Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Cosa si porta a cena da amici? Niente pasticcini!

scritto da fradefra

Molti non sanno che il galateo esplicitamente lo vieta. Se siamo invitati a cena, non si portano pasticcini.
Si parte dal presupposto, infatti, che chi organizza una cena pensi a tutto il pranzo. L’arrivo imprevisto di pasticcini può rompere la magia di un percorso studiato nei dettagli.

Il “presente” che si porta ai padroni di casa, inoltre, dovrebbe essere per loro, non per gli invitati e tanto meno per noi. I pasticcini, invece, creano una situazione difficilmente gestibile. Per galateo, i padroni di casa non devono offrire quanto appena portato (per non far pensare che la cosa non sia gradita e che non la ritengono personale), mentre per altri aspetti gli altri potrebbero aspettarselo.

Una bottiglia di vino potrebbe essere già un passo avanti, purché sia chiaro ed evidente che non ci si aspetta che venga aperta. Se si porta un vino di pregio, non bisogna farlo con la faccia di chi spera che sia offerta! Comunque, anche la bottiglia non è la soluzione corretta.

Cosa quindi?

Il galateo è chiaro, su questo punto. Si portano fiori per la padrona di casa, consegnandoli, se possibile, il giorno prima, magari facendoli arrivare con un servizio di consegna a domicilio come Interflora.

Ovviamente se siamo a casa di amici intimi, possiamo azzardare una richiesta a loro stessi. Solo in questo caso si può derogare da quanto abbiamo appena visto. Tenete presente, però, che se loro rispondono con un “Dai, non preoccuparti, porta quello che vuoi, l’importante è che venga tu” – si porteranno fiori, non pasticcini o gelato.


Commenti

Ben detto! Spesso capita che non si sappia mai cosa portare. La soluzione gastronomica pare la più semplice e corretta. In fondo, si pensa, siamo invitati a pranzo (o cena), quindi se porto qualcosa da mangiare non sbaglio di certo. Invece, come hai ben detto, sono più le volte che si crea imbarazzo, che non quelle in cui si fa cosa gradita. Così almeno nella mia esperienza.

Quanto ai fiori non paia, ai più, una soluzione da parrucconi. Salvo cene tra ragazzi liceali (ma in quei casi il “galateo” un po' deve essere adattato e modificato), un mazzo di fiori ben composto va sempre a segno e non sfigura mai.

Trovo valida, comunque, anche la soluzione vino, magari accompagnato da una frase del tipo: "questo potete gustarvelo... etc...", in modo da far esplicitamente capire che si vuole venga conservato, piuttosto che essere bevuto subito per il pranzo a cui si è invitati.

Scritto da:  aletor   | 18.07.06 16:08
---------------------------------------

A costo di sembrar "liceale" vado un po' contro il galateo e dico che adoro quando la gente mi porta dei pasticcini (o simili) da condividere.

Magari se mi vengono a trovare persone che portino specialità tipiche di altre zone o qualcosa di fatto a mano.

So che il galateo impone questo e quello ma mi sembra qualcosa di troppo rigido per una cena tra amici. Forse meglio tenerlo per qualcosa di più "formale".

Scritto da:  Orlando   | 18.07.06 16:23
---------------------------------------

La prima volta che fradefra me ne aveva parlato devo dire di essere rimasta alcunato stupita, a me era capitato spesso di portare dolci per un invito a cena a casa di amici. Pensandoci bene però in effetti facendolo si crea una sorta di obbligo nella persona che li riceve a doverli offrire alle persone che glielo hanno portato. Quindi anch'io come Aleator penso che, se dovessimo portare ai nostri amici un dolce fatto da noi o un prodotto tipico della nostra zona (sicuramente molto apprezzati) dovremo far intendere che vorremmo che lo gustassero quando preferiscono. Oppure se proprio non vogliamo portare un mazzo di fiori si potrebbe optare per una piantina o per una candela carina.

Scritto da:  copertina75   | 18.07.06 19:03
---------------------------------------

Ovviamente aggiungo che conta anche il buonsenso. Se vengo da Palermo e porto una cassata, non credo che qualcuno obietterà che non ho rispettato il galateo!

Inoltre, come scrivevo, tra amici si può sempre chiedere!

Il punto fondamentale che il galateo vuol evidenziare è: se porti qualcosa, portalo per chi riceve, non per te. Porta qualcosa che lui non sia obbligato ad aprire e non far capire che vorresti che lui l'aprisse. Altrimenti non stai facendo un piacere a lui, lo stai facendo a te stesso.

A me è capitato. Mi portarono un vino dicendomi "Guarda, non vedo l'ora di assaggiarlo". Ovviamente io non l'aprii e quando il tipo mi chiese "...ma la bottiglia di vino?", gli risposi dicendo "Beh, ma l'hai portata per me o per te?".

Scritto da:  fradefra   | 18.07.06 20:37
---------------------------------------

@ copertina 75
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
«Oppure se proprio non vogliamo portare un mazzo di fiori si potrebbe optare per una piantina o per una candela carina.» (...)
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Concordo. Anzi, un po' di fantasia non guasta; altrimenti si potrebbe sortire ugualmente un effetto sgradito, con conseguenti pensieri del tipo: "ancora fiori... che noia! Non ci ha messo proprio l'anima nel presente che mi ha portato".

Tutto, ovviamente, dipende dalle situazioni e dai rapporti che si hanno con chi ci ospita.


@ fradefra
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Assolutamente condivisibile anche quanto scrive fradefra. Il presente non è per noi, ma per il nostro ospite!!! Se vogliamo regalarci un vino, facciamolo. Ma non pretendiamo di approfittare dell'invito per "comprare proprio quel vino o quel dolce che da un po' volevamo assaporare"...... pena, altrimenti, la figura classica del maleducato.

L'importante è non essere cafoni ed inopportuni. Quanto all'esempio di cafonaggine calza a pennello l'episodio riportato da fradefra... a buon intenditor... :)

Scritto da:  aletor   | 19.07.06 15:58
---------------------------------------

E'normale che l'ospite non deve portare pasticcini.
Ad. esempio a me è capitato di trovarmi una negozio di pasticcini a casa mia, perchè oltre a quelli che ovviamente avevo comprato per darli ai miei ospiti loro hanno ben
pensato di portare i pasticcini.
Scusate ma sarei io la padrona di casa a essere maleducata
se non vi faccio trovare il dolce, perchè ovviamente devo essere io a dare ospitalità a casa mia!

Scritto da:  eve81   | 02.08.06 17:02
---------------------------------------

@eve81

Già, ma ti assicuro che molti non lo capiscono! Dato che a tutti piacciono i dolci, sono convinti di far bene portandoli.

Scritto da:  fradefra   | 02.08.06 17:27
---------------------------------------

e una bottiglia di martini, o un liquore? come lo vedete?

Scritto da:  vera   | 09.12.06 23:30
---------------------------------------

Un liquore lo vedo già meglio, Vera, a condizione che tu non ti aspetti che venga aperta. Deve essere un presente per i padroni di casa, non per noi stessi. Niente frasi tipo - "So che hai fatto la torta col cioccolato, questo ci starà bene."

Scritto da:  fradefra   | 10.12.06 09:33
---------------------------------------

Non tutti conoscono il galateo. A me sembra altrettanto scortese mettere in ridicolo o in difficoltà un ospite come è successo nel episodio raccontato da fradefra.

Scritto da:  elena   | 07.01.07 19:33
---------------------------------------

Ovviamente "nell'episodio".

Scritto da:  elena   | 07.01.07 19:34
---------------------------------------

@elena
Beh, era un caro amico... poi ovviamente ci siamo messi a ridere e la bottiglia ce la siamo bevuta fuori pasto :-)

Scritto da:  fradefra   | 07.01.07 23:21
---------------------------------------

Ah, allora scusa. Non potevo sapere il tono con cui era stato detto. :)

Scritto da:  elena   | 08.01.07 19:36
---------------------------------------

Scusa di che? :-) Ci mancherebbe, siamo qui proprio per chiacchierare :-)
Anzi, già che ci siamo, organizziamo una bevuta?

Scritto da:  fradefra   | 08.01.07 22:07
---------------------------------------

Ero ad una cena da amici a New York e uno degli invitati ha portato alla padrona di casa un mazzo di fiori bello ma non troppo appariscente (e fin qui!) con "allegato" un barattolo di confettura non ricordo più di cosa, acquistato in una prestigiosa gastronomia. Ho scoperto successivamente che questo genere di omaggi è ormai considerato un must nelle cene chic (anche quelle più informali...tipo: una spaghettata fra amici) a Manhattan e dintorni. Voi cosa ne pensate?

Scritto da:  micheleG.   | 26.01.07 15:14
---------------------------------------

@Michele
A me piace :-)

Scritto da:  fradefra   | 26.01.07 19:50
---------------------------------------

ciao devo andare a pranzo lunedi da una mia compagna di nuoto...lei mi piace molto...e le sue sorelle lo sanno...allora mi hanno invitato a pranzo...credo che ci siano i suoi genitori anche...quindi un bel pranzo...devo dire NON SO COSA PORTARE??? mi potete dare dei suggerimenti per cortesia????

Scritto da:  Julio....il pivello   | 07.04.07 14:50
---------------------------------------

Mi spiace Julio, ormai credo sia troppo tardi.
Comunque, per la prossima volta, direi che se porti una pianta, non sbagli mai.

Scritto da:  fradefra   | 10.04.07 16:43
---------------------------------------

Piante, candele preferirei evitarle.
Il vino va bene sperando di non incappare un padrone intenditore.
D'accordo per i dolci nostrani da non consumarli con l'ospite.
L'idea dei fiori accompagnati al vasetto di marmellata è interessante.

Scritto da:  GigiMilano   | 31.05.07 20:50
---------------------------------------

Ciao a tutti... sono in crisi!!!
Il ragazzo che mi piace mi ha inviata a cena da sua sorella, dicendo che si tratta solo di una pizza e niente di +... Cosa posso portare? L'età della sorella fa differenza in questo caso (ha c.a. 40anni)?

Aiuto

Scritto da:  Simona   | 05.06.07 15:51
---------------------------------------

Ciao Simona, benvenuta.
Porta fiori. Non sbagli sicuramente.

Scritto da:  fradefra   | 06.06.07 09:09
---------------------------------------

Ciao Simona, benvenuta.
Porta fiori, non sbagli sicuramente.

Scritto da:  fradefra   | 06.06.07 09:10
---------------------------------------

stasera sono da amici conosciuti in viaggio di nozze...solo per il dopo cena e avevo pensato ai pasticcini..cosa faccio?

Scritto da:  valentina   | 14.09.07 10:50
---------------------------------------

Mi spiace Valentina, probabilmente la mia risposta ti arriva tardi.
Come puoi leggere nell'articolo, niente pasticcini. In questo caso ci starebbero sicuramente meglio i fiori o, se vuoi restare su qualcosa di alimentare, un buon liquore o un buon rum o brandy.

Scritto da:  fradefra   | 15.09.07 07:46
---------------------------------------

in effetti è facile creare disagio senza rendersentne conto.
Intanto a me è capitato di avere a cena più persone, e l'arrivo degli invitati, magari in contemporanea con dolci, liquori, fiori... mi ha un pò messo in difficoltà.
Trovo carino mandare i fiori prima o ....magari anche dopo.
Voglio dire se si è due coppie, OK per il presente portato al momento e molto carino i fiori più il prodotto tipico o sfizioso.

Scritto da:  lodovica   | 28.11.07 08:45
---------------------------------------

Già, Lodovica, hai colto un altro aspetto a cui spesso non si pensa.

Grazie dell'intervento e benvenuta sul blog :)

Scritto da:  fradefra   | 28.11.07 11:27
---------------------------------------

Penso sia l'ora di cambiare il galateo, a me, come a tantissime altre persone, riceveere piante e fiori, fa l'effetto contrario: non c'e' nulla che mi faccia andare piu' in bestia di questo. Per fortuna i miei amici lo sanno.
Ma vi do' un consiglio: prima di comprare fiori accertatevi che alla persona designata piacciono se non volete correre il rischio che ve li tirino dietro, in quanto assolutamente inutili!

Scritto da:  celeste   | 24.01.08 12:30
---------------------------------------

Beh, dai, alla fine, Celeste, l'importante è conoscersi. Se i tuoi amici lo sanno, ti porteranno altre cose, ovviamente, con buona pace di tutti.

Per quanto mi riguarda, se mi portano un Rum Zacapa, sono ben felice :)

Scritto da:  fradefra   | 24.01.08 21:12
---------------------------------------

Ma i fiori non si inviano il giorno dopo per ringraziare dell'invito??

Scritto da:  Fmortara   | 10.02.08 01:15
---------------------------------------

No, si mandano prima in occasione di inviti importanti e formali, si portano al momento, se si va da amici.

Dopo parrebbe una sorta di ringraziamento che non ci sarebbe stato se il pranzo non fosse stato gradito. Però credo sia molto "borderline".

Scritto da:  fradefra   | 10.02.08 11:52
---------------------------------------

ovviamente dipende dalle situazioni, il galateo non è applicabile a una cena intima tra amici....sciogliamoci un po ragazzi!

Scritto da:  consegne a domicilio   | 15.04.08 10:57
---------------------------------------

E' normale che non si devono portare pasticcini quando si è invitati a cena, prima di farlo capire a mia moglie ho impiegato circa due anni, lei era dellìidea che i dolci erano fondamentali. oggi mi da ragione dicendo che è alquanto sgradevole portare dolci quando invitati a cena, meglio un buon vino o un mazzo di fiori per la padrona di casa (magari con il servizio di interflora)

Scritto da:  Giuseppe   | 22.04.08 19:04
---------------------------------------

Ciao a tutti!
Ho bisogno di un consiglio. Tra pochi giorni partirò per le vacanze con la mia migliore amica,ospite della famiglia di un mio amico, che ci lascia a disposizione una casa. Cosa posso portare per ringraziarli dell'ospitalità?
Sono un po' in crisi....fiori recapitati la mattina in cui noi arriviamo??
Grazie in anticipo per ogni consiglio.

Scritto da:  Roberta   | 15.07.08 12:02
---------------------------------------

Beh, onestamente per una cosa simile forse sarebbe meglio qualcosa in più che non dei fiori. Direi semmai una pianta, un alberello per il giardino (se lo ha) o cose simili.

Scritto da:  fradefra   | 15.07.08 14:46
---------------------------------------

si può regalare un buon libro alla padrona di casa ovviamente conoscendone i gusti?

Scritto da:  sossy67'   | 29.08.09 18:19
---------------------------------------

Sì, basta che non lo porti al momento, ma lo invii il giorno prima o il giorno dopo, altrimenti metti in imbarazzo che non ha portato nulla. Inoltre, la padrona di casa dovrebbe smettere di fare quello che sta facendo (e ricevendo ospiti ci sono sempre mille cose da fare) per dare un po' di soddisfazione a te.

Se venti persone arrivassero ognuna con un libro, la padrona di casa si butta dalla finestra :)

Lo so che è strano, ma la maggior parte delle padrone di casa, preferisce restare concentrata su ciò che sta facendo ed ogni regalo, pur se piacevole, si traduce sempre con un piccolo momentaneo stress. Dato che non è possibile dire ad una persona solo grazie ed ad un'altra aprire e fare mille complimenti, finisce che non si mangia più.

Scritto da:  fradefra   | 29.08.09 19:20
---------------------------------------

Chiedo un consiglio sperando di avere una risposta in tempo. Ho ricevuto un invito per una cena in piedi da parte della zia di un'amica. Non conosco la padrona di casa, che però è una signora matura ma che cerca d'essere giovanile, con dei gusti molto raffinati ed un po' snob. Non so se farle recapitare un mazzo di fiori oppure prendere un libro d'arte, dato che so che l'argomento le interessa molto. Grazie

Scritto da:  Viola   | 23.03.10 18:43
---------------------------------------

Ciao Viola. Con una pianta o fiori inviati il giorno prima o quello dopo, non sbagli mai. Il libro d'arte potrebbe essere una buona soluzione, ovviamente se la scelta risulta azzeccata.

Scritto da:  fradefra   | 23.03.10 19:31
---------------------------------------

domenica prossima sarò invitata a pranzo da dei signori colleghi del mio compagno.
Di solito porto sempre una buona bottiglia di vino, ma...
questi colleghi sono di fede islamica, quindi niente vino o alcolici vari, che faccio???Cosa posso portare??Aiuto, vi prego, voglio fare una bella figura senza mettere a disagio nessuno!!!

Scritto da:  francesca   | 03.05.10 17:34
---------------------------------------

Beh, secondo il galateo, non si porta niente, quando si va a mangiare da conoscenti che non siano amici.

In questo caso, io onestamente chiederei, per evitare di fare una gaffe. Alcolici no di sicuro!

Guarda Francesca, meglio niente. Persino un gioco per bambini potrebbe creare disagio, perché non si possono mai conoscere del tutto le abitudini.
Ripeto, io farei una franca telefonata.

Scritto da:  fradefra - cuoco docente maisazi   | 03.05.10 17:49
---------------------------------------

ho letto che per i mulsulmani le piante hanno un'enorme importanza simbolica e forse potrebbe essere una buona soluzione.
attenzione però ai firi, in quanto x le persone di religione islamica piante e fiori non devono essere potati nè recisi....
o almeno così pare...
io comunque proverei a sentire gli altri amici/colleghi.Voi che ne pensate?

Scritto da:  francesca   | 05.05.10 18:13
---------------------------------------

Mah, Francesca, io come dicevo prima, senza essere sicuro, non porterei nulla. Comunque, avendo amici islamisti, chiederei.

Scritto da:  fradefra - cuoco docente maisazi   | 05.05.10 18:23
---------------------------------------

Sono assolutamente d'accordo sul non portare dolci o vino da consumare durante la cena...io quando organizzo una cena vengo molto infastidita da queste proposte in quanto il menù è studiato nei dettagli per essere armonico ed equilibrato.
In alternativa a piante e fiori, visto che sicuramente chi organizza una cena ama cucinare, trovo carina anche l'idea di regalare delle spezie particolari, dei sali aromatici o degli infusi di the e frutta.
Altra idea carina può essere un profumatore da ambiente, degli incensi, delle candele profumate.

Scritto da:  Marina   | 06.05.10 15:02
---------------------------------------

io vorrei solo che chi viene a cena da me stia bene e apprezzi la cucina.
tutto, in ogni invito che faccio, è studiato alla perfezione... una bottiglia di vino che non c'entra niente o un vassoio di pasticcini creerebbero solo illogicità nella cena e un po' di malumore in me...
ma del resto che devo fare, non mettere a tavola ciò che mi portano? sembrerebbe davvero scortese, non vi pare???

Scritto da:  franca   | 15.06.10 16:51
---------------------------------------

Franca, però può essere considerato scortese anche il mettere a tavola ciò che ti viene portato. In fondo, se io ti portassi qualcosa, è per farlo mangiare a te, quando vuoi, non perché sia finito dagli altri (e magari tu non riesci neppure assaggiare).

Meglio non portare nulla quindi e se si porta qualcosa, meglio che sia qualcosa che non serve per il pranzo in questione.

Scritto da:  fradefra - cuoco docente maisazi   | 15.06.10 21:38
---------------------------------------

tutto valido e credop proprio di essermi chiarito le idee, se a voi sta bene come vedete un oggettino di sicuro apprezzamento ed un mazzolino di fiori

Scritto da:  54giuseppe   | 04.08.10 18:36
---------------------------------------

fradefra dice:''Franca, però può essere considerato scortese anche il mettere a tavola ciò che ti viene portato. In fondo, se io ti portassi qualcosa, è per farlo mangiare a te, quando vuoi, non perché sia finito dagli altri (e magari tu non riesci neppure assaggiare).''...non sono per niente d'accordo....dalle mie parti e soprattutto tra persone semplici e giovani..quando si è invitati a cena si porta qualcosa per alleggerire l'impegno della persona che offre la cena ...che gia' si impegna nel menu e nella sua preparazione sia temporale che economica ' e quindi sembra doveroso pensare noi al bere o al dolce,ovviamente chiedendo prima cosa preferisce....dunque è ovvio che quello che si porta deve essere consumato se no' che senso avrebbe ?mi sembrerebbe maleducato il contrario...anzi ti dico la verita' le volte che ho portato bottiglie di vino (sempre di ottima qualita' e adatto al menu)e ne sono state aperte delle altre non ci sono rimasta benissimo....

Scritto da:  debby   | 08.09.10 12:44
---------------------------------------

Debby, per fortuna tra amici possiamo come vogliamo, però le regole ci sono e se vogliamo rispettarle, dicono di non portare nulla. Chiaro, ovviamente, che tra amici molte regole non siano seguite, ma ciò non toglie che ci siano.
Io direi, comunque, che val sempre la pena di informarsi prima. Ti garantisco che ci sono molti padroni di casa che sono infastiditi se porti qualcosa. Meglio saperlo, no?

Scritto da:  Fradefra - cuoco della Scuola di cucina maisazi   | 09.09.10 14:43
---------------------------------------

W chi ha questi problemi.
Spero che un giorno possiate fare un giro e dare un'occhiata al mondo : potrebbe stupirvi, ma sicuramente vi spaventerà un sacco, esattamente come le vostre cene :D:D:D

Scritto da:  precario90   | 01.01.11 07:23
---------------------------------------

Precario90, il fatto che si discuta di questi problemi, non significa che si sminuiscono gli altri e più importanti.
Ovviamente chi ha un lavoro precario, trova banali questi problemi, ma ti ricordo che chi ha la fibrosi cistica, trova ridicoli i problemi lavorativi e chi ha un melanoma e soli tre mesi di vita, trova banali anche i problemi di salute, pure gravi, di tanti altri.

Quindi che si fa? Non si parla più di nulla, perché tutto può sembrare banale a qualcun altro?

Probabilmente più giusto è parlare dei problemi nelle sedi giuste. Questo è un sito di enogastronomia e quindi si parla di queste cose, senza con ciò voler dire che questi siano gli unici problemi al mondo.

Noi l'occhiata al mondo la diamo, di problemi ben più gravi ne abbiamo noi stessi, questo non ci impedisce di vivere la vita anche per i suoi aspetti meno gravi e più positivi.

Ad ogni modo, dato che ognuno può avere il proprio parere, benvenuto sul blog ed in bocca al lupo :)

Scritto da:  fradefra - cuoco corsi di cucina maisazi   | 02.01.11 10:52
---------------------------------------

Una persona - per ringraziare mio marito ... - ci ha invitati a cena al ristorante. Ci sarà anche la moglie (che non conosciamo!)AIUTOOOO! che fare?

Scritto da:  amneris   | 07.01.11 17:13
---------------------------------------

Nelle norme che mi sono state trasmesse era previsto che in caso di invito non legato al festeggiamento di qualche ricorrenza (compleanno od onomastico) era opportuno presentarsi tassativamente a mani vuote e poi, dopo otto giorni, inviare alla padrona di casa un omaggio floreale, mostrando di conservare ancora il piacevole ricordo dell'ospitalità ricevuta.
Unica eccezione contemplata: la prima volta che si viene invitati in una casa dove non si è mai stati prima è ammesso un piccolo presente legato alla casa stessa. Mai nulla di personale, mai cibo o bevande. Il pensiero, il dono non sono la giustificazione della propria presenza e quindi devono rifuggire dalla materialità.

Scritto da:  Decio   | 11.03.13 17:48
---------------------------------------

Decio, ci siamo circa :)

Amneris. Non devi far nulla. Vacci e basta :)

Scritto da:  fradefra - Scuola di cucina maisazi   | 15.03.13 13:12
---------------------------------------

ciao a tutti stasera ho un'invito a casa di un'amico per festeggiare ik suo compleanno... siamo in diversi... ma credo lui abbia un'azienda vinicola o quantomeno se ne intende cosa porto????aiuto risp presto vi pregooo grazie

Scritto da:  michela   | 13.07.13 16:51
---------------------------------------

Ciao Michela, mi spiace, ma non siamo in grado di rispondere subito, perché abbiamo molti siti. Comunque, quando si va a festeggiare da un amico, non si porta nulla, secondo il galateo.

Scritto da:  fradefra - Executive Chef   | 21.07.13 10:36
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter