituata a frequentare il bar di sempre e da li non li schiodi, ci vorrebbe un'idea quasi geniale,che io non ho, mi puoi aiutare? grazie

Scritto da:  misha   | 23.06.10 14:33
---------------------------------------

p.s. non siamo in Italia e qui i prodotti non sono molti , di facile reperibilita' e quelli che trovo sono cari per spese di spedizione ecc. grazie

Scritto da:  misha   | 23.06.10 14:35
---------------------------------------

Ciao Misha, benvenuta sul blog.
Perdonami, ma non ho capito la tua frase "la gente del posto e' abituata a frequentare il bar di sempre".
Che intendi con bar di sempre?

Scritto da:  fradefra - cuoco docente maisazi   | 23.06.10 20:28
---------------------------------------

ciao ...
come tutti qui scrivono per avere delle idee per far funzionare la propria attività così pure io...ho aperto un piccolo bar da 2 mesi è mezzo e la cosa sembra che non vuole avviarsi , la mattina non posso lamentarmi ma a pranzo e sera niente .. non so cosa fare eppure i miei prezzi sono accessibili ... non è una strada a passaggio pedonale ,a molto trafficata si.
Vorrei avere qualche consiglio per aumentare la mia vendita vi prego lo so che non fate miracoli ma buoni consigli si, non vorrei rinunciare a quest'attvità che mi piace tanto ... ma le scadenze non perdonano purtroppo...
Ho solo bisogno di consigli ...per me è un lavoro nuovo che faccio quindi non ho poi così un'ampia esperienza ..
grazie in anticipo per tutto ...anche solo di avermi letto...

Scritto da:  Dina   | 11.07.10 17:34
---------------------------------------

Ciao Dina, oltre alle cose scritte qui, trovi moltissimi altri consigli sulla pagina Come avviare un bar. Prova a leggerla bene dall'inizio alla fine :)

Scritto da:  fradefra - cuoco docente maisazi   | 12.07.10 13:21
---------------------------------------

ciao a tutti, mi affido a voi per qualche consiglio, ho aperto da 2 anni un bar,american bar, il lavoro diurno c'è ma non riesco a far salire il lavoro serale, ho provato con delle promozioni a prezzi bassissimi ma niente..ho fatto eventi dal mercoledì al venerdì, ma niente, ho cambiato illuminazione mettendo dei led,niente...cosa potrei creare?qualche evento, qualcosa che mi attiri gente...i cocktail li invento sempre(ovviamente associando liquori giusti), chi ha bevuto i miei cocktail's è tornato..ogni giorno faccio cose diverse, l'aperitivo non è mai lo stesso, però niente....confido in voi...

Scritto da:  cosimo   | 04.12.10 08:59
---------------------------------------

Purtroppo, Cosimo, senza vedere il locale è difficile dare consigli, anzi si rischia di creare altri problemi.
Il motivo per cui a volte un locale non parte in certe fasce è dato da problemi specifici, da risolversi vedendo e provando. Può magari essere una cosa non direttamente collegata, magari legata alla zona o a quello che c'è attorno o alle abitudini o ad altro ancora.

Prima cosa, la clientela di giorno e quella serale/notturna è diversa. Quindi bisognerebbe capire se il locale è conosciuto come serale/notturno e da chi è conosciuto. Magari le persone giuste, quelle che verrebbero, non sanno neppure che esiste.

Altra cosa. Le promozioni serali servono a poco. Chi si sposta la sera, non lo fa per risparmiare. Gli sconti servono a poco, in quella fascia. Anzi, a volte i locali che costano di più, sono quelli più frequentati. Conta di più, a volte, l'esclusività.

Ma come detto prima, dovresti rivolgerti ad un consulente nella tua zona, probabilmente potrebbe aiutarti.

Scritto da:  fradefra - cuoco corsi di cucina maisazi   | 04.12.10 10:47
---------------------------------------

ciao. ho intenzione di aprire un bar. ho tante idee ma sinceramente non so cosa vuole la clientella. vorrei fare qualcosa di diverso. qualcosa che si vede nei film qualcosa che coinvolga giovani ragazzi e con anni in piu. ma sono terrorizzata. ho paura che non verra nessuno. e sopratuto mi spaventana la concorenza cinese. dove abito io e pieno. ce solo un bar italino il resto sono di cinesi. io sono rumena e le critiche non mancano. che consigli ai in merito?

Scritto da:  andreea   | 28.01.11 11:33
---------------------------------------

Andreea, nessun consiglio, purtroppo, salvo il fare verifiche sul posto. A distanza non si può fare nulla. Bisogna parlare con la gente del luogo e capire se gradirebbero un locale simile. Ti conviene frequentare tutti i giorni, continuamente, i bar del paese, standoci dentro tutto il giorno un po' qui ed un po' lì, ascoltando i discorsi e facendo amicizia con le persone.

Scritto da:  fradefra - cuoco corsi di cucina maisazi   | 28.01.11 11:48
---------------------------------------

volevo rilevare il bar di mio fratello, dove lavoro da 10 anni. e' un arredamento splendido tutto in legno e marmo giallo stile pub irlandese, ben tenuto ed abbiamo ottenuto da gennaio 2011 il superenalotto, ricariche e pagamenti utenze. l'incasso è tra i 750 e 1000€(solo il bar senza il superenalotto che per il momento non c'è guadagno ed il locale è ubicato nella via centrale del paese di circa 15.000 abitanti(ci sono bensì 19 bar). il lavoro c'è grazie a Dio ed io ti chiedevo quanto poteva valere(senza

Scritto da:  sandra65   | 08.04.11 21:27
---------------------------------------

Sandra, non te la prendere a male, ma valutare un bar via blog avendo solo qualche numero così è come dare i numeri a lotto. Noi ci asteniamo :)
Siamo cuochi, non commercialisti.

Scritto da:  fradefra - cuoco corsi di cucina maisazi   | 13.04.11 01:47
---------------------------------------

ciao,
ho un bar a reggio emilia
c'è qualcuno che mi da qualche consiglio "novità" per le colazioni al mattino e pranzi a mezzogiorno(tipo offrire qualcosa a fine pranzo)oppure nel primo pomeriggio, visto che il bar è aperto dalle 6,00 alle 17,00

Scritto da:  stefania   | 19.05.11 13:51
---------------------------------------

Ciao stefania, innanzitutto per il pomeriggio potresti creare l'ora del te' proponendo una serie di te' e infusi particolari (ce ne sono parecchi in circolazione) accompagnati da della pasticceria secca impostandolo dalle 16 alle 17.
per il mattino proporrei una linea di brioche un po' impegnative ma ti assicuro di grande successo (io ho provato) devi acqistare solo briches lisce e poi procurarti delle sacapoche e farcirle con crema, nutella, maremellata, cioccolato bianco e frutti di bosco facendo straripare leggermente la farcitura. Io a Milano sono arrivato a venderne 300.
Ciao

Scritto da:  giovanni   | 18.07.11 21:02
---------------------------------------

Beh..vista la mole di commenti ed interesse generato non posso far altro che complimentarmi per i suggerimenti assolutamente azzeccati e creativi di fradefra. Nel panorama di attività come quelle di microristorazione e snack break purtroppo c'è sempre più approssimazione da parte di operatori che credono di investire magari solo sulla scenografia tralasciando poi quella che è l'attività vera di somministrazione che è sempre in continua evoluzione.

Scritto da:  Laura   | 11.08.11 21:05
---------------------------------------

Grazie Laura e buone vacanze :)

Scritto da:  fradefra   | 11.08.11 21:09
---------------------------------------

Grazie, anche a te e a tutti voi prossimi ristoratori..Cerchiamo di tenere alta la qualità almeno della ristorazione italiana, che c'è rimasto solo quello!!

Scritto da:  Laura   | 17.08.11 21:08
---------------------------------------

Salve a tutti.Ho bisogno di aiuto Abbiamo un bar serale da sette anni dove per mia iniziativa abbiamo proposto alla clientela The e infusi al pomeriggio,accompagnati da pasticceria e fette di torte fatte da me,cioccolate calde realizzate al momento ed aromatizzate da noi con spezie e quant'altro richiesto dai clienti.In prima serata,aperitivi classici con stuzzicheria usuale ma di qualità ed abbondante.La sera,apritivi coktail analcolici a base di frutta,dolci al cucchiaio,crepes dolci e salate,saltimbocca di vari gusti,vini di qualità ma accessibili in bottiglia o al bicchiere,coktail alcolici internazionali e non, di vasta scelta.Nella zona eravamo solo noi ad offrire questi prodotti,poi con la liberizzazione delle licenze si sono aperti altri bar nelle nostre vicinanze e qualche altra pizzeria e ristorantino dove c'è stato anche del piccolo spionaggio aziendale rubando le nostre idee e chiudendoci in centro osteggiando ogni nostra iniziativa artistica e musicale.Il nostro incasso è diminuito notevolmente,non abbiamo più idee valide e innovative,la gente si aggrega tutta in uno o due posti poco distanti da noi,le scadenze premono,non abbiamo altro reddito e i fitti di casa e bar sono la nostra spada di Damocle.Vi prego se qualcuno ha qualche consiglio da darmi o proposta per attirare la clientela verso il mio locale saremo eternamente grati.Veramente siamo disperati.

Scritto da:  Anna Maria   | 25.09.11 05:27
---------------------------------------

Purtroppo, Anna Maria, queste sono gli effetti positivi e negativi della libera concorrenza. Qualche volta gli effetti sono positivi, ma non sempre.

Se siete convinti di fare già tutto quello che si deve, non sarà il cambio di un piatto o di un vino a cambiare la situazione.

Purtroppo socialmente le mode e novità attirano molto di più della qualità, quindi due locali aperti da poco portano via clientela a chi fa qualità da tanto tempo. La cosa positiva, di solito, è che le mode e le novità passano e solitamente chi se n'era andato, torna. Non è una garanzia, però.

A questo punto, moda e novità si possono solo combattere con altre novità. Novità che però devono esserlo nel senso strutturale del termini (introduzione di altre attività o criteri, come il proporre delle serate a tema, degustazioni di prodotti difficili da trovare, portare ospiti importanti, ecc. ecc.)

Un consiglio sicuramente mi viene da dartelo. Se già non lo fai, vai un paio di sere a settimane nei locali degli altri. La cosa è molto più importante di quanto non si creda. Fatti un programma e fatti sostituire da qualcuno, perché non puoi combattere la concorrenza, se non la conosci :) :)

Scritto da:  fradefra - chef corsi di cucina maisazi   | 25.09.11 08:23
---------------------------------------

Ti ringrazio del consiglio e non ti nascondo che ci avevamo già pensato ma ci conoscono, non ci resta che recarci nella citta più vicina a noi e cercare di afferrare qualche idea.Comunque se c'è ancora qualcuno che ci possa suggerire qualche novità o moda che sia, per il nostro locale ve ne saremo grati mettendoli in atto e dandovene comunicazione sul risultato in modo che possano usufruirne chi si dovesse trovare nella stessa condizione .Grazie ancora

Scritto da:  anna maria   | 09.10.11 19:39
---------------------------------------

salve, ho un bar(bar gelateria pasticceria) nel cetro di un paesino, fino a un po di tempo andava tutto bene ma ultimamente a causa di aperture di altri bar il lavoro è molto calato.non ho più idee per aperitivi e altro......

Scritto da:  ilaria   | 20.11.11 17:59
---------------------------------------

Ilaria, fai un giro nei bar del tuo paese per vedere cosa loro NON fanno. Inoltre, fai una vacanza in una grande città per due o tre giorni, fatti a piedi il centro, entra in tutti i bar a bere qualcosa. Vedrai che questo ti farà venire un sacco di idee. Io faccio sempre così :)

Scritto da:  fradefra - chef corsi di cucina maisazi   | 23.11.11 08:48
---------------------------------------

ciao sn giulia, i miei hanno una trattoria bar , i gli aiuto e mi faccio in quattro, vorrei acquistare nuovi clienti come posso fare

Scritto da:  giulia   | 25.09.12 23:33
---------------------------------------

Ciao Giulia, se leggi l'articolo e tutti i commenti, di suggerimenti ce ne sono tanti :)
Benvenuta sul blog.

Scritto da:  fradefra - Chef Scuola per cuochi   | 28.09.12 15:01
---------------------------------------

ciao sto pensando da un po di aprire un bar mio ma non riesco ancora a trovare l'occasione giusta...ho visto che ora se ne vende uno in centro dove abito io (paese della brianza)..è piccolino ed è all'interno di una piazza, raggiugibile quindi solo a piedi, ma ubicato davanti alla biblioteca comunale.la biblioteca è molto frequentata ma non so sinceramente come vada il bar e il motivo vero della vendita.....accetterei volentieri il tuo parere.
l'ultima cosa ci sono gia parecchi bar nelle zone limitrofe e questo mi scoraggia molto...grazie mille!

Scritto da:  ale   | 07.12.12 20:47
---------------------------------------

Ciao Ale, io ti consiglierei di passare qualche giorno andando spesso nei bar della zona e chiacchierando distrattamente con titolari e avventori. Avrai modo di capire come butta.

Quando passi al dunque, meglio far analizzare il bilancio del bar ad un commercialista.

Occhio ai documenti di proprietà delle attrezzature, a volte non si nota che sono a noleggio e non di proprietà e la cosa poi è veramente antipatica.

Scritto da:  fradefra   | 08.12.12 12:19
---------------------------------------

ciao sono alessandro ed ho aperto un'attivita di bar pizzeria a forno elettrico e tavola calda......pero sono alle prime armi cioe ho aperto cio da 1 mese e le cose sembravano andare benino fino a quando in questi giorni ha aperto una pasticceria alle mie spalle e sta dando i prodotti come cornetti pizzette ecc. ad una qualita inferiore ed un prezzo inferiore. Da come credo la gente dovrebbe capire da sola cosa mangiano li nella pasticceria pero sembra di no....!!!!! Mi hanno consigliato di mettere delle offerte tipo cornetto e caffe 1.50...pero io nn vorrei perche anche se in un solo mese ho acquistato un certo prestigio... La gente ha provato i miei prodotti e gli piacciono solo che ora pur di risparmiare qualche centesimo vanno li.....!!!!! aiutami ho solo 22 anni e gestisco cio....!!!!

Scritto da:  alessandro   | 12.12.12 08:59
---------------------------------------

Ciao sono Paola e vorrei chiedere un consiglio su che tipo di pane utilizzare per preparare delle tartine semplici e veloci da servire nel bar in cui l lavoro grazie ciao

Scritto da:  paola bassu   | 17.12.12 13:03
---------------------------------------

Mi spiace Alessandro, ma dare consigli su situazioni di questo tipo, senza avere informazioni particolareggiate sul locale, sulla zona, sul tipo di mercato, invece che essere di aiuto, potrebbe recare più danni ancora. Ti consiglio di rivolgerti ad un consulente che possa venire da te e seguirti studiando il caso.

Paola, non c'è un pane migliore di un altro. Ogni zona ha i suoi gusti ed il pane giusto per un locale, potrebbe essere sbagliato per un altro. Ti consiglio di provare due o tre tipi e di cambiarli a rotazione ogni due settimane per vedere quali vanno di più. Vai anche negli altri bar per vedere cosa offrono e cosa acquistano i clienti.

Scritto da:  fradefra - chef scuola di cucina maisazi   | 28.12.12 20:00
---------------------------------------

ciao sono jaqueline ho apena aperto un bar in una vieta di milano con poco pasagio ma a la sua clientela fisa che sono quia tuti giorni,
cosa poso fare per atirare piu clientela aviamo tavola freda e aperitivi fino a cera tardi.
grazie.

Scritto da:  jaqueliene   | 30.01.13 17:17
---------------------------------------

Jaqueline, tutto l'articolo è stato scritto per rispondere alla tua domanda e se non ti viene nessuna idea leggendolo e leggendo i commenti, beh, temo non ci sia molto altro da dire :)

Scritto da:  fradefra - chef della scuola   | 31.01.13 10:34
---------------------------------------

Ciao, sono Loredana e da 7 anni ho un bar in periferia, purtroppo ad oggi non ce la caviamo molto bene, ma leggendo anche i tuoi consigli sto pensando di metterli in atto, una domanda però.... come faccio a mandar via i cosiddetti "bivaccatori" che entrano si siedono e non consumano? E per i giovani (16/25 anni)? Per attirare le donne? Da me sono tutti uomini e credo che le donne si scoraggino un po.. il bar è di 80mq con ampio esterno di circa 100 mq coperto, ma l' inverno naturalmente è scomodo x il freddo.
Grazie in anticipo!

Scritto da:  loredana   | 25.04.13 12:59
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter