Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Vino standardizzato

scritto da fradefra

Ho appena finito di leggere il post Indisciplinare di Luca Risso sul fatto che la disciplinare di molti vini è effettivamente standardizzata al punto che tutti i vini potrebbero sembrare uguali, leggendola.
Vorrei continuare il discorso, su come l'appiattimento, purtroppo, vada anche sul gusto. Troppo spesso mi capita di sentire commenti negativi su vini (e non solo vini) perché hanno qualcosa di non riconosciuto. Peggio ancora "Ottimo quell'arrosto di agnello. Il sapore di agnello, per fortuna, si sentiva pochissimo" - beh, giudicate voi.

Vorrei, invece, vini che avessero una loro componente distintiva. Perché tutti i vini devono avere il sottobosco, essere rotondi, ecc.?
Una comunanza di fattori è giusta, ma qualcosa in più, un motivo preciso per preferire quel vino dovrebbe esserci e non solamente il fatto che interpreta alla lettera la definizione di vino.

Per quanto mi riguarda, continuando a bere vini classici, sto cercando anche produzioni con caratteristiche proprie, distintive, che mi diano la netta impressione di poterli ricordare per qualcosa che ho sentito o provato.

Buona domenica a tutti.

Commenti

In effetti, vedere tutti questi vini bianchi risultato della spremitura soffice... a volte sarebbe meglio bere acqua.

Scritto da:  Federico   | 02.07.06 15:48
---------------------------------------

Infatti Francesco condivido, bisognerebbe amare ( o non amare) le cose per le loro particolarità e quindi non appiattirne le sensazioni, meglio dire a me l'agnello non piace che dire mi piaceva quell'agnello perchè non sapeva di agnello.

Paradossi dei nostri tempi.

Scritto da:  MarcoTuscany   | 03.07.06 20:47
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter