Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Una cena all'aperto

scritto da FabioDellOrto

Una cena all’aperto ? Una buona idea soprattutto in estate, spesso ci rinunciamo per la paura di fare una brutta figura o peggio ancora perchè non sappiamo come organizzarci, e pensare che basta veramente poco per realizzarla !
A mio avviso dovrebbe essere un’occasione informale per invitare gli amici e come tale dovrebbe essere all’insegna della semplicità.
A cominciare dalla preparazione della tavola che dovrà riflettere il tono informale della serata. Se la moglie brontola perchè alla fine della serata avrà tovaglie e tovaglioli da lavare, consigliatele una tovaglia in carta ( nelle cartolerie e nei migliori supermercati se ne trovano di veramente originali ), scegliendo questa soluzioni potrete trovare tranquillamente anche i tovaglioli coordinati, vi consiglio di sceglierli in funzione dei colori di piatti e bicchieri, quelli in vetro sono ideali.

Le posate in acciaio sarebbero più funzionali di quelle in plastica, ma se la cena è in piedi e gli ospiti particolarmente numerosi, anche la seconda soluzione potrebbe andare bene.
Se la cena è in giardino, meglio scegliere esclusivamente piatti freddi, per evitare di spostarsi continuamente in cucina, evitate però di mettere i piatti in tavola con largo anticipo, perchè l’elevata temperatura rischia di rovinarli. Per tenere al fresco le bevande, nel secchiello utilizzate al posto del ghiaccio “tradizionale”, 2 o 3 sacchetti del ghiaccio utilizzato dal Vostro pescivendolo per conservare il pesce ( durà molto più a lungo ), non credo avrà problemi a vendervelo.
Lascio a voi la scelta delle pietanze, vi consiglio solamente di pensarle in funzione dello spazio che avete nel frigo di casa, se poco orientatevi verso pietanze che resistono a temperature ambiente come per esempio le torte salate oppure riso o pasta in insalata, aggiungo però due consigli.
Un panino gigante, preparato con un pane tipo francese lungo almeno 2 metri ( potete ordinarlo al Vostro panettiere ), diviso in due parti per il lungo e spalmato all’interno con una salsa a vostra scelta e infarcito con vari stuzzichini, per esempio wurstel tagliati a rotelle, dadini di prosciutto, rotolini di frittata....
Un concomero, a cui fare prima di metterlo in frigo, un tassello da dove verserete all’interno della polpa del whisky oppure un altro liquore a vostra scelta, escludendo però quelli dolci, perchè diventerebbe troppo dolce.

Commenti

Interessante il ghiaccio del pescivendolo. Non ci avevo mai pensato. Da tenere presente per il maisazi party!
Many thanks!

Scritto da:  fradefra   | 29.07.06 18:49
---------------------------------------

veramente complimenti..a giorni dovrò fare una cena tra amici prenderò spunto. grazie tanto. :-)

Scritto da:  oscar   | 23.07.07 13:42
---------------------------------------

Benvenuto a te, Oscar e buona cena.

Scritto da:  fradefra   | 24.07.07 09:37
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter