Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

20 agosto - Stasera in casa con gli amici

scritto da fradefra

Pochi minuti fa stavo facendo colazione con copertina75. “Che facciamo stasera?” – ci chiedevamo e dopo varie idee considerazioni abbiamo deciso.

Tanto che in giro non c’è molto da fare, molti locali sono ancora chiusi e non possiamo certo passare l’estate andando al bar ogni sera, abbiamo pensato di proporre anche voi quello che faremo noi.

Occhio, ci sarà da spendere qualche soldo. Consideriamo, però, che se invitate la vostra ragazza e gli pagate la discoteca o una cena, non ve la cavate con meno di una sessantina di euro ed a Milano a cento si arriva facilmente.

Fatta la premessa, prendete il telefono ed invitate un amico o un’amica per una serata di meditazione!

Pensate a quante volte vi siete detti che volevate rivedere quella certa persona e ve n’è sempre mancato il tempo o l’occasione. Eccola, l’occasione.

Per la serata vi offro varie opzioni. Scegliete quella che vi piace di più.

1) Vino da meditazione, che potete trovare in ogni buona enoteca. Suggerisco un Brunello di Montalcino, un Barolo, un Amarone, un Sassicaia o un Solaia. Per le annate fatevi consigliare dal gestore (anche se so che molti di voi se ne intendono e non ne hanno bisogno). Comunque il vino dovrebbe avere almeno dieci anni.

2) Rum e cioccolato. Il rum DEVE essere un El Dorado Demerara 25 anni (1980) o un Zacapa 23 anni. Sono entrambi ottimi barricati, con sentore di cioccolato, profumo spesso e coinvolgente, vaga presenza di ciliegia (forse per le barrique). Il cioccolato deve essere rigorosamente fondente con percentuale di cacao superiore all’ottanta per cento (si arriva sino al 95%).

3) Dolce a base di cioccolato e un vino dolce di classe, come accompagnamento. Il cioccolato può essere nella forma che preferite: mousse, crema, pasta soffice, soufflé. Per il vino, consiglio un Recioto Allegrini rosso o un Liquorvino Amarascato del Duca di Salaparuta.

4) Un vino bianco dolce di buona levatura, come il Souternes Château Raymond-Lafon. Nessun accostamento. Sono tra quelli che pensano che questo vino si gusti meglio da solo. Ci vogliono ore per carpirne tutti i segreti.

5) Se siete solo uomini e fumate, ecco l’occasione giusta per due sigari CAO. Tabacchi di Cuba, Nicaragua, Cameroon, Equador, Repubblica Dominicana, secondo la versione che state acquistando. Se li trovate, consiglio l’Anniversaire 1968-1998 o l’Aniversario.

Buona serata.

Commenti

caspita che serata! per il caldo romana forse un po' troppo ma sicuramente molto golosa:)

Scritto da:  Francesca   | 20.08.06 19:40
---------------------------------------

Beh, allora vi racconto la nostra.
Ci siamo ritrovati in 6. Copertina75, Daniela, Dario, Francesco e Cristina.
Abbiamo mangiato un filetto di vitellone in crosta, un arrosto di sottofesa di vitello, insalata di funghi e pomodorini, un tiramisù. Il tutto innaffiato da ottimo barbera.
Per chiudere, un tè alla menta fatto alla turca.
La serata s'è appena conclusa (sono le 2.31)
Riuscissero tutte così le domeniche!

Scritto da:  fradefra   | 21.08.06 02:32
---------------------------------------

bhè alla prossima sono invitata anch'io vero?

Scritto da:  Francesca   | 21.08.06 13:07
---------------------------------------

Ma certamente, Francesca. Abbiamo anche lo stesso nome, no?
Ciaoooo.

Scritto da:  fradefra   | 21.08.06 13:39
---------------------------------------

Un soprendente menù a base di carne ideato dal nostro cuoco di fiducia ha allietato i nostri palati mentre i nostri occhi erano occupati a scrutare in anteprima la nuova location del MaiSazi Party.
Grazie della bella serata, Fra ;)

Scritto da:  Daniela Trifone   | 22.08.06 18:51
---------------------------------------

Grazie a voi della compagnia :-)

Scritto da:  fradefra   | 22.08.06 19:18
---------------------------------------

Se il vino bianco non lo accosti al cibo, perché non provare ad accostarlo alla musica?
Chessò, butto lì qualche brano abbastanza malinconico e meditativo...
Tom Waits (Martha)
Tom Waits (Jack & Neal)
Hayden (Wide Eyes)
The Magnetic Fields (Busby Berkeley Dreams)
Eels (It's A Motherfucker)
Ryan Adams (Sylvia Plath)
Stevie Nicks (Beauty And The Beast)
John Lennon (Jealous Guy)
Bruce Spingsteen (For You)
Ronnie Lane and Slim Chance (Only A Bird In A Gilded Cage)
Vienna Teng (Daughter)
Shannon Wright (Vessl For A Minor Malady)
Marianne Faithful (For Wanting You)
Fugazi (I'm So Tired)
Hope Sandoval & The Warm Inventions (Feeling Of Gaze)

Dovrebbero cominciare a pensarci, i sommelier!
:D

Scritto da:  Lindo   | 21.06.07 16:42
---------------------------------------

Però prima bisognerebbe fare un "corso di musica".
Non conosco praticamente nessuno degli autori che hai indicato, salvo Lennon e Springsteen

Scritto da:  fradefra   | 21.06.07 17:52
---------------------------------------

:-0
No Fugazi? No party! :D

A parte gli scherzi: puoi benissimo farti bastare quello che conosci tu. Shakira, Dead Can Dance, DRI, non importa: l'importante è saper riconoscere un "mood", e per quello basta ascoltare.
Io qui ho raggruppato un po' di gente che delinea la ritmica con il pianoforte (malinconia), che canta in modo dinamico (filosofia) e si lascia influenzare dal jazz (sfaccettature); un aiutino "meditabondo" arriva talvolta anche da strumenti a corda, mentre non per forza è necessario che il brano sia in minore. Lo so che di solito la vulgata propugna l'equazione minore = introverso e per contro maggiore = estroverso, ma io personalmente non ci credo molto.
Anzi, credo che tutte le canzoni che ti ho elencato più sopra siano in maggiore, eppure l'effetto generale è di "sguardo dentro di sé".
Al contrario ho presente un bel po' di brani molto più sgangherati, frizzanti e "aprilici"... "aprilosi"... insomma, adatti all'aprile e alla primavera, che invece sono in minore.

Spero di averti dato una spintarella al riascolto della tua musica preferita: di sicuro ne avrai tutto da guadagnare!

Scritto da:  Lindo   | 22.06.07 11:12
---------------------------------------

Beh, considera che sia io sia copertina75 amiamo moltissimo la musica. Lei balla di tutto, io ascolto di tutto (e ballo latinoamericano) (anzi, mi viene in mente che devo fare un post sul Festival Latino Americando di Milano).
La radio ed il CD player sono quasi sempre accesi, con l'Harmann Kardon sempre a 3 (perché se lo mettiamo a palla si spaccano i vetri).

Scritto da:  fradefra   | 22.06.07 14:18
---------------------------------------

Musica latino-americana! Bella!
Estetica incentrata sulla voce, strumenti acustici e caldi, voci per lo più maschili e suadenti, testi malinconici e di rinuncia: anche in questa categoria (solitamente associata a occasioni festaiole) c'è modo di organizzare una colonna sonora degna dei rum e dei vini che hai proposto...
;)
Visto che amate entrambi la musica lo sapete già: le etichette di genere servono per facilità di dialogo ma non significano niente. Ogni singolo brano è esattamente quello che lui si propone di essere, e vale solamente cme espressione di sé. Se poi ci vuoi anche ballare sopra, be', il godimento è doppio! :D

Scritto da:  Lindo   | 25.06.07 14:22
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter