Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Voglio imparare a fare la prima colazione

scritto da FabioDellOrto

Al mattino solitamente prendo una tazzina di caffè bevuta in fretta, a volte mentra ancora mi sto vestendo, quello che mi consola che questa è la colazione italiana più diffusa. Poi tiro fino alle 13, l’ora del pranzo che spesso si risolve in una insalata, oppure un piatto di bresaola accompagnato da un paio di bicchiere d’acqua. Nel corso della mattinata quasi sempre ci scappa un secondo caffè, in buona sostanza comincio; come credo molti di voi con un digiuno che dura dalla sera precedente, per un totale di 12-14 ore.

Perfino i “digiunatori” sanno che la giornata va iniziata fornendo all’organismo l’energia necessaria per svolgere ogni tipo di attività. Ma anche se tutti conosciamo questa regola di grande importanza dimentichiamo spesso di metterla in pratica, personalmente pur essendone consapevole riesco a fare colazione solo quando sono in vacanza. Giustifico questo comportamento con la mancanza di tempo, con il dover fare troppe cose, con la scarsa organizzazione della vita. Invece al momento del risveglio il nostro organismo sta sopportando un lungo digiuno, ma una verità di fondo c’è ve la dirò alla fine e ne discuteremo insieme. Per fare un esempio, è come se pretendessimo grandi prestazioni dalla nostra auto senza metterci la benzina, non si accende nemmeno il motore, no ? E anche nel caso in cui, grazie a un residuo di combustibile sul fondo del serbatoio riuscissimo a partire, la nostra marcia sarebbe breve, stentata e faticosa. La situazione in cui mi trovo in questo momento mentre sto scrivendo, pensare che fra pochi minuti completerò l’opera con una quarantina di minuti di fitness in palestra. Quando sono in vacanza, come dicevo trovo il tempo di fare colazione, e mi rendo altresì conto che è dagli stranieri che dobbiamo imparare la buona abitudine di consumare ( e offrire ) una prima colazione ricca ma comunque leggera. Devo dire che imitarli è un piacere, seguire le loro sfilate di brioche, yougurt, frutta, marmellate, miele, succhi tropicali è davvero invitante, ma poi al ritorno puntualmente ricasco nelle mie vecchie abitudini, in verità soprattutto per la paura di ingrassare, vero ? Chi fra di voi non l’ha mai pensato scagli la prima pietra ! Pensare che mi sento abbastanza preparato, so che una prima colazione non dovrebbe superare il 20% delle calorie giornaliere. Quindi se ho bisogno di circa 2mila calorie, il 20% corrisponde a 400, a cui però per non so quale ragione finisco sempre per rinunciare, recuperandole in ciccia a cena, quando arrivo a casa affamato come un orso.... AIUTATEMI !

Commenti

Io di solito faccio colazione con della frutta o con yogurt. Qualche volta, purtroppo, mi limito ad un caffè americano, ma mi rendo conto che si tratta di un errore madornale.

Scritto da:  fradefra   | 10.07.06 10:37
---------------------------------------

Si, si... un grave errore. Io per fortuna non riesco proprio a rinunciare alla prima colazione, anche se si tratta solo di una brioches o delle fette biscottate con il tè. E' solo una questione di abitudine! Io sono persino riuscita a mangiare tost con bresaola e uova strapazzate alle 7 del mattino. Fino ad allora pensavo che mi sarebbe stato impossibile e invece dopo alcuni mesi il mio corpo si era abituato e a quell'ora avevo fame!

Scritto da:  copertina75   | 10.07.06 11:45
---------------------------------------

Miseria, io faccio colazione a seconda del ruggito addominale: la mattina, quando mi sveglio, se lo stomaco ruggisce mangio altrimenti caffettino con 1 cucchiaio di zucchero e via per la giornata!

Di solito però gradisco il cafféllatte con brioche o con i cereali.

Ho un solo inconveniente: ho sempre una fame da orso! AIUTATEMI!!

Scritto da:  Orlando   | 11.07.06 12:31
---------------------------------------

sono d'accordo con copertina75, è questione di abitudine... io fin da piccola faccio colazione con latte e biscotti. Di biscotti ne ho provati tantissimi e alcuni mi sono rimasti nel cuore, tipo i Bucaneve (bianchi e anche neri - al cioccolato), i Gran Turchese (buonissimi con la marmellata in mezzo, tipo panino), molti del Mulino Bianco ecc... ma adesso da quasi dieci anni fedeltà quasi totale alle Gocciole. Prova quelle al cappuccino e poi mi dici. Anche le Extra Dark non sono male. Riguardo la paura di ingrassare... sicuramente è una questione di dosi, io cerco di rimanere sulle 6 gocciole al giorno. Baci e facci sapere come va! :)

Scritto da:  Lucia   | 11.07.06 12:59
---------------------------------------

@Lucia
6 gocciole al giorno da dieci anni? Cavolo, sarai un mito del CRM del Mulino Bianco. Ormai ti avranno eletta miglior cliente dell'anno! :-D

Scritto da:  fradefra   | 11.07.06 13:19
---------------------------------------

eh no! le Gocciole sono della Pavesi!!... ora sono 6 perché mi sono messa in riga. Prima di contarle ne mangiavo anche 14, ora lo faccio solo nelle occasioni speciali :)

Scritto da:  Lucia   | 11.07.06 17:02
---------------------------------------

Buone le Gocciole, ogni tanto le mangio anch'io!
Si intuisce invece che fradefra i biscotti non li mangia e non li compra soprattutto! ;-)

Scritto da:  copertina75   | 11.07.06 17:32
---------------------------------------

Caro Fabio, sono molto vicino al tuo stile mattiniero. Anzi, forse faccio anche peggio. Non esco di casa senza aver prima preso 3/4 caffè. Immagina poi in studio, tra colleghi e clienti, a quanto ammonta il "totale-caffeina" alla fine della giornata.

Ma fortunatamente questo non incide sul mio umore :-)

Ha ragione copertina... è questione di abitudine! Cercherò di fare del mio meglio per mantenere uno stile di vita equilibrato.

Saluti.

Scritto da:  shiftzero   | 11.07.06 18:19
---------------------------------------

Anche io facevo pressappoco colazione come Fabio un coffee e via. Dopo il caffè però c'era sempre la sigaretta... Metà mattinata di nuovo accoppiata coffee + siga. Dopo qualche tempo mal di pancia!
Cambio di tendenza allora!
Ora faccio colazione con una bella scodellona di latte e fiocchi di mais oppure 5-6 fette biscottate guarnite di marmellata e un bicchiere di the (o te o tè o tea o...).
Come sostengono tutti la prima colazione è il pasto più importante della giornata ed ora che è estate dopo il latte o il te mangio anche uno yogurt che oltre a riempire da anche una sensazione di freschezza.
Parlando un attimo di gocciole, secondo me danno dipendenza. Qualche anno fa un pacco mi bastava a mala pena per due massimo tre colazioni, ne ero ghiotto come un orso col miele; ne mangiavo due per volta inzuppate nel latte... che buone!
Ci si vede a settembre.
PS: A chi non piace il tartufo?

Scritto da:  fabrizio   | 13.07.06 22:14
---------------------------------------

@Fabrizio - a chi non piace il tartufo
Non piace solo a copertina75. A me sì, invece, da matti!

Scritto da:  fradefra   | 14.07.06 01:11
---------------------------------------

Non che non mi piaccia assolutamente il tartufo, è che non ne vado matta come fradefra... e poi il profumo non mi entusiasma molto :-S

Scritto da:  copertina75   | 14.07.06 18:25
---------------------------------------

Io sono da sempre abituato a fare la prima colazione prima con caffèlatte e tanti frollini da latte, poi, a causa di una dieta solo 4 fette biscottate integrali con 200 ml di latte PS. persi i miei 16 kg e facendo un adeguatissima attività fisica 100 min di ciclismo x un totale di 40 km ad uscita x 3 volte la sett. ora la mia colazione è composta da 200 ml di latte PS + 4 fette biscottate integrali + 50 g di cereali da colazione tipo corn flakes, muesli di 7-8 tipi diversi. Ora affronto sia l'attività fisica di mattina(lavoro di pomeriggio)che la giornata in uno stato psico-fisico davvero strabiliante. Fate colazione.

Scritto da:  Francesco   | 19.03.07 19:50
---------------------------------------

Benvenuto Francesco e grazie per aver portato la tua esperienza :-)

Scritto da:  copertina75   | 20.03.07 17:18
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter