Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Lo Shiraz yellow tail 2005

scritto da fradefra

Il sito del produttore dello shiraz yellow tail, un vino australiano.Da sempre sono un appassionato del barricato, dell'antico, dell'annata, di quel vino, insomma, che immaginiamo aver riposato per cento anni per essere bevuto oggi col rispetto che si deve ad un dio che si concede a noi per amore.

Da qualche tempo, però, come in altri aspetti della mia vita, ho voglia di nuovo, di cosmopolita, di dinamico, di evoluto, di mutante. Vorrei guardare nel futuro e trovarvi una risposta ad una pulsione che sento e che riesco ad riassumere con una sola parola. Diverso.

Con copertina75 stiamo cercando vini alternativi, che escano dagli schemi classici di classificazione, vini per i quali non valgano le solite regole e che più correttamente si dovrebbero chiamare bevande. Bevanda non nel senso riduttivo, anzi. Bevanda perché se il vino si crede si debba bere in certe situazioni, qui invece ci troviamo davanti a qualcosa che non ha bisogno di abbinamenti, di momenti o di temperature.

L'etichetta anteriore dello shiraz yellow tail 2005.[yellow tail] è uno shiraz australiano che ben rappresenta tutto ciò. Appena lo apri, il suo intenso profumo esce prepotentemente. Frutti rossi e di bosco e spezie sono ben miscelati a formare una nuvola che ti avvolge in modo suadente. Prima ancora di berlo, ti innamori.
Al gusto è rotondo, vellutato e morbido. Si beve facilmente anche in situazioni difficilissime, come dopo una lunga giornata di lavoro in cui non s'è toccato cibo. Un vino che si presenta con un insieme di caratteristiche che lo connotano in modo esclusivo e che non si può non ricordare e riconoscere, soprattutto se lo si apprezza.

Si trova facilmente Esselunga e questo è un vantaggio, secondo me. Mi piace l'idea di potermelo comprare ogni volta che voglio senza dover cercare una difficile enoteca aperta solo dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18 o in un wine bar aperto dalle 18 alle 2, ma a prezzo proibitivo. Supermercato dalle 8 alle 22, spesso anche alla domenica. Sette euro ben spesi.

È un vino dei nostri tempi, questo [yellow tail]. Cosmopolita e alternativo, va d'accordo con tutti, fa vita sociale e non si nega.

Tag: | | |

Commenti

Mi interessa un aspetto. Perché leghi il cambio di interesse per il tipo di vino ad altre cose della tua vita? Se non sono indiscreto e non va fuori tema, posso chiederti un esempio?

Scritto da:  gino   | 30.07.06 11:14
---------------------------------------

Fino a poco meno di quaranta anni, mi piaceva un certo stile di vita. Ero (veramente lo sono ancora, anche se in modo diverso) appassionato di antiquariato, mi piacevano gli orologi, collezionavo stilografiche, mi piaceva andare in ristoranti ed alberghi di lusso. Facevo il consulente d'organizzazione e dirigevo un'azienda.
Qualcosa è cambiato. Ho lasciato il lavoro per farne uno che mi piaceva molto di più (anche se in termini di prestigio e soldi, secondo molti amici era stata una fessata), i miei gusti si sono spostati verso il moderno (o meglio, modernissimo), ecc.
Di pari passo, anche in fatto di vino, sono intervenuti nuovi interessi. Il grande vino d'annata mi piace sempre e per fortuna qualche volta riesco a berlo, ma non è più nella lista delle priorità. Oggi sono, appunto, alla ricerca di qualcosa di nuovo, di tecnologico, meglio rappresentante i nostri tempi ed il nostro modo di vivere. Anche nel vino.

Scritto da:  fradefra   | 31.07.06 05:38
---------------------------------------

fradefra:"anche se in termini di prestigio e soldi, secondo molti amici era stata una fessata"

Quando il lavoro ti da' da vivere (lavorare per vivere è la massima migliore) é più che sufficiente. A quel punto meglio un lavoro che dia anche la massima soddisfazione in termini personali.

Secondo me non hai fatto una fessata.

Scritto da:  Orlando   | 31.07.06 11:47
---------------------------------------

Un gran Vino.

Scritto da:  Fabio   | 20.12.11 13:12
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter