Vai alla home di maisazi.com, il blog enogastronomico.

Mai più senza il sale dell'Himalaya

scritto da fradefra

Cristalli di sale dell'Himalaya.Parto subito con una premessa. Se ami sul serio cucinare, il comune sale grosso lo usi solo nell'acqua della pasta, quello fino comune non lo usi proprio! In tutte le altre occasioni, ci sono sali specifici, come quello di Grenoble o quello dell'Himalaya, di cui vi parlo in questo articolo.

Proveniente da depositi vecchi di milioni di anni, le principali caratteristiche del sale dell'Himalaya sono la sua purezza, la forte presenza di composti ferrosi che gli danno il caratteristico colore rosa, la minor durezza rispetto al sale comune ed una sottile differenza di sapore che si avverte assaggiando i diversi cristalli di cui è composto.

Vista delle differenti colorazioni e composizioni del sale Himalaya.L'essere formato da cristalli di natura diversa gli dona la bellezza del minerale. La tentazione di usarlo senza frantumarlo è forte. Per alcune preparazioni, comunque, ritengo che sia opportuno ridurlo in frammenti più piccoli. Si può acquistare in misure diverse o attrezzarsi con un mortaio. Io preferisco quest'ultima possibilità perché mi piace una presentazione irregolare dei cristalli. Nel caso, evitate strumenti di acciaio perché il sale lo potrebbe attaccare, soprattutto in presenza di umidità. Mortaio e pestello di legno, invece, potrebbero rovinarsi.

Una veduta complessiva del sale rosa dell'Himalaya.Il suo uso principale è sulla carne e come decorazione della stessa. Su un filetto al sangue o una costata argentina, pochi cristalli sparsi donano una sapidità a tratti, presentando un gusto vario e differenziato. In alcune insalate, ad esempio, piace a molti il contrasto tra le parti vegetali solitamente insipide ed i frammenti salati del sale pestato o tritato.

Per gli appassionati dei fornelli, sto studiando un piatto che ne esalti le caratteristiche. Varie idee mi frullano per la mente. Appena le avrò sperimentate, vi pubblicherò i risultati. Per ora, provate queste due ricette: Edame preparati al sale del blogger petula e il Salmone marinato sale rosa e finocchio del blogger Gourmet.

Commenti

A me è piaciuto molto con la carne rossa tipo filetto, inoltre lo trovo anche molto elegante.

Scritto da:  copertina75   | 22.06.06 09:55
---------------------------------------

Grazie della citazione!!! :)
Anche nella ricetta di oggi ho usato il sale rosa...
Io uso solo sale rosa ( a parte per la cottura della pasta), sia fino che grosso ( nel macinino) e quello bianco ormai è solo un ricordo!!! :)
Complimenti per il sito!
Sandra

Scritto da:  Gourmet   | 22.06.06 14:39
---------------------------------------

@Sandra
Grazie per i complimenti, anche il tuo è un bel sito.

Scritto da:  fradefra   | 22.06.06 14:53
---------------------------------------

Buona sera,
mi piacerebbe degustare il sale rosa dell'Himalaya
dove lo posso acquistare??

grazie
d.

Scritto da:  daniele   | 15.05.08 17:00
---------------------------------------

Ciao Daniele, lo trovi alla Rinascente, alla Metro e nelle migliori drogherie e negozi di prodotti naturali.

Puoi anche comprarlo on-line, cercando siti di commercio elettronico che lo vendano.

Scritto da:  fradefra   | 16.05.08 09:38
---------------------------------------

salve, sembra che il saledell Himalaya sia un ottimo curativo,ne sapete qualcosa?

Scritto da:  Germana   | 14.04.09 12:52
---------------------------------------

Ciao Germana, l'ho sentito dire, ma onestamente essendo cuochi, non ci addentriamo troppo negli ambiti del curativo. Ci vorrebbe un medico :)

Scritto da:  fradefra   | 18.04.09 08:03
---------------------------------------

ciao...volevo sapere se sai come si è formato il sale dell'himalaya... sto facendo un lavoro sul sale e nn risco a trovare questa informazione da nessuna parte :(
ciao e grazie! scrivi pure alla mia mail!

Scritto da:  roby   | 10.06.10 17:22
---------------------------------------

Il sale dell'Himalaya è minerale e lo scava nella montagna. Credo che si tratti di depositi risalenti ad antiche ere in cui la montagna era sommersa. Non ne sono certo, però. Bisognerebbe sentire un esperto geologo, perché potrebbe anche essere un minerale non derivato dall'evaporazione dell'acqua, ma formatosi per altre cause (in fondo, il sale può esistere in natura anche indipendentemente dall'acqua di mare).

Scritto da:  fradefra - cuoco docente maisazi   | 11.06.10 00:43
---------------------------------------

grazie mille sei stato prezioso!!

Scritto da:  roby   | 13.06.10 13:13
---------------------------------------

Di niente, Roby, benvenuto sul blog e quando ti serve qualcosa, fatti sentire :)

Scritto da:  fradefra - cuoco docente maisazi   | 15.06.10 21:32
---------------------------------------
Inserisci un commento

(non verrà visualizzata)



Scuola di cucina maisazi
Via Scortegagna 12 - 36045 - Lonigo (VI)
P. IVA IT03441480245

In evidenza

Il Corso per Executive Chef per chi vuol aumentare le probabilità di successo del proprio ristorante, il Percorso Cuoco: 3 giorni al mese distribuiti sull'arco di quasi un anno, il Corso Cuochi Mensile ed il Corso cuochi di 5 giorni, sono i nostri corsi di cucina professionale per chi vuole avvicinarsi alla ristorazione. 9 ore giornaliere per imparare le tecniche di questo lavoro, con una giacca professionale in dotazione.

Nel Calendario dei Corsi di Cucina trovate gli altri corsi per cuochi e serali per appassionati.

Iscriviti alla newsletter
Info sulla newsletter